Seleziona una pagina

Un contadino che è stato ingiustamente condannato per aver ucciso la sorella di sua moglie ha parlato del suo shock per il fatto che i suoi genitori abbiano coperto il fratello assassino.

Floyd Bledsoe è stato imprigionato a vita nel 2000 dopo che suo fratello Tom aveva ucciso la quattordicenne Camille Arfmann l'anno prima in Kansas.

Tom è stato arrestato e lo ha ammesso, ma ha ritrattato la sua confessione dopo che Floyd ha fallito un test del poligrafo ed è stato processato.

Floyd Bledsoe (nella foto nel 2018) è stato imprigionato a vita nel 2000 dopo che suo fratello Tom ha ucciso Camille Arfmann, 14 anni, l'anno prima in Kansas

Tom (nella foto) è stato arrestato e lo ha ammesso, ma ha ritrattato la sua confessione dopo che Floyd ha fallito un test del poligrafo ed è stato processato

Ha scontato quasi 16 anni di prigione fino a quando nuove prove del DNA non lo hanno scagionato e hanno implicato Tom per aver ucciso Camille (nella foto) nel 2015

Ha scontato quasi 16 anni di prigione fino a quando nuove prove del DNA non lo hanno scagionato e hanno implicato Tom nel 2015.

L'assassino si è ucciso solo una settimana dopo ed è stato trovato con tre lettere che ammettevano lo stupro e l'omicidio di un 14enne.

I suoi genitori avevano testimoniato dicendo che Tom era a casa con loro al momento dell'omicidio, con sua madre che diceva a Floyd: so che Tom non l'ha fatto, poi incolperai tuo padre.

Scrivendo oggi sul Guardian, Floyd ha detto: Mio fratello aveva ritirato la sua confessione ei miei genitori hanno testimoniato che, al momento dell'omicidio, era a casa con loro, a dormire. Non posso descrivere quanto ha fatto male. Non mi hanno guardato.

Durante il suo periodo in prigione, Floyd (nella foto) ha detto di aver combattuto attacchi di depressione, soprattutto intorno a Natale e ai compleanni

L'allora padre di due figli (a sinistra), che aveva 23 anni quando è stato condannato, ha presentato ricorso presso la Kansas University School of Law e ha intrapreso il test del DNA alla fine del 2014. A destra: Floyds, allora moglie Heidi

Sulla sua libertà, Floyd ha scritto: Sembrava una gioia. Sono uscito alle 15:30 e sono andato in un ristorante per festeggiare con i miei avvocati e stagisti. Non potrei ringraziarli abbastanza.

Ha anche rivelato di aver visto i suoi genitori dal suo rilascio durante una visita alla madre malata in ospedale.

Floyd ha detto che tutto ciò che ho visto questa vecchia malata, che lottava per respirare, e tutto ciò che avevo era compassione, aggiungendo che suo padre era scostante ma ho imparato in prigione che dovevo perdonarli.

Il contadino si risposò, con un volontario di prigione, e ebbe una figlia, alla quale diede i secondi nomi Alice e Jean dopo i due avvocati che lo aiutarono a dimostrare la sua innocenza.

Durante la sua permanenza in prigione, Floyd ha detto di aver combattuto attacchi di depressione, specialmente intorno a Natale e ai compleanni.

L'allora padre di due figli, che aveva 23 anni quando è stato condannato, ha presentato ricorso presso la Kansas University School of Law e ha intrapreso il test del DNA alla fine del 2014.

Ha trovato il DNA dei suoi fratelli sul corpo di Camille, portando i funzionari a rendersi conto che Floyd era innocente. Tom è stato trovato morto poco dopo in un'auto con tre lettere.

In una lettera a sua moglie, Tom Bledose si è scusato per essersi tolto la vita, dicendo: ti ho amato davvero ma non posso andare avanti. Mi sta facendo a pezzi dentro, ha riferito Topeka Capital-Journal.

Ha trovato il DNA dei suoi fratelli sul corpo di Camille, ma è stato trovato morto il 9 novembre in un'auto con tre lettere. Nella foto: Floyd durante il suo rilascio nel 2015

Nella nota ai suoi genitori, ha chiesto loro di dire a Floyd che mi dispiace.

E in una missiva indirizzata a chi se ne frega spiega come e perché ha ucciso Camille.

Tom ha detto nella nota che l'ha presa dalla roulotte dei suoi fratelli e l'ha portata a casa dei suoi genitori, dove i due hanno fatto sesso nel loro letto.

Quando ha scoperto che Camille aveva solo 14 anni, Tom ha scritto che è andato fuori di testa.

È andato al suo camion, ha afferrato la sua pistola da 9 mm e ha tirato a terra Camille nel tentativo di spaventarla, ma le ha sparato accidentalmente un colpo alla nuca, ha scritto.

Non volevo ucciderla, affermò Bledsoe.

Ma la lettera non spiegava perché avesse sparato alla ragazza altre tre volte e poi avesse nascosto il suo corpo in un mucchio di spazzatura.

Sulla sua libertà, Floyd ha scritto: Sembrava una gioia. Sono uscito alle 15:30 e sono andato in un ristorante per festeggiare con i miei avvocati e stagisti. Non potrei ringraziarli abbastanza