Seleziona una pagina

Una controversa influencer ha soprannominato la bambina poster per cosa non fare in una pandemia ha ricevuto $ 350.000 in fondi di soccorso per il coronavirus per la sua linea di moda rilanciata.

Arielle Charnas, 33 anni, ha 1,3 milioni di follower su Instagram, gestisce un marchio del valore di $ 45 milioni e si crede che lei stessa valga circa $ 2,5 milioni

Eppure è stato riferito che ha approfittato dei prestiti del Paycheck Protection Program (PPP) per il suo marchio Something Navy.

I prestiti PPP sono prestiti perdonabili di denaro pubblico per aiutare le piccole imprese a continuare a pagare i propri dipendenti durante la crisi del coronavirus, che ha visto la disoccupazione raggiungere livelli record.

Page Six riporta che Charnes ha ottenuto un prestito da $ 150.000 a $ 350.000 tramite JPMorgan e Chase il 13 aprile, 10 giorni dopo il lancio del programma di prestito.

Charnas ha rilanciato il suo marchio di moda Something Navy il 13 luglio e ha incassato 1 milione di dollari in soli 30 minuti, secondo l'influencer e CEO del marchio Matt Scanlan.

La velocità e la velocità delle vendite hanno completamente rotto il nostro back-end, ha detto Scanlan al Glossy Podcast.

Arielle Charnas, nella foto, ha 1,3 milioni di follower su Instagram, gestisce un marchio del valore di $ 45 milioni e si crede che lei stessa valga circa $ 2,5 milioni. Nonostante ciò, secondo quanto riferito, il 13 aprile ha richiesto un prestito PPP da $ 150.000 a $ 350.000 tramite JPMorgan e Chase

Il prestito è stato fatto a Something Navy, registrato a casa sua a New York City. Ha detto che ha mantenuto 25 dipendenti nella sua domanda.

Prima del rilancio, il marchio vendeva esclusivamente su Nordstrom, ma ora vende direttamente ai consumatori e sfrutta la presenza dell'influencer di Charnas per commercializzare i suoi prodotti.

Il rilancio è stato ritardato a causa della pandemia di coronavirus, ma Something Navy sta ora operando dopo un round di finanziamento di 10 milioni di dollari, che ha valutato l'attività a circa 45 milioni di dollari.

Il miliardario di Hong Kong Silas Chou, insieme a Box Group, M3 Ventures, Silas Capital, Third Kind Venture Capital e la co-fondatrice di Rent the Runway Jennifer Fleiss sono tutti investitori nel marchio.

A marzo, ha suscitato indignazione pubblica quando ha usato i suoi contatti per ottenere un test del coronavirus quando molti hanno ritenuto quasi impossibile ottenerne uno.

Charnas ha rivelato di aver chiesto un favore a un amico medico per sottoporsi a un test COVID-19 nonostante le carenze in tutto il paese.

Il Paycheck Protection Program (PPP) è stato istituito per aiutare le piccole imprese a mantenere i propri dipendenti sul libro paga. Il prestito è stato fatto al marchio Charnas Something Navy registrato nella sua casa di New York City. Ha detto che ha mantenuto 25 dipendenti nella sua domanda

Il test è risultato positivo. Nei giorni seguenti Charnas, i suoi due figli e la loro tata si sono recati nella sua villa negli Hamptons, dove ha pubblicato le foto di se stessa fuori vicino a una piscina, scrivendo Aria fresca in una delle didascalie.

Dopo aver affrontato le critiche online, mentre continuava a pubblicare video e immagini di se stessa in giro in pubblico, l'influencer si è rivolta al suo account Instagram per scusarsi.

Ha anche condiviso il suo orrore e sconvolto per il contraccolpo che lei e la sua famiglia hanno dovuto affrontare, rivelando di aver persino ricevuto minacce di morte

In una serie di video di Instagram Stories che si ritiene siano stati girati a casa degli Hamptons, l'influencer si scusa in lacrime con la sua comunità per qualsiasi turbamento causato.

Volevo solo venire qui e dire, mi dispiace. In un milione di anni non ho mai voluto fare del male a nessuno, e non ero una persona cattiva, ha detto, scoppiando in lacrime mentre parlava.

Mi dispiace per chiunque abbia offeso o ferito nelle ultime due settimane. Stavo solo cercando di attraversare questo momento difficile, come sono sicuro che lo siano così tante persone, e mi dispiace solo di aver deluso la mia comunità in alcun modo.

Parlando: l'influencer Arielle Charnas ha pubblicato un video di scuse in lacrime su Instagram dopo essere stata sbattuta per aver tagliato la linea per ottenere un test COVID-19 e poi essersi rifiutata di autoisolarsi

Ha poi continuato rivelando il tributo che il contraccolpo ha avuto sulla sua famiglia, aprendosi sulle minacce che hanno ricevuto sulla scia della controversia.

In questo momento sto solo cercando di concentrarmi sulla mia famiglia perché abbiamo ricevuto minacce orribili, ha detto. Ho solo sentito che era giunto il momento per me di condividere la mia verità, cosa che ho fatto, ed è ora fuori

Ho fatto ogni sforzo per fare la cosa giusta durante questo processo e spero solo che possiate vederlo nonostante gli errori che ho commesso.

Sto pensando a tutti voi e spero che tutti rimangano sani e salvi.

Ha quindi affrontato l'aspra reazione alla sua ammissione che anche la tata dei suoi figli aveva contratto il virus mentre lavorava con la famiglia, insistendo sul fatto che a lei e a suo marito non erano state raccomandate linee guida per l'infanzia per aiutarli a capire come prendersi cura delle loro ragazze.

Che fine ha fatto l'isolamento? Arielle si è recata in una casa in affitto negli Hamptons durante la crisi del coronavirus, nonostante sia risultata positiva al COVID-19

Charnas ha aggiunto che alla loro tata è stata data la possibilità di tornare a casa, ma ha detto di aver scelto di mettersi in quarantena con i Charnas piuttosto che rischiare di infettare potenzialmente gli altri insistendo sul fatto che l'assistente all'infanzia fa parte della famiglia e sarebbe stata pagata indipendentemente dal fatto che fosse rimasta o meno. Lavorando.

Le scuse emotive sono arrivate pochi giorni dopo che un utente di Twitter chiamato Sophie Ross ha documentato le molte decisioni controverse che l'influencer aveva preso in un thread virale sul sito di social media.

Nei suoi tweet, Sophie ha documentato come Charnas abbia alimentato le fiamme della furia online viaggiando con tutta la sua famiglia in una casa in affitto negli Hamptons, ignorando completamente le richieste di un'auto-quarantena di 14 giorni dopo essere risultata positiva nel mezzo della crisi in New York.