Seleziona una pagina

Sophie Pointon, 22 anni, ha detto agli agenti di polizia di essere stata aggredita sessualmente nel retro del taxi in cui era stata prelevata dopo una serata fuori nel centro di Leeds

Una studentessa di criminologia stava scherzando online con un'amica poco dopo aver accusato falsamente un tassista di palpeggiarla.

Sophie Pointon, 22 anni, il cui sogno era quello di diventare un agente di polizia, ha affermato falsamente di essere stata palpeggiata nel retro del taxi in cui era stata prelevata dopo una notte trascorsa a Leeds ed è stata incarcerata per 16 mesi.

Ha chiamato il 999 nelle prime ore del 22 aprile di quest'anno e ha continuato l'inganno firmando una dichiarazione in cui rendeva conto dell'attacco.

È emerso oggi che stava scambiando messaggi per scherzo con un'amica, Layla Rees, su Facebook poco dopo aver detto alla polizia di essere stata aggredita.

La signora Rees ha commentato una delle foto di Pointons con un cavallo: che cazzo sei pazzo.

Pointon ha risposto: mi scusi??

La signora Rees ha risposto: mi avete sentito attenborough (sic).

Pointon ha poi scherzato: tutt'uno con la natura, u ca**o urbano

La signora Rees ha detto: trovami dietro Aldi con me bag o tinnies.

E Pointon ha concluso lo scambio, dicendo: Evento normale standard.

I commenti scherzosi sono arrivati ​​pochi minuti dopo che aveva detto falsamente alla polizia di essere stata palpeggiata da un tassista padre di cinque figli che si era rifiutato di accettare una banconota da 10 studenti imbevuta di kebab per motivi religiosi.

L'uomo ha rivelato di essere stato evitato dalla sua comunità musulmana locale dopo che lei ha mentito dicendo che l'aveva aggredita sessualmente.

Il Leeds Crown Court ha sentito che l'autista, padre di cinque figli, è stato rintracciato e tenuto in custodia per sei ore.

In una dichiarazione d'impatto commovente ha descritto come le affermazioni avessero lasciato la sua vita a brandelli, ma le sue accuse spurie.

Il padre asiatico di cinque figli ha detto alla corte attraverso una dichiarazione d'impatto personale che era un musulmano praticante e le accuse lo avevano evitato.

È emerso oggi che stava scambiando messaggi per scherzo con un'amica, Layla Rees, su Facebook poco dopo aver detto alla polizia di essere stata aggredita

I commenti scherzosi con la signora Rees (nella foto) sono arrivati ​​​​pochi minuti dopo che Pointon ha detto falsamente alla polizia di essere stata palpeggiata da un tassista padre di cinque figli che si è rifiutato di accettare un biglietto da 10 studenti imbevuto di kebab per motivi religiosi

Gli è stato anche vietato di entrare nelle case dei suoi colleghi e amici.

Ha detto: ora sono estremamente riluttante a prendere femmine solitarie nel caso in cui venissi accusato di nuovo.

La ragazza che mi ha accusato ha la stessa età di mia figlia, non riesco a capire perché abbia fatto questa accusa.

Mi sento religiosamente contaminato da questo, e nessun aiuto da parte della polizia o dei tribunali può aiutarlo.

Gli amici hanno smesso di parlarmi e di farmi entrare nelle loro case. Le persone nella mia comunità non vogliono nemmeno essere viste con me.

Pointon è scoppiata in lacrime e ha chiesto se poteva ritirare le accuse quando il suo account è stato contestato dalla polizia

Pointon (la cui casa è raffigurata) è scoppiata in lacrime e ha chiesto se poteva ritirare le accuse quando il suo account è stato contestato dalla polizia

Ma il caso contro di lui non è mai nemmeno andato in tribunale, poiché una registrazione telefonica dell'incidente, con la sua compagnia di taxi, lo ha scagionato da qualsiasi illecito.

Pointon si è dichiarato colpevole di aver pervertito il corso della giustizia ed è stato condannato ieri a una pena detentiva.

Kate Bisset, l'accusa, ha detto che l'autista è stato intervistato e ha detto che potrebbe ricordare che Pointon era estremamente ubriaco quando è salita nella sua macchina con in mano un kebab.

Ha detto che Pointon gli ha lanciato 10 banconote quando hanno raggiunto l'area di Hyde Park, ma si è rifiutato di accettarlo perché era coperto dall'olio del kebab.

L'autista ha detto che Pointon, che si è laureato quest'estate con una lode in criminologia alla Leeds Beckett University, è poi diventato violento e ha corso intorno all'auto aprendo le porte.

Il pubblico ministero ha detto: Non ci ha pensato molto in quel momento perché incidenti del genere con persone ubriache non sono insoliti.

Una registrazione di una conversazione tra l'autista e un operatore telefonico presso il suo ufficio taxi ha supportato il suo account.

Pointon ha detto che le sue speranze di diventare un agente di polizia erano ora distrutte. È stata incarcerata per 16 mesi

Pointon gli ha lanciato 10 addosso quando hanno raggiunto l'area di Hyde Park ma si è rifiutato di accettarlo perché era coperto dall'olio del kebab

Il tassista che ha rifiutato di accettare un tenner insaponato in succhi di kebab a causa della sua rigida religione dice che l'incidente lo ha fatto sentire religiosamente contaminato.

La corte ha sentito che un localizzatore GPS montato sull'auto ha anche rivelato che la descrizione di Pointons del viaggio in taxi non era vera.

Pointon è scoppiata in lacrime e ha chiesto se poteva ritirare le accuse quando il suo account è stato contestato dalla polizia.

Si è dichiarata colpevole di aver pervertito il corso della giustizia. Denise Breen-Lawton, mitigando, ha detto che Pointon, di Manchester, stava studiando a Leeds in quel momento.

Si è dichiarata colpevole di pervertire la giustizia. Denise Breen-Lawton, mitigando, ha detto che Pointon, di Manchester, stava studiando a Leeds in quel momento

Sophie Pointon si è dichiarata colpevole di aver pervertito la giustizia alla Leeds Crown Court (nella foto) ieri

È cresciuta in una casa bifamiliare di 250.000 persone, di proprietà dei suoi genitori, in una strada suburbana vittoriana.

Ha detto che le sue speranze di diventare un agente di polizia erano ora distrutte. Ieri è stata incarcerata per 16 mesi.

Il giudice Christopher Batty le ha detto: la tua dolosa denuncia ha reso un enorme disservizio a coloro che cercano giustizia attraverso la polizia e i tribunali.

L'autista è stato privato della patente di taxi per quattro settimane durante le indagini sulle affermazioni.

Ha descritto in una dichiarazione come la falsa accusa lo avesse fatto soffrire di stress.

Ha la stessa età di mia figlia. Non ho idea del motivo per cui ha mentito: gli amici dei conducenti lo hanno ostracizzato dopo una falsa affermazione

Ora sono estremamente riluttante ad accettare femmine solitarie nel caso in cui venissi accusato di nuovo.

La ragazza che mi ha accusato ha la stessa età di mia figlia, non riesco a capire perché abbia fatto questa accusa.

Mi sento religiosamente contaminato da questo, e nessun aiuto da parte della polizia o dei tribunali può aiutarlo.

Gli amici hanno smesso di parlarmi e di farmi entrare nelle loro case.

Le persone nella mia comunità non vogliono nemmeno essere viste con me.