Seleziona una pagina

Un serial killer che ha portato la paura nelle strade di Kansas City, Missouri, per quasi due decenni ha parlato per la prima volta dei suoi crimini atroci all'emittente televisiva Piers Morgan.

Lorenzo Gilyard, che è stato incarcerato a vita dopo essere stato condannato per sei capi di omicidio nel marzo 2007, si confronta con Morgan nell'ultimo episodio del suo programma ITV Serial Killer.

Durante il loro incontro agghiacciante, Piers chiede a Gilyard, che ha depredato le prostitute ed è stato soprannominato lo strangolatore di Kansas City, come si sente ora per le donne che ha trascinato fuori dalle strade e strangolate.

Il pacato killer, che avrebbe violentato e ucciso in totale 13 donne e ragazze tra il 1977 e il 1993, gli disse: Mi sento male ma non posso farci niente.

L'operatore sanitario di 53 anni è stato sventato quando le prove del DNA hanno collegato una serie di 13 vittime di omicidio a un solo uomo.

Piers Morgan affronta il serial killer Lorenzo Gilyard per i crimini che ha commesso durante i suoi 17 anni di follia omicida

Catherine Barry, a sinistra, era l'unica donna delle 12 uccise da Gilyard che non era una prostituta. Anche Naomi-Kelly è stata uccisa dal serial killer

Era stanco per sette capi di imputazione per omicidio e condannato il 16 marzo 2007, e ora sta scontando l'ergastolo presso il Crossroads Correctional Facility del Missouri.

Gilyard non aveva mai parlato dei suoi crimini prima che Piers decidesse di scoprire cosa spingesse quest'uomo apparentemente normale a imbarcarsi in una follia omicida.

Al momento del suo arresto, la vita di Gilyard non avrebbe potuto apparire più normale.

Felicemente sposato e rispettato sul lavoro, nulla lasciava intendere che l'ex uomo della spazzatura nascondesse un terribile segreto: che per un periodo di diciassette anni aveva depredato donne vulnerabili violentandole e strangolandole, prima di scartarle per le strade della città.

Nessuno sospettava che Gilyard fosse l'assassino.

Le lavoratrici del sesso che aveva ucciso erano state tutte strangolate e le prove mostravano che avevano combattuto disperatamente per la propria vita. Li prendeva per fare sesso prima di strangolarli con un laccio di scarpe, una corda elettrica o un capo di abbigliamento.

A tutti loro erano state tolte le scarpe prima che Gilyard avesse scaricato i loro corpi in giro per la città.

Quando Gilyard è stato finalmente processato, i pubblici ministeri hanno scelto di processarlo per soli sette omicidi, i sette commessi in un periodo di due anni al culmine del suo regno del terrore.

È stato ritenuto colpevole di sei e ora sta scontando condanne a vita consecutive senza possibilità di libertà condizionale.

Gilyard è stato soprannominato lo strangolatore di Kansas City dopo aver violentato e ucciso 13 donne e ragazze nella città del Missouri

È stato condannato per gli omicidi di Catherine Barry, 34, Naomi Kelly, 23, Ann Barnes, 36, Kellie A. Ford, 20, Sheila Ingold, 36, Carmeline Hibbs, 30, ed è stato assolto dall'omicidio di Angela Mayhew, 19 , a causa di prove insufficienti.

Le altre vittime a cui era legato ma non furono processate erano Stacie L. Swofford, 17 anni, Gwendolyn Kizine, 15, Margaret J. Miller, 17, Debbie Blevins, 32, Helga Kruger, 26, Connie Luther, 29, Paula Beverly Davis, 21 anni, e una vittima senza nome di 23 anni.

Erano tutte lavoratrici del sesso a parte la signora Barry che viveva per strada dopo aver subito un esaurimento nervoso.

Di fronte a questo assassino, Piers ha esposto l'intero orrore dei suoi crimini, ma Gilyard sembra avere una risposta per tutto, finché alla fine non ha esaurito le scuse e ha rivelato la sua vera natura.

Durante l'esplorazione dell'inquietante caso, Piers ha anche incontrato la figlia di una delle vittime di Gilyards, la cui intera vita adulta è stata definita dal brutale omicidio di sua madre.

Incontra anche i vicini e i colleghi di Gilyard, che non hanno mai sospettato nulla, e gli investigatori che alla fine hanno assicurato alla giustizia il serial killer.

Serial Killer con Piers Morgan va in onda giovedì su ITV alle 21:00

Maggiori informazioni su DailyMail.co.uk

  • Categorie
  • Tag

Notizia