Seleziona una pagina

Un serial killer americano condannato a morte per l'omicidio e la mutilazione di tre donne afferma di aver massacrato altre dozzine di vittime senza che la polizia lo scopra.

William Clyde Gibson, 60 anni, attualmente nel braccio della morte nella prigione di stato dell'Indiana, ha fatto l'inquietante affermazione all'emittente britannica Sir Trevor McDonald in un nuovo agghiacciante documentario su ITV.

Gibson è stato arrestato nel 2012 dopo che il corpo dell'amica della sua defunta madre Christine Whitis, 75 anni, è stato scoperto nel suo garage, ha poi ammesso di averla strangolata a morte dopo che lo ha trovato mentre faceva a pezzi un'altra vittima.

Interrogato da Sir Trevor sulla portata dei suoi crimini nello show, Gibson, che è stato processato e condannato per tre omicidi, dice: La [polizia] potrebbe averne un decimo, direi così.

Indagando ulteriormente sul numero delle vittime, Sir Trevor chiede: Cosa, intorno a 29 o 30?

L'assassino risponde: Sì.

William Clyde Gibson, 60 anni, è attualmente nel braccio della morte nella prigione di stato dell'Indiana dopo essere stato condannato per aver ucciso tre donne

Gibson ha strangolato l'amica della sua defunta madre Christine Whitis, 75 anni, nell'aprile 2012 per la quale è stato arrestato nello stesso mese. Nella sua proprietà è stato scoperto anche il corpo di Stephanie Kirk, 35 anni, che aveva ucciso un mese prima, nel marzo 2012

Gibson è stato anche accusato della morte per accoltellamento nel 2002 di Karen Hodella, 44 anni, il cui corpo è stato trovato vicino al fiume Ohio nel gennaio 2003

La polizia ha trovato i corpi della 35enne Stephanie Kirk e della 70enne Christine Whitis che era stata amica delle sue anziane madri nella proprietà di Gibsons nel 2012.

Li aveva mutilati e aggrediti sessualmente entrambi.

Gibson in seguito ha confessato l'omicidio di Karen Hodella, 44 anni, il cui corpo è stato trovato nel 2002 vicino al fiume Ohio a Clarksville. Era stata accoltellata.

È stato condannato a morte nel giugno 2014 sia per Whitis che per Kirk e condannato a 65 anni per Hodella.

Durante un'intervista faccia a faccia con Sir Trevor McDonald, che per la prima volta ha visitato i prigionieri nel braccio della morte nella prigione di stato dell'Indiana cinque anni fa, Gibson senza rimorsi ha sorriso e si è rallegrato dei crimini con cui afferma di essere riuscito a farla franca.

Alla domanda di Sir Trevor se avesse avuto una scarica di adrenalina dagli omicidi, ha detto: Immagino sia stato anche quello, mi sono eccitato a tagliarli a pezzi. Sembra che dopo il primo sia andato tutto bene con me.

All'inizio ero un po' nervoso per questo, ma poi dopo il primo Non erano solo donne, c'erano anche uomini. Semplicemente non li hanno trovati, non ho detto nulla su di loro.

Gibson non ha mostrato un briciolo di rimorso per i suoi crimini, dicendo a Sir Trevor che il motivo per cui ha ucciso la sua prima vittima Hodella era perché ne aveva voglia.

Ha aggiunto: non dovevo avere una ragione.

Dell'omicidio della sua anziana amica di madre Christine Whitis, ha detto: Mi ha sorpreso a fare a pezzi un'altra donna. Ha detto che avrebbe chiamato la polizia. L'ho strangolata.

William Clyde Gibson è l'unico serial killer nel braccio della morte della prigione di stato dell'Indiana, dove è in attesa di esecuzione per l'omicidio di tre donne che viene visto ridere mentre parla delle brutali uccisioni in un nuovo documentario di ITV

L'assassino si è seduto con il presentatore Sir Trevor McDonald per discutere dei suoi crimini. Non mostrò alcun rimorso e rise persino dicendo che non gli importava degli omicidi

Quando gli è stato chiesto se possedeva umanità da Sir Trevor, Gibson ha risposto: non credo di avere umanità. Non credo di sì. Semplicemente non sembra interessarmi.

Alzò le spalle e rise: potrei uccidere una persona e poi uscire a cena. Non mi interessa.

Tutti pensano che quando fai il tipo di cose che ho fatto io, tagliando a pezzi le persone, le cose eclatanti che le persone pensano automaticamente siano perché hai avuto una brutta infanzia.

Pensano che sei stato molestato, o ti chiedono se hai appiccato incendi non ho fatto niente di tutto questo.

Ho avuto un'infanzia perfettamente normale.

Il braccio della morte 2018 vede Sir Trevor parlare sia con i nuovi arrivati ​​in prigione, sia con alcuni volti familiari

Le agghiaccianti osservazioni di Gibson contrastavano con la conversazione di Sir Trevors con un altro prigioniero, Ronald Sanford, che aveva incontrato per la prima volta durante la sua precedente visita al carcere nel 2012.

Sanford è stato condannato a 170 anni di prigione per aver ucciso due donne anziane quando aveva solo 13 anni.

Il loro incontro originale ha lasciato l'emittente a riflettere su come fosse possibile che un ragazzo che era appena un adolescente potesse compiere un crimine così atroce.

Durante il loro ultimo incontro, Sanford si apre sull'infanzia travagliata che, dice, lo ha lasciato pronto per uccidere.

Il braccio della morte 2018 con Trevor McDonald va in onda questa sera alle 21 su ITV

Maggiori informazioni su DailyMail.co.uk

  • Categorie
  • Tag

Notizia