Seleziona una pagina

L'attore francese Gerard Depardieu è stato accusato di stupro e aggressione sessuale presumibilmente commesse nel 2018 contro un'attrice sulla ventina.

Il 72enne avrebbe ripetutamente aggredito la giovane donna che non può essere nominata per motivi legali per diversi giorni nell'agosto 2018.

Segue una serie di denunce #MeToo contro uomini potenti dell'establishment artistico parigino che si dice abbiano violentato o abusato in altro modo di giovani donne che lavoravano come modelle e attrici.

La presunta vittima di Depardieus sarebbe stata coinvolta in prove teatrali nella capitale francese al momento degli stupri.

Depardieu, che si è fatto un nome in film di Hollywood come Green Card e Cyrano de Bergerac, l'ha invitata a tornare nella sua villa di Parigi per aiutarla nella sua carriera.

Una prima indagine sulle accuse di stupro contro Depardieu è stata abbandonata per mancanza di prove, ma in seguito è stata riaperta, portando ad accuse penali presentate a dicembre, ha detto martedì una fonte giudiziaria all'AFP.

Gerard Depardieu sul set del commissario Maigret la scorsa settimana

Gerard Depardieu con la sua compagna Clementine Igou alla prima del film nel maggio 2007

Depardieu è apparso nel film d'azione americano del 1998 The Man In The Iron Mask

L'attore francese è stato inizialmente accusato di aver aggredito e violentato l'attrice nella sua casa di Parigi nell'agosto 2018.

Un'indagine sulle accuse è stata abbandonata nel 2019, ma l'attrice ha successivamente rilanciato il procedimento, hanno affermato i pubblici ministeri di Parigi l'anno scorso.

L'avvocato di Depardieus, Herve Temime, ha detto all'Afp che l'attore, che è libero ma sotto controllo giudiziario, respinge completamente le accuse.

Secondo una fonte vicina al caso, Depardieu è un amico della famiglia delle attrici.

Alcuni rapporti hanno suggerito che Depardieu e l'attrice stessero provando una scena di uno spettacolo teatrale, ma la fonte ha detto che non c'era nulla di professionale nell'incontro.

Si presume che due stupri siano avvenuti all'interno della casa parigina di Dpardieus nel 2018, uno il 7 agosto, l'altro il 13 agosto e ci sono state anche più aggressioni sessuali nello stesso periodo.

La vittima ha detto alla polizia giudiziaria di essere stata in visita a Dpardieu come amica di famiglia e non a titolo professionale.

A sua volta, Dpardieu ha parlato di una relazione consensuale, dicendo che era un buon amico del padre della donna e le aveva offerto consigli sulla carriera.

Ha presentato una denuncia per la prima volta nella città di Aix-en-Provence, nel sud della Francia, ma un'indagine di nove mesi è emersa senza prove di un crimine, ha affermato la fonte investigativa.

Comprendeva la vittima che doveva affrontare Dpardieu in una riunione organizzata dalle autorità, ma il caso era stato inizialmente formalmente archiviato il 4 giugno 2019, prima di essere riaperto lo scorso agosto.

L'avvocato degli attori, Herv Temime, ha detto che il suo cliente era ora libero su cauzione e si è dispiaciuto che queste informazioni siano state rese pubbliche.

L'avvocato della donna, Elodie Tuaillon-Hibon, ha affermato di sperare che la sfera privata dei suoi clienti venga rispettata man mano che il caso si svolge.

La signora Tuaillon-Hibon ha detto che il suo cliente ha richiesto la privacy e che sarebbe rimasta anonima, in linea con la sua battaglia legale.

Ha detto che il suo cliente era stato in grado di riaprire automaticamente il caso, nonostante fosse originariamente chiuso. Non vi era alcuna indicazione immediata su quali nuove prove fossero venute alla luce.

Descritto come un personaggio controverso e straordinario, Depardieu è diventato il volto del cinema francese grazie a ruoli in film come Cyrano de Bergerac, Jean de Florette e Camille Claudel.

Ha avuto anche una carriera internazionale di successo, avendo realizzato più di 180 film, lavorando tra gli altri con Peter Weir in Green Card e con Ridley Scott nel 1492.

Ha anche recitato in Cyrano de Bergerac nel 1990, The Man in the Iron Mask nel 1998 e Life of Pi nel 2012.

Depardieu con l'attrice francese Isabelle Huppert mentre posano durante il photocall per Valley of Love al 68esimo Festival del Cinema di Cannes, a Cannes, Francia nel 2015

Un'indagine preliminare è stata aperta il 27 agosto 2018 dopo che la giovane donna ha sporto denuncia nei pressi della città meridionale di Aix-en-Provence per stupro e aggressione sessuale ai danni della star.

È stato quindi trasmesso agli agenti a Parigi, ma l'indagine è stata abbandonata dopo nove mesi all'inizio del 2019 dopo che gli investigatori non sono riusciti a raccogliere prove sufficienti per procedere alle accuse formali.

All'epoca, l'avvocato di Depardieus, Herve Temime, ha affermato che l'attore nega assolutamente qualsiasi stupro, aggressione sessuale, qualsiasi crimine e ha respinto la denuncia in quanto infondata.

La giovane ha rilanciato il procedimento fungendo da parte lesa che, secondo il diritto francese, porta quasi sempre un caso all'esame di un gip.

Depardieu si è fatto un nome nel film del 1974 Going Places, dopo di che ha goduto di un'ascesa fulminea, dimostrando talento e fascino in ruoli ad ampio raggio in classici, drammi e commedie allo stesso modo.

Nel 2013 Depardieu ha suscitato un grande clamore lasciando la Francia e prendendo la nazionalità russa per protestare contro una proposta di aumento delle tasse sui ricchi nella sua patria.

Il presidente russo Vladimir Putin lo ha offerto a una cena per presentargli la sua nuova cittadinanza e Depardieu è stato successivamente elogiato in un'intervista al quotidiano Komsomolskaya Pravda.

La storia romantica degli attori francesi è stata turbolenta con lui che ha divorziato dalla sua prima moglie, l'attrice Elisabeth Guignot nel 1996.

La coppia si è sposata nel 1970 e ha due figli, Guillaume e Julie.

Suo figlio Guillaume è morto nel 2008, all'età di 37 anni.

Mentre era separato da Guignot, ha avuto una figlia di nome Roxanne, con la modella Karine Silla nel 1992.

Depardieu ha frequentato Carole Bouquet dal 1997 al 2005. La signora Bouquet è anche un'attrice francese di successo che ha interpretato Melina Havelock nel film di James Bond del 1981 Solo per i tuoi occhi.

Più recentemente, è stato legato a Clmentine Igou, una laureata di 41 anni all'Università di Harvard.

La coppia si è incontrata in Italia nel 2004 e, secondo quanto riferito, sono stati attratti l'uno dall'altro a causa del loro reciproco amore per il vino.

La coppia vive insieme dal 2005 e ha una differenza di età di 30 anni.

Oltre alla sua vita romantica, l'attore è stato in prima pagina per la sua polemica pubblica sugli accordi fiscali in Francia e la sua decisione di diventare residente in Russia.

La star di Cyrano de Bergerac si è trasferita in Belgio dopo un'aspra disputa con il governo francese sulle aliquote fiscali elevate.

Descritto come un personaggio controverso e straordinario, Depardieu (partecipando all'inaugurazione del Festival Internazionale d'Arte di Beiteddine nel 2019) è diventato il volto del cinema francese grazie a ruoli in film come Cyrano de Bergerac, Jean de Florette e Camille Claudel

Successivamente è diventato cittadino russo nel 2013 dopo aver stretto amicizia con il presidente Vladimir Putin.

La star della Green Card ha causato polemiche in quel momento dopo aver sbattuto il suo paese d'origine.

Ha descritto la Francia come un luogo popolato da stranieri e imbecilli che producono vino e formaggio puzzolente.

Mentre nel 2014, è stato accusato di aver gettato acqua sui festaioli sotto il suo appartamento italiano dopo essere stato infastidito dal loro rumore.

E nel 2011 ha dovuto scusarsi per aver urinato in una bottiglia su un volo da Parigi a Dublino dopo che l'equipaggio gli aveva detto che avrebbe dovuto aspettare almeno 15 minuti prima di poter usare i servizi igienici di bordo.

L'attore è stato multato nel 2013 dopo essere caduto dallo scooter mentre guidava ubriaco a Parigi.

Non si è presentato all'udienza in cui è stato multato di 4.000 e gli è stata sospesa la licenza per sei mesi.

Depardieu non ha mai avuto paura di dare un colpo anche all'industria cinematografica, sbattendo gli Oscar nel 2016.

Diceva: il cinema non esiste più. C'è un mondo di divertimento e la gente, terrorizzata dagli americani, non sa più che lingua parlare.

La star di Cyrano de Bergerac si è trasferita in Belgio dopo un'aspra disputa con il governo francese sulle aliquote fiscali elevate, e in seguito è diventata cittadina russa

Ci sono 10 stelle e sono tutte americane. I loro film sono pieni di effetti speciali e il resto del mondo del cinema sta lottando per esistere.

Nel 2014, Depardieu ha affermato di bere fino a 14 bottiglie di vino al giorno.

Ha detto alla rivista francese So Film: Non posso bere come una persona normale. Posso assorbire 12, 13, 14 bottiglie al giorno.

Al mattino, si inizia a casa con champagne o vino rosso prima delle 10, poi di nuovo champagne.

Gerard ha detto che interrompe l'assunzione di vino con un pastis di liquore all'anice.

Tuttavia, il suo comportamento è stato condannato all'epoca dall'esperto di salute mentale francese, il professor Michel Lejoyeux, che ha criticato l'atteggiamento francese nei confronti del forte consumo di alcol e l'ammirazione dei media per il suo consumo di alcol.

Ha detto: sorridiamo dei consumatori pesanti, definendoli bon vivant, mentre il non consumo non è consentito. Nella società, è colui che non beve che si sentirà in colpa.

Un consumo di 14 bottiglie al giorno è al di là di tutti i dati, tutte le soglie e i riferimenti sanitari dell'Organizzazione Mondiale della Sanità.

Questa è la prova della visione positiva che abbiamo dell'intossicazione da alcol.

In precedenza Depardieu aveva fatto notizia dopo essere stato bandito da un volo Air France per aver urinato nel corridoio mentre si preparava al decollo, costringendo l'aereo a tornare al suo parcheggio.

Un passeggero del volo ha detto che Depardieu sembrava essere ubriaco e ha insistito sul fatto che gli fosse permesso di usare il bagno durante il decollo, quando i passeggeri devono rimanere seduti.

Il caso segue il regista francese Luc Besson a gennaio che è stato classificato come testimone assistito in un procedimento giudiziario per le accuse di aver violentato un'attrice.

Il caso è il secondo intentato contro il regista del Quinto Elemento dall'attrice olandese-belga Sand Van Roy, che ha accusato Besson, 60 anni, di averla violentata ripetutamente per un periodo di due anni.

In Francia, lo stato di testimone assistito indica che un giudice ritiene che vi siano alcune prove che suggeriscono la colpevolezza, ma non sufficienti per accusare il sospettato.

Van Roy, che ha rinunciato al suo anonimato, ha inizialmente intentato una denuncia per stupro contro Besson nel maggio 2018, il giorno dopo averlo incontrato al Bristol Hotel a cinque stelle a Parigi.

Altri che sono stati accusati di stupro includono il regista Roman Polanski, anche lui ricercato negli Stati Uniti per lo stupro legale di una ragazza di 13 anni nel 1977.

Grandi nomi nel mondo della moda parigina che sono stati accusati di stupro includono l'ex scout Jean-Luc Brunel, amico del defunto miliardario pedofilo americano Jeffrey Epstein.