Seleziona una pagina

RIVELATO: Bronwen Williams, 34 anni, ha dato alla luce una bambina mentre era dietro le sbarre il mese scorso

L'identità dell'insegnante sposata della Sydney Grammar School incarcerata per sesso con un ragazzo di 17 anni affidato alle sue cure può essere rivelata dopo che un'ingiunzione del tribunale è stata revocata.

Bronwen Williams, 35 anni, può essere chiamato dopo che un giudice del tribunale distrettuale del New South Wales ha respinto l'offerta di mantenere la sua identità nascosta il 1 giugno.

L'ex insegnante Williams ha dato alla luce la bambina del marito dietro le sbarre circa un mese fa.

Ma le è già stato detto che non sarà in grado di tenere il bub con sé in prigione, ha affermato un rapporto di Fairfax Media.

Williams ha fatto sesso con la studentessa in aule libere, ripostigli e nel suo appartamento per tre mesi nel 2016.

Ha detto al suo studente che era un fottuto mostro per le sue azioni, hanno detto i messaggi offerti in tribunale.

Durante un incontro, la coppia ha mangiato un gelato sul divano e ha guardato Chi ha incastrato Roger Rabbit? prima di avere rapporti sessuali.

Mezz'ora dopo, l'insegnante sposata di 33 anni e il suo studente di 17 anni si sono annoiati e hanno deciso di farlo di nuovo, hanno detto i documenti del tribunale.

Williams (sopra) ha detto al ragazzo che era un fottuto mostro per le sue azioni, hanno detto i messaggi offerti in tribunale

Al tribunale distrettuale è stato detto che Williams (a sinistra, a destra) ha fatto sesso con il ragazzo in aule libere, ripostigli e nei suoi appartamenti

Gli scambi di testo tra l'insegnante e lo studente nell'aprile 2016 includevano l'insegnante che diceva che al suo cane mancava il ragazzo

A febbraio, Williams è stato incarcerato dal giudice Paul Lakatos per almeno sette mesi, il quale ha descritto la coppia come una coppia di anime perse.

La vittima si è sentita molestata, perseguitata e dominata da Williams, ha sentito la corte. L'ex insegnante singhiozzava durante le udienze di condanna alla fine dell'anno scorso.

Il Daily Mail Australia aveva precedentemente rivelato che l'insegnante era stato avvertito quattro volte di comportamenti inappropriati con gli studenti della scuola.

Si è incontrata per la prima volta con la scuola nel settembre 2013 più di due anni prima di fare sesso con il ragazzo per ricordare la politica di protezione dell'infanzia nelle scuole.

L'insegnante e lo studente hanno continuato a scambiarsi messaggi dopo aver smesso di fare sesso

L'insegnante ha chiesto aiuto tramite SMS allo studente con cui ha avuto rapporti sessuali

Il giorno successivo le è stata inviata una lettera dalla scuola che illustrava in dettaglio la politica.

Tale politica affermava: in nessuna comunicazione con i ragazzi della scuola, scritta o parlata, o elettronica, non devi fare riferimenti sessuali o utilizzare termini con ovvie connotazioni sessuali

Questo divieto include battute, aneddoti e altre questioni e copre tutti i contesti in cui interagisci con i ragazzi, comprese le lezioni, i tutorial e le conversazioni private.

L'insegnante della Sydney Grammar School (nella foto) ha anche detto alla studentessa che non riusciva a dormire, mangiare o respirare dopo aver ferito l'adolescente

Il mese successivo, l'insegnante ha incontrato di nuovo la scuola a seguito di una denuncia per il suo comportamento inappropriato nei confronti degli studenti ed è stata avvertita di uno schema relativo alle sue azioni.

Alla fine del 2014 l'insegnante è stato rimproverato dalla scuola per aver svolto un ruolo pastorale troppo stretto con uno studente maschio con problemi di salute mentale.

Secondo i documenti del tribunale, la scuola e l'insegnante hanno discusso su come evitare che gli studenti si rivolgessero a lei per un sostegno speciale.

È stata informata della necessità di un approccio più professionale e le è stato ricordato che la scuola consente l'uso dei telefoni esclusivamente nelle attività scolastiche per i contatti solo se necessario.

L'ex insegnante ha denunciato i reati sessuali presso il tribunale locale di Downing Center

Nonostante tutti questi avvertimenti, la donna ha iniziato a fare sesso con uno studente di 17 anni nel gennaio 2016 e ha continuato a farlo per circa tre mesi.

Ha persino scritto in un rapporto ai suoi genitori che era un piacere insegnare.

Più tardi, a corte, Williams ha rivelato di sapere che quello che aveva fatto era sbagliato e di provare una vergogna duratura.

COME HA RISPOSTO IL RAGAZZO DELLA SCUOLA AL SUO INSEGNANTE?

lun 25.4.16 alle 10:49

Il ragazzo: Mi dispiace che sia stato così duro con te. lo sono davvero. È stata dura anche per me, ma quel periodo è stato in gran parte sfalsato prima del tuo. Non credo di avere in me la capacità di aiutarti a superare questo, e so che è particolarmente difficile da soli, ma temo che sarà così. Ho adottato un approccio distruttivo per ricordare il nostro passato, ma questo è ciò che è utile per me superarlo. Conserva tutti i ricordi che desideri, se questa è la chiave della tua felicità.

Ma questo non dovrebbe cambiare il modo in cui mi avvicineresti o mi tratteresti, perché dobbiamo andare avanti. Guardami come un altro volto nella folla. Non guarderò indietro con malizia, o con il desiderio di allontanarmi da te. Ci siamo amati entrambi per un po' e non lo dimentico. Questo non è un gesto di amicizia, perché, pur non distanziando me stesso, non cercherò nemmeno di fare il contrario.

Chiamala compassione se vuoi, ma questo fa sembrare che tu sia una vittima qui, il che non è un approccio particolarmente utile, né accurato, nella mia mente. Per favore, cerca di essere felice. Non c'è alcun motivo realistico per la paranoia, perché posso assicurarti che ogni pericolo per te è scomparso. Ma questo dipende dal fatto che andiamo avanti, e spero davvero che tu possa farlo.

Perché sei una persona fantastica, un insegnante fantastico e porti luce nel mondo attraverso la tua passione per quello che fai. Non lasciare che questo finisca per essere un danno collaterale per l'amore perso o per i ponti bruciati. Dobbiamo essere costruttivi qui. So che questa è la parte più difficile, ma credimi quando dico che sto lottando anche con quella. Ma questo non è un motivo per non farlo.

Combatti la buona battaglia. Fallo perché è difficile e perché è importante. Io credo in te, e credo che tu possa. Sarò qui per contattarmi, ma molto raramente devo sottolineare. Qualsiasi altro finisce per essere contro-intuitivo e la causa del dolore. Raccogli te stesso e i pezzi, se necessario. Se ci sono altri cliché utili a cui non ho pensato, pensaci tu stesso. Meglio ancora, fai una lista.

Maggiori informazioni su DailyMail.co.uk

  • Categorie
  • Tag

Notizia