Seleziona una pagina

È stato identificato un intruso nudo che è stato ucciso a colpi di arma da fuoco dal proprietario della casa mentre tentava di strangolare suo nipote.

Dajon Harper, 26 anni, è stato ucciso dal veterano della guerra del Vietnam Richard Gary Black, che è stato poi ucciso accidentalmente dalla polizia in risposta all'irruzione nella sua casa in Colorado.

Secondo quanto riferito, il sospetto aveva spogliato il ragazzo di 11 anni e lo stava mordendo un orecchio e soffocandolo nella vasca da bagno quando Black gli ha sparato.

Dajon Harper, 26 anni, (a sinistra) è stato ucciso dal veterano della guerra del Vietnam Richard Gary Black (a destra), che è stato poi ucciso accidentalmente dalla polizia che ha risposto all'irruzione nella sua casa del Colorado

Harper, di Denver, che usava gli pseudonimi Harper Boy Killa e Harper Chaos Lil, era stato precedentemente accusato di tentato omicidio e abusi sui minori nel 2011, ma le accuse sono state ritirate. Aveva una lunga storia di violenze e violazioni delle armi.

Da allora è stato rivelato che l'ufficiale che ha ucciso Black aveva ucciso un sospetto in fuga solo un mese prima. L'ufficiale, che non è stato nominato, è stato posto in riassegnazione amministrativa retribuita.

Il figliastro dei neri Chad Hayashi, che è la casa dell'East Montview Boulevard, in Colorado, durante l'irruzione dell'1:30, afferma che dopo che Black è stato colpito da un colpo di pistola dall'ufficiale, che ha aperto il fuoco attraverso la porta d'ingresso della loro casa, è stato ammanettato sul pavimento piuttosto che essere preso per cure mediche immediate.

Il 73enne è poi deceduto in ospedale.

La polizia di Aurora ha ricevuto più chiamate su un'irruzione nella casa suburbana di Denver (nella foto) intorno all'1:30 di lunedì

Un agente del dipartimento di polizia di Aurora cammina lungo il marciapiede mentre un altro agente in equipaggiamento protettivo carica un furgone davanti alla casa di un uomo che è stato colpito e ucciso dalla polizia

Hayashi dice che la polizia di Aurora ha molte domande a cui deve rispondere dopo l'uccisione mortale del suo patrigno.

Voglio risposte. Voglio la verità. Voglio la responsabilità, ha detto Hayashi a ABC News.

Voglio che sia tutto là fuori. Voglio ogni bodycam. Ogni agente che ho visto aveva una bodycam. Quindi dovrebbero esserci 20 video di bodycam. Voglio vederli tutti.

I funzionari della polizia di Aurora dovrebbero tenere una conferenza stampa giovedì per discutere della sparatoria e dire che è in corso un'indagine.

Ma Hayashi dice che è inconcepibile che un veterano decorato venga ucciso a colpi di arma da fuoco mentre stava cercando di salvare la sua famiglia.

Mio padre era un eroe, punto, disse. È un eroe in questo paese dal 1966 e come tale ha bisogno di essere riconosciuto.

Hayashi ha detto che stava dormendo profondamente quando ha sentito un forte trambusto fuori dalla sua stanza.

Ho aperto la porta della mia camera da letto, e c'è una donna in piedi lì, e lei inizia a dirmi, mio ​​figlio è drogato e ha il tuo bambino, ha detto Hayashi.

Hayashi ha detto di aver visto un altro uomo in piedi alla sua destra e di aver visto la luce del bagno accesa. Fu allora che si ricordò che suo figlio di 11 anni si era addormentato sul divano.

Ho subito sparato in bagno e ho trovato questo ragazzo nudo fradicio, come sulla schiena con i piedi fuori dalla vasca, che soffoca mio figlio, si morde l'orecchio sinistro, e c'è sangue che esce dall'orecchio di mio figlio, ha detto.

Richard Gary Black, 73 anni, (con sua moglie Jeannette) è stato ucciso dopo che la polizia ha fatto irruzione nella sua casa suburbana di Denver intorno all'1:30 di lunedì

Black, cresciuto ad Anderson, nella Carolina del Sud, si è laureato alla Cittadella e ha combattuto nella guerra in Vietnam dove ha ricevuto una stella di bronzo e un cuore viola per il suo coraggio (nella foto mentre riceve i premi negli anni '60

Ha detto che Harper aveva anche spogliato suo figlio nudo prima di trascinare il ragazzo, che stava urlando di terrore, nella vasca con lui e aprire l'acqua. L'intruso era silenzioso ei suoi occhi erano chiusi quando Hayashi li trovò.

Hayashi ha detto che ha cercato disperatamente di costringere Harper a liberare suo figlio, colpendolo alla gola per convincerlo a smettere di mordere l'orecchio del figlio e colpendolo negli occhi quando non voleva rilasciare la presa soffocata.

Gli avevo infilato il pollice destro nell'orbita dell'occhio sinistro fino alla prima nocca. E quando non strillava per il dolore, mi preoccupavo ancora di più. Ma alla fine ha lasciato andare mio figlio.

Hayashi ha detto di essere riuscito a liberare suo figlio ma poi Harper si era lanciato contro il suo patrigno, che aveva sentito il trambusto ed era accorso di corsa per aiutarlo.

Questo ragazzo nudo è in piedi dietro mio padre, ha afferrato un vaso di fiori di porcellana e lo ha fracassato in cima alla testa, e hanno lottato ancora un po', ha detto Hayashi.

Mio padre gira e indossava un accappatoio. Aveva un'arma più piccola, ed è quello che ha tirato fuori e ha sparato al ragazzo due volte al busto.

Harper è morto sul colpo.

Hayashi ha detto che Black, che aveva un permesso legale per portare un'arma nascosta, ha lasciato il bagno e pochi istanti dopo ha sentito più spari. Solo dopo che i colpi sono stati sparati, ha sentito gli agenti urlare alla polizia.

Hanno girato la prima cosa che hanno visto in movimento, secondo me, ha detto Hayashi.

Le prove mostrano che gli agenti sembrano aver aperto il fuoco senza nemmeno entrare in casa. Secondo quanto riferito, il poliziotto che ha sparato a Black ha sparato attraverso la porta d'ingresso aperta.

Hayashi ha detto di aver avvolto il figlio bagnato e sanguinante in un asciugamano e di essere stato portato di corsa fuori di casa dalla polizia quando ha visto il suo patrigno, ammanettato a terra.

Mio padre è a terra, a faccia in giù, un po' ruotato a destra e posso vedere il lato sinistro della sua faccia ed è ammanettato, ha detto Hayashi. Mi chino e non ricordo se gli ho toccato la spalla o il viso, ma lui mi ha guardato e sono stato spinto via da un agente e sono uscito dalla porta.

Quella fu l'ultima volta che avrebbe visto Black vivo.

Dice che sono stati portati al quartier generale della polizia e inizialmente messi nella stanza con la donna che sosteneva di essere la madre di Harpers e l'altro uomo che era stato a casa sua, finché sono quasi venuti alle mani e si sono commossi.

Hanno aspettato per ore e sono stati interrogati prima che gli venisse finalmente detto che Black era morto.

Hayashi afferma anche che la polizia ha detto loro una bugia.

Mi è stato detto che gli era stato detto di lasciar cadere l'arma e non l'ha fatto, ha detto Hayashi. Non ho mai sentito parlare di far cadere la tua arma. Non c'era alcun avvertimento. Avrebbero dovuto urlare dal momento in cui hanno colpito il vialetto, a 80 piedi più in basso. È un lungo vialetto. Avrebbero dovuto urlare, soprattutto tanti agenti di polizia quanti erano sulla scena.

Il nipote è stato portato in ospedale per ferite gravi ma non in pericolo di vita e anche Jeannette è stata portata in cura per una ferita che si è riaperta durante il caos.

L'avvocato di famiglia Siddhartha H. Rathod insiste sul fatto che il 73enne ha fatto tutto bene.

Le sue azioni hanno salvato la vita ai suoi nipoti. Dovrebbe essere nell'ufficio del sindaco a ricevere un encomio per il suo eroismo. Invece è all'obitorio, disse Rathod.

È la quarta sparatoria della polizia nella città di Aurora in circa un mese. La polizia dice che l'ufficiale che ha ucciso Black è stato anche coinvolto in un'altra sparatoria mortale il 27 giugno che è ancora oggetto di indagine.

La polizia della terza città più grande dell'Aurora Colorado all'estremità orientale di Denver finora ha rilasciato solo alcuni dettagli mentre indagano sulla sparatoria nel quartiere razzialmente misto di case ranch per lo più degli anni '50, dicendo che devono bilanciare la trasparenza con garantire un'indagine credibile.

Sappiamo quanto sia importante per la nostra comunità sapere e capire cosa è successo la notte di questa sparatoria che ha coinvolto un ufficiale e assicurarsi di avere le migliori informazioni possibili, ha detto il capo Nick Metz in un video pubblicato online mercoledì.

Metz ha anche espresso la sua solidarietà ai membri della famiglia Blacks.

Questa è stata una situazione molto tragica e una situazione molto straziante per tutte le persone coinvolte, e il nostro cuore è rivolto alla famiglia Black, ha detto il capo.

Gli agenti sono visti sorridere e chiacchierare sulla scena in cui un altro poliziotto ha ucciso a colpi di arma da fuoco il residente

I poliziotti hanno sparato a Black nella sua stessa casa dopo aver sparato a un intruso e chiamato la polizia (la polizia sul posto)

La polizia ha precedentemente affermato che gli agenti hanno risposto a una scena molto caotica e violenta e una chiamata ai servizi di emergenza ha affermato che un intruso stava irrompendo in casa.

La moglie nera, Jeanette, ha chiamato le autorità dall'esterno, descrivendo suo marito e suo figlio, che sono bianchi, e l'intruso, che era nero, ha detto Rathod.

La polizia ha detto che gli agenti hanno sentito degli spari all'interno e hanno incontrato un uomo armato. Un agente ha aperto il fuoco, colpendo l'uomo, che secondo la polizia si è rivelato essere il proprietario della casa.

Mike Montgomery, un vicino e marine in pensione, ha detto che chiunque non sia armato nel quartiere devastato dal crimine è pazzo.

È stato messo in una brutta situazione, una situazione in cui non avrebbe dovuto essere messo. Nessuno dovrebbe, disse.

Black è stato legalmente autorizzato a sparare all'intruso e il Colorado è stato uno dei primi ad adottare una legge Make My Day che consente alle persone di sparare e uccidere gli intrusi per autodifesa nelle loro case.

Un altro vicino ha detto che spettava agli ufficiali proteggere i cittadini, non solo se stessi.

Troy Jones ha detto: Se (gli ufficiali sono) spaventati nel loro lavoro, devono svolgere lavori diversi.

La polizia sta ora indagando sulla sparatoria mortale della polizia e esaminerà i filmati della telecamera del corpo degli agenti per capire meglio cosa è successo.

Il capo della polizia di Aurora Nicholas Metz ha rilasciato martedì una dichiarazione sulla pagina Facebook, definendo l'indagine estremamente complessa.

Quando gli agenti hanno fatto irruzione in casa, hanno sparato al proprietario della casa, descritto come un residente di lunga data, nonno e padre di famiglia in pensione, che è stato spesso visto prendersi cura dei suoi giardini davanti

La polizia ha bloccato la strada fuori casa dove è avvenuta la sparatoria

Al fine di condurre un'indagine completa, continuiamo a raccogliere metodicamente prove, intervistare testimoni e rivedere tutte le registrazioni disponibili, per includere le telecamere indossate dal corpo di tutti gli agenti coinvolti.

Ha descritto la sparatoria come una situazione molto straziante e tragica per tutte le persone coinvolte.

Stiamo fornendo assistenza attraverso i nostri avvocati delle vittime per aiutare la famiglia del residente deceduto in questo momento molto difficile.

Ma la famiglia sta chiedendo risposte sul motivo per cui Black, descritto come un residente di lunga data, nonno e padre di famiglia in pensione, che è stato spesso visto prendersi cura dei suoi giardini, è stato ucciso dalla polizia.

Aurora dovrà uscire allo scoperto e dire cosa è successo, ha detto Rathod.

La famiglia, gli amici e i vicini sono devastati dalla sparatoria da parte della polizia dell'eroe di guerra decorato e padre di tre figli.

Elisa Black-Taylor, la sua sorellastra, ha detto che Black è morto salvando la sua famiglia.

Ho chattato con sua figlia e lei dice che ha salvato la sua famiglia quando un intruso ha fatto irruzione in casa sua, ha spiegato.

Sarà ricordato come un eroe, sia per il servizio reso al suo Paese, sia per la famiglia che lo amava.

I vicini erano furiosi per la sparatoria.

È triste e incasinato, Brad Maestas, che conosce la famiglia da 34 anni, ha detto al Denver Post.

Era un padre di famiglia, un nonno che proteggeva la sua famiglia. È incasinato.

Black, cresciuto ad Anderson, nella Carolina del Sud, si è laureato alla Cittadella e ha combattuto nella guerra in Vietnam dove ha ricevuto una stella di bronzo e un cuore viola per il suo coraggio.

Secondo i registri statali, in seguito ha conseguito una licenza come revisore dei conti pubblico certificato in Colorado dal 1999 al 2008.

Veniva da un background militare e suo padre era un sergente maggiore. durante la seconda guerra mondiale che combatté nella battaglia delle Ardenne.

Era un meraviglioso padre di famiglia che amava passare il tempo con i suoi nipoti e prendersi cura del suo giardino, ha aggiunto la sua sorellastra.

Sono attualmente in corso le indagini da parte dell'Unità per i crimini maggiori della polizia di Aurora e del dipartimento di polizia di Denver.

Anche il 17° Ufficio del procuratore distrettuale giudiziario ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma che determinerà se l'ufficiale coinvolto nella sparatoria debba affrontare accuse penali.

La sparatoria ha segnato il secondo incontro mortale che ha coinvolto la polizia di Aurora in tre giorni.

Maggiori informazioni su DailyMail.co.uk

  • Categorie
  • Tag

Notizia