Seleziona una pagina

Il Golden State Killer mercoledì si è trovato faccia a faccia con l'ex fidanzata di cui ha urlato il nome durante gli stupri dopo che lei lo aveva scaricato da adolescente.

Bonnie Ueltzen era in tribunale per ascoltare il secondo giorno dell'udienza di condanna di Joseph DeAngelos, quattro decenni dopo aver commesso 13 omicidi noti e dozzine di stupri che hanno attraversato gran parte della California.

DeAngelo, 74 anni, a giugno si è dichiarato colpevole di tutti i 13 capi di imputazione per omicidio, 13 capi di imputazione per sequestro di persona e ha confessato 161 reati non imputati, molti dei quali erano stupri che vanno oltre la prescrizione.

Ueltzen, che era fidanzata con DeAngelo all'inizio degli anni '70 prima di interromperlo, non le è stato permesso di parlare in tribunale poiché non è elencata come vittima dei suoi crimini, ma si è unita alla vittima di stupro Jane Carson-Sandler.

Bonnie Ueltzen, a destra, che era fidanzata con DeAngelo all'inizio degli anni '70 prima di interromperlo, non è stato autorizzato a parlare in tribunale ma si è unita alla vittima di stupro Jane Carson-Sandler, a sinistra

Presentando Ueltzen, Carson-Sandler ha detto: Voglio anche ringraziare in modo particolare un amico che mi accompagna qui oggi. Quell'amica è Bonnie.

Se Bonnie fosse in grado di parlare con Joe, vorrebbe che tu conoscessi Joe che appena un'adolescente 50 anni fa ha rotto il suo fidanzamento con te quando si è resa conto che eri diventato manipolatore e violento.

Nemmeno una pistola puntata in faccia potrebbe farle scegliere te.

In piedi in prima fila, Bonnie si tolse la maschera facciale in modo che DeAngelo potesse vederla in faccia e guardarlo negli occhi.

Joseph James DeAngelo si è trovato faccia a faccia con l'ex fidanzata di cui ha urlato il nome durante gli stupri dopo che lei lo aveva scaricato da adolescente il secondo giorno delle dichiarazioni sull'impatto della vittima

Durante la testimonianza, l'assassino si è seduto in una tuta arancione da carcere, fissando dritto davanti a sé e indossando una maschera come protezione contro il coronavirus.

Ueltzen poi Bonnie Jean Colwell era fidanzata con DeAngelo all'inizio degli anni '70, ma lei interruppe ed entrambi continuarono a sposare altre persone.

Ma lei chiaramente depredava la sua mente. Durante almeno una delle sue serie di attacchi, l'assassino si è sdraiato accanto alla sua vittima dopo averla violentata e singhiozzando: ti odio. Ti odio. Ti odio, Bonnie.

Jane Carson-Sandler affronta Joseph James DeAngelo durante il secondo giorno di dichiarazioni sull'impatto delle vittime al tribunale della contea di Gordon D. Schaber Sacramento mercoledì

Nel complesso, ha ammesso di aver danneggiato 87 vittime in 53 scene del crimine separate in 11 contee della California in un patteggiamento che gli risparmia la pena di morte, hanno detto i pubblici ministeri.

La sua condanna, prevista venerdì dopo tre giorni di testimonianze delle sue vittime e dei suoi sopravvissuti, pone fine a una sinistra saga lunga decenni di rapimenti, stupri e omicidi.

Carson-Sandler ha detto alla corte mercoledì: DeAngelo, voglio che mi guardi e voglio che ricordi quello che dico.

Non hai distrutto la mia vita con il tuo comportamento codardo, crudele e malato.

Un quarto di me, essendo cristiano, voglio dirti che Dio abbia pietà della tua anima. Poi ci sono altri tre quarti di me che vogliono dirti, amico, marcisci all'inferno.

DeAngelo, 74 anni, a giugno si è dichiarato colpevole di tutti i 13 capi di imputazione per omicidio, 13 capi di imputazione per sequestro di persona e ha confessato 161 reati non imputati, molti dei quali erano stupri che vanno oltre la prescrizione

Durante la testimonianza, l'assassino si è seduto in una tuta arancione da carcere, fissando dritto davanti a sé e indossando una maschera come protezione contro il coronavirus

Anni prima che DeAngelo fosse sospettato di aver iniziato il suo regno del terrore, ha incontrato Bonnie Colwell quando erano entrambi studenti al Sierra College di Rocklin, in California, a 20 miglia da Sacramento.

Abbiamo sempre pensato che ci fosse una Bonnie importante nella sua vita, potrebbe essere una madre, una moglie, una ragazza, una cotta d'infanzia, ha detto a The Mercury News Paul Holes, un investigatore che ha esaminato il caso per anni.

Sicuramente se sta facendo la dichiarazione, ti odio, Bonnie, mentre sta attaccando un'altra donna, è quello che chiamiamo uno stupratore di rappresaglia con rabbia. Invece di dirigere la sua rabbia per ciò che lo sta facendo arrabbiare, la dirige lateralmente su qualcun altro per essere in grado di soddisfare quella rabbia, ha detto Holes.

La coppia non si è mai sposata. Invece, DeAngelo avrebbe sposato Sharon Huddle nel 1973. Alla fine hanno avuto tre figli, ma la coppia si sarebbe separata negli anni '90.

Molte vittime hanno detto che pensavano che la loro opportunità non sarebbe mai arrivata poiché l'ex agente di polizia apparentemente è scomparso dopo ogni crimine, confondendo gli investigatori fino a quando non è stato arrestato nel 2018 utilizzando una nuova forma di tracciamento del DNA.

Altri hanno pianificato di raccontare mercoledì e giovedì al giudice della Corte superiore della contea di Sacramento Michael Bowman come i crimini di DeAngelos abbiano cambiato le loro vite.

Gay Hardwick, a sinistra, è confortata dal coniuge Bob Hardwick, al centro, e dal procuratore distrettuale della contea di San Joaquin Tori Verber Salazar durante il secondo giorno delle dichiarazioni sull'impatto delle vittime con Joseph James DeAngelo presente

La vittima di stupro Gay Hardwick ha detto mercoledì: Ho sentito che potrebbe essere stato maltrattato da bambino, che ha vissuto cose tristi nella sua vita, che ha dovuto muoversi molto, che la sua fidanzata lo ha abbandonato.

Ma molte persone attraversano brutti momenti e non diventano stupratori seriali e assassini.

L'unica volta che DeAngelo ha guardato dall'alto in basso mercoledì è stata durante la testimonianza della sua vittima più giovane, Mary Berwert, che aveva 13 anni quando l'ha violentata.

Il giudice Bowman condannerà DeAngelo all'ergastolo venerdì con un patteggiamento che consente a DeAngelo di evitare la pena di morte.

A giugno, DeAngelo si è dichiarato colpevole di 13 omicidi e 13 accuse di stupro tra il 1975 e il 1986. Ha anche ammesso pubblicamente altre dozzine di aggressioni sessuali per le quali era scaduto il termine di prescrizione.

È davvero un mostro malvagio senza anima, Patti Cosper, la figlia della sopravvissuta allo stupro Patricia Murphy, ha letto dalla dichiarazione di sua madre.

DeAngelo come agente di polizia per il Dipartimento di Polizia di Exeter, nei primi anni '70

Lisa Lilienthal ha descritto DeAngelo come un sadico uomo nero mentre testimoniava in video sull'attacco a cui ha assistito sua madre.

I soprannomi di DeAngelos illustravano la portata dei suoi crimini: Visalia Ransacker, ritenuto responsabile di circa 100 furti con scasso e un omicidio nella cittadina agricola della San Joaquin Valley; lo stupratore dell'area est; l'Original Night Stalker; e infine, il Golden State Killer quando gli investigatori hanno finalmente collegato i crimini che si estendevano in gran parte dello stato.

La famiglia di Debbie Strauss, morta nel 2016, ha raccontato quella che è diventata la firma che ha segnato i crimini di DeAngelos dopo che è passato ad attaccare le coppie invece di donne e ragazze single.

Avrebbe costretto le sue vittime a legarsi con i lacci delle scarpe, quindi bilanciare le piastre sulla schiena dell'uomo con l'avvertimento che avrebbe ucciso entrambe le vittime se avesse sentito le piastre tremare mentre violentava la donna.

Ha passato ore a far piovere il suo terrore attraverso minacce e abusi indicibili. Lasciava le sue vittime tremanti di paura mentre andava in cucina a mangiare, solo per tornare e poi gli abusi e la viltà ricominciavano da capo, ha detto la madre di Strauss, Dolly Kreis.

THE GOLDEN STATE KILLER: COME UN VET DEL VIETNAM DIVENTATO POLIPODO È FACILE A CAUSA DI STUPRO, FUSIONE, RAPIMENTO E OMICIDIO PER DECENNI PRIMA DI ESSERE RACCOLTO DA UN SITO GENEALOGICO

DeAngelo Jr., un ex poliziotto, è sfuggito alle forze dell'ordine per decenni fino a quando il suo DNA non è stato collegato ai crimini tramite GEDMatch.com, un sito Web di genealogia a cui uno dei suoi parenti aveva inviato il proprio DNA.

CRIMINI DI DANGELOS

1974-1975: 120 furti a Visalia e dintorni

18 giugno 1976: aggressione/stupro sessuale, Rancho Cordova

17 luglio 1976: aggressione/stupro sessuale, Carmichael

29 agosto 1976: furto con scasso, tentata violenza sessuale, Rancho Cordova

4 settembre 1976: aggressione sessuale/stupro, Carmichael

5 ottobre 1976: aggressione sessuale/stupro, Citrus Heights

9 ottobre 1976: aggressione sessuale/stupro, Rancho Cordova

18 ottobre 1976: aggressione sessuale/stupro, Carmichael

18 ottobre 1976: furto d'auto, Rancho Cordova

10 novembre 1976: rapimento, Citrus Heights

18 dicembre 1976: aggressione sessuale/stupro, Carmichael

18 gennaio 1977: aggressione sessuale/stupro, Sacramento

24 gennaio 1977: aggressione sessuale/stupro, Citrus Heights

7 febbraio 1977: aggressione sessuale/stupro, Carmichael

16 febbraio 1977: aggressione, tentato omicidio, Sacramento

8 marzo 1977: aggressione/stupro sessuale, Sacramento

18 marzo 1977: aggressione/stupro sessuale, Rancho Cordova

2 aprile 1977: aggressione/stupro sessuale, Orangevale

15 aprile 1977: aggressione sessuale/stupro, Carmichael

3 maggio 1977: aggressione/stupro sessuale, Sacramento

5 maggio 1977: aggressione sessuale/stupro, Orangevale

14 maggio 1977: aggressione sessuale/stupro, Citrus Heights

17 maggio 1977: aggressione sessuale/stupro, Carmichael

28 maggio 1977: aggressione/stupro sessuale, Sacramento

6 settembre 1977: aggressione sessuale/stupro, Stockton

1 ottobre 1977: aggressione/stupro sessuale, Rancho Cordova

21 ottobre 1977: aggressione/stupro sessuale, Sacramento

29 ottobre 1977: aggressione/stupro sessuale, Sacramento

10 novembre 1977: aggressione sessuale/stupro, Sacramento

2 dicembre 1977: Tentata violenza sessuale, Sacramento

28 gennaio 1978: aggressione sessuale/stupro, Carmichael

29 gennaio 1979: aggressione sessuale/stupro, Carmichael

2 febbraio 1978: Brian e Katie Maggiore vengono uccisi, Rancho Cordova

18 marzo 1978: aggressione/stupro sessuale, Stockton

14 aprile 1978: Violenza/stupro sessuale, Sacramento

5 giugno 1978: Violenza/stupro sessuale, Modesto

7 giugno 1978: violenza sessuale/stupro, Davis

23 giugno 1978: Violenza/stupro sessuale, Modesto

24 giugno 1978: violenza sessuale/stupro, Davis

6 luglio 1978: violenza sessuale/stupro, Davis

7 ottobre 1978: aggressione/stupro sessuale, Concord

13 ottobre 1978: aggressione/stupro sessuale, Concord

28 ottobre 1978: San Ramon

4 novembre 1978: violenza sessuale/stupro, San Jose

2 dicembre 1978: violenza sessuale/stupro, San Jose

8 dicembre 1978: aggressione/stupro sessuale (collegamento al DNA), Danville

18 dicembre 1978: violenza sessuale/stupro, San Ramon

20 marzo 1979: aggressione/stupro sessuale, Rancho Cordova

4 aprile 1979: aggressione/stupro sessuale, Fremont

2 giugno 1979: aggressione/stupro sessuale, Walnut Creek

11 giugno 1979: aggressione/stupro sessuale (collegamento al DNA), Danville

25 giugno 1979: aggressione/stupro sessuale, Walnut Creek

5 luglio 1979: Tentata violenza sessuale, Danville

1 ottobre 1979: Tentativo di aggressione sessuale/omicidio (senza DNA) Goleta

30 dicembre 1979: 2 persone uccise, Goleta

13 marzo 1980: aggressione/stupro sessuale, Lyman e Charlene Smith furono uccise (collegamento DNA), Ventura

19 agosto 1980: aggressione/stupro sessuale, Keith e Patrice Harrington uccisi, Dana Point

5 febbraio 1981: aggressione/stupro sessuale, uccisa Manuela Witthuhn (collegamento DNA), Irvine

27 luglio 1981: 2 persone uccise (collegamento DNA), Goleta

4 maggio 1986: aggressione/stupro sessuale, Janelle Cruz uccisa (collegamento DNA) Irvine

Sebbene la sua vera identità sia rimasta un mistero fino ad allora, i suoi crimini gli sono valsi una serie di nomi inquietanti.

In primo luogo, era Visalia Ransacker, un ladro che ha devastato le case delle persone dal 1974 al 1975, rubando oggetti personali e spargendo biancheria intima femminile sulle scene del crimine.

Successivamente, è stato lo stupratore dell'area est, un oscuro predatore che ha aggredito dozzine di donne tra il 1976 e il 1979.

Tra furti e stupri, iniziò a uccidere, guadagnandosi il nome di Golden State Killer e Original Nightstalker.

Ciò che ha innescato le sue tendenze sadiche rimane in gran parte un mistero.

DeAngelo è cresciuto seguendo suo padre Airman americano in giro con sua madre e sua sorella.

Poco si sa della sua educazione oltre al fatto che un tempo erano di stanza in Germania.

Il figlio di sua sorella, Jesse Ryland, ha raccontato in passato come DeAngelo vedesse spesso suo padre picchiare sua madre, Kathleen.

Ha anche affermato di aver assistito allo stupro di sua sorella da parte di due aviatori quando lei aveva solo sette anni e lui nove.

Ryland ha ipotizzato che potrebbe essere stato il catalizzatore della sua ossessione per lo stupro più avanti nella vita. DeAngelo non l'ha mai commentato.

La famiglia tornò negli Stati Uniti e si stabilì sulla costa occidentale durante l'adolescenza di DeAngelo.

Suo padre fu inviato all'estero in Corea in seguito, ma lui, sua madre e sua sorella rimasero. Sua madre, secondo un profilo del Los Angeles Times nel 2018, ha iniziato a vedere un uomo sposato che aveva la sua famiglia.

Ha lasciato DeAngelo incaricato di prendersi cura dei suoi fratelli più piccoli.

Gli ex amici d'infanzia hanno raccontato come avrebbe cercato di adattarsi alle loro famiglie come se fossero le sue.

Si è diplomato alla Folsom Senior High School nel 1964 ed è entrato a far parte della Marina, lavorando come addetto al controllo dei danni a bordo della Canberra durante la guerra del Vietnam.

Non si conoscono altri dettagli della sua carriera militare.

Un articolo del 1967 su The Auburn Journal, il giornale locale dove vivono i suoi genitori, lo descrive come un ventunenne che deve tornare a casa in congedo.

Dopo essere tornato negli Stati Uniti dal Vietnam, ha incontrato Bonnie Colwell, una studentessa di scienze che alla fine gli ha spezzato il cuore.

Lui e Bonnie erano una volta fidanzati, ma lei ha rotto nel 1971.

Quando è stato arrestato nel 2018, Bonnie si è nascosta.

La successiva pietra miliare conosciuta di DeAngelo non fu fino al 1972, quando si laureò in giustizia penale alla California State University.

Da lì, è entrato a far parte del dipartimento di polizia di Exeter dove ha lavorato come ufficiale nell'unità antifurto.

È in questo lavoro che ha imparato a commettere lui stesso furti apparentemente perfetti.

Fu anche mentre lavorava lì che sposò Sharon Marie Huddle.

La coppia ha avuto tre figlie, che ora sono tutte adulte.

Tra il 1974 e il 1975, una figura che divenne nota come Visalia Ransacker realizzò più di 120 furti con scasso nella zona. Per decenni, la sua identità era sconosciuta.

Quando DeAngelo è stato arrestato nel 2018 per gli omicidi e gli stupri di dozzine di altri, è stato rapidamente legato ai crimini di Visalia Ransacker e ne è stato accusato.

La sua firma, durante il furto con scasso, era di lasciare la biancheria intima delle donne sparpagliata sulle scene del crimine.

Nel 1975 è passato dal furto con scasso al tentato rapimento e poi all'omicidio, sparando a Claude Snelling che stava proteggendo la figlia adolescente, Elizabeth, dal rapimento.

Elizabeth, 16 anni, si svegliò alle 2 del mattino dell'11 settembre 1975 per vedere un uomo con un passamontagna, in piedi sopra il suo letto, che le diceva di andare con lui o di essere uccisa.

L'ha trascinata dalla sua stanza e fuori dalla porta sul retro della famiglia verso il loro posto auto coperto, ma è stato fermato da Snelling che si trovava in cucina in quel momento.

Elizabeth in seguito ricordò: Ho sentito un urlo e ho visto mio padre correre fuori dalla porta sul retro.

Il rapitore] mi ha buttato a terra e ha sparato a mio padre due volte. Poi mi ha puntato la pistola.

DeAngelo l'ha colpita con la pistola e l'ha presa a calci ma è fuggito. Snelling è morto mentre si recava in ospedale.

Nel 1976 lasciò il dipartimento di polizia di Exeter e iniziò a lavorare per il dipartimento di polizia di Auburn.

Fu allora che iniziò il suo implacabile stupro.

Tra il 1976 e il 1979 ha violentato decine di donne della zona.

Ha terrorizzato i quartieri in cui ha scelto i suoi bersagli e gli è valso il nome di stupratore dell'area orientale.

Una delle vittime ha ricordato come si è sdraiato accanto a lei dopo l'aggressione e singhiozzando: ti odio, ti odio, ti odio Bonnie.

DeAngelo è stato licenziato dal dipartimento di polizia nel 1979 dopo essere stato sorpreso a rubare un martello e un repellente per cani da una farmacia a Citrus Heights, una delle zone in cui avrebbe attaccato le donne.

Ha poi trascorso 27 anni lavorando presso un centro di distribuzione dei supermercati Save Mart, riparando camion, prima di andare in pensione nel 2017.

Non è chiaro quando, ma lui e sua moglie si sono separati qualche tempo prima del suo arresto nel 2018, che è stato uno shock per i suoi vicini e parenti.

È stata la prima volta che la polizia ha testato campioni di DNA trovati in alcune scene del crimine contro il DNA conservato da GEDMatch.

Uno dei parenti di DeAngelos aveva volontariamente inviato il proprio campione per saperne di più sui loro antenati.

Dal suo caso, è stata usata come tecnica di risoluzione dei crimini centinaia di volte.

I vicini di DeAngelos lo hanno descritto come irascibile, antipatico e un maledetto.

Mentre è stato accusato di 88 crimini, è stato anche esonerato in altri.

Tra i suoi stupri c'è l'aggressione di una ragazza di 13 anni che ha ricordato nei dettagli di essere stata aggredita mentre lui le puntava una torcia in faccia.

In un sussurro molto duro, diceva: vuoi morire?

Vuoi che uccida tua madre? Vuoi che le tagli la gola? ha detto Wardlow.

Gli ho risposto immediatamente, non mi interessa, e lui ha detto: stai zitto! Stai zitto! Stai zitto! Margaret Wardlow, che è stata violentata da lui nel 1977, è stata richiamata a Inside Edition dopo il suo arresto l'anno scorso.

La moglie ei figli di DeAngelo non hanno mai parlato dei suoi crimini.

Sua sorella è rimasta sbalordita quando è stato arrestato.

Per quanto sono sbalordito perché non l'ho mai visto mostrare alcun tipo di follia o qualcosa del genere, non riesco proprio a crederci.

Non ho mai visto nulla che mi permettesse di pensare che potesse fare queste cose, Rebecca Thompson, sua sorella maggiore, ha detto a The Sacramento Bee al momento del suo arresto.

GOLDEN STATE KILLERS TREDICI VITTIME DI OMICIDIO

Claude Snelling: 11 settembre 1975

Claude Snelling

11 settembre 1975

Il professore di giornalismo Claude Snelling, 45 anni, stava dormendo nella sua casa a Visalia, in California, quando ha sentito uno strano rumore all'esterno verso le 2 del mattino.

Si precipitò fuori per trovare un uomo mascherato che trascinava via sua figlia Elizabeth di 16 anni.

Il rapitore ha sparato a Snelling due volte, uccidendolo, ed è fuggito dalla scena a piedi, lasciando Elizabeth illesa.

In seguito ha raccontato come suo padre le ha salvato la vita.

DeAngelo l'aveva svegliata, in piedi sopra di lei con un passamontagna. Le disse di andare con lui o di rischiare la vita.

Ha detto che era sfocato ma che si ricordava di lui che la trascinava.

Il rapitore] mi ha buttato a terra e ha sparato a mio padre due volte. Poi mi ha puntato la pistola.

DeAngelo l'ha colpita con la pistola e l'ha presa a calci ma è fuggito. Snelling è morto mentre si recava in ospedale.

La sparatoria è stata collegata al lavoro del Visalia Ransacker, ritenuto responsabile di 102 furti con scasso nella zona, quando la balistica ha abbinato la pistola che ha ucciso Snelling a quella che era stata rubata in una precedente effrazione.

Brian e Katie Maggiore: 2 febbraio 1978

Brian e Katie Maggiore

2 febbraio 1978

Brian Maggiore, 21 anni, e sua moglie Katie, 20 anni, stavano portando a spasso il loro cane nel loro quartiere di Rancho Cordova, appena fuori Sacramento, il 2 febbraio 1978.

L'FBI ha detto che la coppia è stata inseguita prima di essere uccisa a colpi di arma da fuoco dal Golden State Killer.

Dr Robert Offerman e Alexandria Manning: 30 dicembre 1979

Il dottor Robert Offerman e Alexandria Manning

30 dicembre 1979

Il dottor Robert Offerman, 44 anni, e Alexandria Manning, 35 anni, sono stati uccisi in una casa a Goleta vicino a Santa Barbara.

Offerman, un chirurgo osteopatico, e Manning, uno psicologo clinico, avevano le mani legate con uno spago.

Lyman e Charlene Smith (a sinistra) e Patrice e Keith Harrington (a destra)

Lyman e Charlene Smith

13 marzo 1980

Lyman Smith, 43 anni, e sua moglie Charlene, 33 anni, sono stati picchiati a morte con un ceppo del camino nella loro casa della contea di Ventura.

Smith era un avvocato che era a pochi giorni dalla nomina a giudice. Sua moglie lavorava come cancelliera.

Patrice e Keith Harrington

19 agosto 1980

Patrice Harrington, 28 anni, e suo marito Keith, 25 anni, sono stati uccisi nella loro casa di Dana Point. La polizia ha detto che sono stati picchiati con uno strumento contundente.

Patrice era un'infermiera pediatrica e suo marito era uno studente di medicina all'UC Irvine.

Manuela Witthuhn (a sinistra) e Janelle Lisa Cruz (a destra)

Manuela Witthuhn

5 febbraio 1981

Manuela Witthuhn, 28 anni, è stata violentata e picchiata a morte nella sua casa di Irvine.

Era a casa da sola in quel momento perché suo marito era in ospedale per riprendersi da una malattia.

Cheri Domingo e Gregory Sanchez

Cheri Domingo e Gregory Sanchez

27 luglio 1981

Cheri Domingo, 35 anni, e Gregory Sanchez, 27 anni, erano seduti a casa a Goleta quando sono stati assassinati a letto.

Domingo è stata trovata con le mani legate e con gravi ferite alla testa. Sanchez è stato colpito a colpi di arma da fuoco e bastonato.

Janelle Lisa Cruz

4 maggio 1986

Janelle Cruz, 18 anni, è stata picchiata a morte nella casa della sua famiglia a Irvine. Era a casa da sola in quel momento e la polizia l'ha trovata sdraiata sul letto.

Un agente immobiliare che stava vendendo la casa di famiglia è stato il primo a scoprire il corpo dell'adolescente. Il sangue è stato trovato sparso in tutta la casa e la polizia ritiene che sia stata picchiata con una chiave inglese.