Seleziona una pagina

Porton (nella foto) ha ucciso le sue due giovani figlie perché hanno interferito con il suo lavoro di prostituta e ora rischia l'ergastolo

Una madre che ha ucciso i suoi due bambini piccoli perché si erano messi in mezzo al suo lavoro di prostituta rischia l'ergastolo dopo essere stata dichiarata colpevole dei loro omicidi.

La modella part-time Louise Porton, 23 anni, ha soffocato Lexi Draper, tre, e strangolata Scarlett Vaughan, 16 mesi, solo 18 giorni dopo.

La madre single, che si guadagnava da vivere dormendo con uomini conosciuti online e inviando loro foto e video espliciti, è stata oggi dichiarata colpevole di due capi di omicidio.

Porton ha affermato che le sue figlie sono morte naturalmente ma si sono comportate come se qualcuno avesse perso il loro pesce rosso quando è stata informata della loro morte.

È rimasta con la faccia da poker quando i giurati hanno restituito i verdetti dopo un processo di quattro settimane.

I giurati hanno sentito che Porton aveva accettato 41 richieste di amicizia su un'app di appuntamenti appena il giorno dopo la morte del primo figlio Lexi, ed è stato descritto dai pubblici ministeri come calmo e privo di emozioni dopo la morte di Scarlett.

Quando Lexi era malata in ospedale, poco più di una settimana prima di morire, Porton ha scattato foto in topless nei bagni e stava organizzando atti sessuali per soldi con un uomo che aveva incontrato tramite un sito web.

Lexi Draper (a sinistra) e Scarlett Vaughan (a destra) sono state uccise dalla madre all'inizio dello scorso anno

Il 23enne ha soffocato Lexi nelle prime ore del 15 gennaio dello scorso anno ed è stato poi sentito ridere in un'impresa di pompe funebri due giorni prima di uccidere Scarlett poco più di due settimane dopo, il 1 febbraio.

Louise Porton, 23 anni, è stata dichiarata colpevole di aver ucciso le figlie Lexi e Scarlett

I pubblici ministeri hanno detto che era sembrato a un organizzatore di funerali che Porton stesse usando FaceTime e che stesse parlando con un uomo.

Ai giurati è stato detto che dopo che la polizia le ha sequestrato il telefono, hanno scoperto le ricerche, incluso il tempo impiegato da un cadavere per raffreddarsi fino alla spalla e cinque cose strane che accadono quando muori.

Aprendo il caso Crowns all'inizio del processo, il pubblico ministero Oliver Saxby QC ha detto: L'inferenza schiacciante è che Lexi e Scarlett sono morte perché qualcuno ha deliberatamente interferito con la loro respirazione.

Che qualcuno può essere stato solo questo imputato.

Entrambi i bambini avevano sintomi coerenti con un'ostruzione deliberata delle vie aeree e Scarlett aveva segni di sanguinamento recente nel tessuto del collo, indicativi di compressione del collo, hanno sentito i giurati.

Saxby ha affermato che i medici specialisti non sono riusciti a trovare una ragione naturale per la morte di entrambi i bambini.

Nella foto: le riprese delle telecamere a circuito chiuso mostrano Louise Porton che si ferma a una stazione di servizio mentre portava sua figlia, Scarlett, in ospedale la notte in cui è morta

Louise Porton è raffigurata con Scarlett in hotel. La modella di 23 anni è stata condannata per aver ucciso i suoi due figli

Questo filmato della CCTV mostra che Porton ha portato a casa le sue due figlie il giorno prima che una, Lexi, morisse

Porton conduce sua figlia a casa sua il giorno prima della morte di Lexi. L'assassino è stato condannato per l'omicidio di entrambe le sue figlie

Quasi due settimane prima della sua morte, Lexi era stata portata in ospedale il 2 gennaio e poi il 4 gennaio, ma era stata mandata a casa con antibiotici per un'apparente infezione al torace.

I pubblici ministeri hanno detto che mentre era in ospedale con la figlia malata, Porton è andata in bagno e ha scattato foto in topless.

È stato nei giorni successivi al dimesso di Lexi il 4 gennaio, l'accusa ha affermato che la madre ha cercato online se si può davvero morire se si ha il naso chiuso e si copre la bocca con del nastro adesivo.

Porton ha anche cercato quanto tempo dopo l'annegamento si può rianimare qualcuno? e ha avuto accesso a un articolo intitolato Toddler riportato in vita dopo essere quasi annegato, hanno sentito i giurati.

La Crown ha affermato che Lexi era morta da tempo prima che una chiamata al 999 fosse effettuata da casa sua il 15 gennaio, con il signor Saxby che indicava le prove delle ricerche sul web di Portons.

Porton, raffigurato in uno schizzo del tribunale il 26 giugno

Dopo il crollo fatale di Scarlett, Porton ha detto alla polizia che era del tutto falso suggerire che la bambina fosse già morta quando è stata registrata dalle telecamere a circuito chiuso che trasportava la bambina da un hotel, a Rugby, dove si trovava.

Ma il paramedico che ha risposto alla successiva chiamata al 111 non di emergenza fatta da Porton, ha descritto la ragazza congelata e completamente senza vita quando è arrivato.

La CCTV ha mostrato Porton che faceva rifornimento di benzina durante il periodo in cui i giurati hanno sentito che Scarlett era già morta.

Il primo giorno del processo è stato detto che da agosto 2016 fino all'inizio di novembre 2017, Porton ha vissuto in un indirizzo a Willenhall, vicino a Walsall, dove la sua padrona di casa trascorreva sempre più tempo a prendersi cura di Lexi e Scarlett mentre la madre si occupava di socialità invece di cercare dopo di loro.

La padrona di casa ha rilasciato una dichiarazione alla polizia dicendo che Porton stava facendo tutto il possibile per non averli con sé.

Ammettendo che essere una giovane madre di due bambini piccoli avrebbe messo un peso sull'imputato, il sig. Saxby ha aggiunto: Senza dubbio, avrebbe avuto bisogno di tempo per se stessa.

Ma, nel contesto di quanto sarebbe poi accaduto nel contesto di due morti inspiegabili coerenti con un'ostruzione deliberata delle vie aeree, è difficile non trarre la conclusione che, per l'imputata, a volte, i suoi due figli si sono messi in mezzo a lei cosa voleva, quando voleva e con chi voleva.

Porton aveva sempre negato di aver commesso errori, dicendo alla polizia in una dichiarazione preparata: i miei figli non sono mai stati un inconveniente per me e ho adattato il mio stile di vita e la vita personale intorno a loro.

Ancora non so come siano morte le mie figlie, o cosa l'abbia causato.

Porton, ex di Skiddaw, Rugby, Warwickshire, sarà condannato venerdì dalla signora Justice Yip.