Seleziona una pagina

Una studentessa del college della Georgia che è stata violentata e rapita lo scorso autunno ha condiviso i dettagli strazianti della sua esperienza, incluso il modo in cui si è salvata la vita con un pensiero intelligente e una tecnologia intelligente.

Jaila Gladden, 21 anni, stava facendo la spesa in un negozio di alimentari una notte di settembre 2017 quando uno sconosciuto le ha premuto un coltello allo stomaco, l'ha costretta a salire in macchina, l'ha violentata e ha cercato di accompagnarla fino al Michigan in un terrificante tentativo di rapimento .

L'uomo non è riuscito a uscire dallo stato, però, dal momento che Jaila ha condotto la polizia direttamente da loro con uno smartphone e alcune manovre intelligenti, che ora ha raccontato a BuzzFeed.

Terrificante: Jaila Gladden, 21 anni, è stata rapita da un parcheggio Kroger a settembre

Coraggioso: la studentessa del college è stata violentata nelle vicinanze, e poi il suo rapitore l'ha portata ad Atlanta ad aspettare mentre rapinava un negozio ma è scappata

Il 4 settembre, l'anziano dell'Università della Georgia occidentale ha lasciato il suo appartamento di Carrollton, in Georgia, poco prima di mezzanotte per recarsi in un negozio di alimentari Kroger. Dopo aver effettuato l'acquisto, il video di sorveglianza del negozio l'ha catturata mentre camminava nel parcheggio ben illuminato verso la sua auto quando uno sconosciuto le si è avvicinato.

Ha detto a BuzzFeed che l'uomo l'ha seguita fino alla sua macchina, dove le ha puntato un coltello allo stomaco e le ha ordinato di salire.

Salì sul sedile del conducente e iniziò a guidare verso Atlanta, che era a 50 miglia di distanza.

Prima di arrivarci, si sono fermati. L'uomo si è fermato sul retro di una chiesa abbandonata, le ha detto di togliersi i vestiti e l'ha violentata. Le disse che non c'era motivo di piangere mentre lei lo pregava di lasciarla stare.

Intrappolato: l'uomo l'ha seguita fino alla sua macchina e le ha puntato un coltello allo stomaco

Spaventoso: l'ha costretta a salire in macchina ed è salito lui stesso sul sedile del conducente

Dopo lo stupro, sono tornati in strada. L'uomo ha detto che sarebbe andato in macchina nel Michigan e ha accusato Jaila di aver trovato una stazione di servizio per lui da rapinare prima.

Fu allora che Jaila ebbe la sua brillante idea. Ha convinto l'uomo che aveva bisogno del suo telefono per cercare le posizioni delle stazioni di servizio e aiutarlo a navigare lì. Sorprendentemente, glielo diede ma lei non correva rischi.

Ha abbassato la luminosità dello schermo il più possibile per non attirare l'attenzione, quindi ha aperto un messaggio al suo ragazzo, Tamir Bryant.

Ha quindi utilizzato la funzione di condivisione della mia posizione del suo iPhone per inviargli i suoi dati GPS.

Era la cosa più logica da fare, disse.

Poiché non voleva che l'uomo la prendesse, Jaila era cauta con i suoi messaggi, lanciando solo brevi messaggi. Quando Tamir ha chiesto perché fosse andata ad Atlanta, ha risposto: Kid ha fatto un pisolino.

Sebbene Tamir le abbia detto di smettere di giocare, non sembrava davvero dubitare che fosse nei guai, e subito dopo mi sono diretto alla stazione di polizia.

Fortunato: quando aveva bisogno di Jaila per raggiungere una stazione di servizio, ha inviato al suo ragazzo la sua posizione, utilizzando un servizio di localizzazione GPS su iPhone

Rapidità di pensiero: ha abbassato la luminosità del telefono per non destare sospetti e ha inviato solo brevi messaggi

Utile: il suo ragazzo ha contattato la polizia e ha fornito loro aggiornamenti mentre il GPS seguiva i movimenti di Jailas

Mi sono subito reso conto che era una cosa seria, ha detto in seguito a BuzzFeed. Non avrebbe mai giocato così. Non l'avrebbe mai detto senza motivo.

Ignaro, il rapitore ha comunque portato via il telefono e ha costretto Jaila a entrare nel bagagliaio dell'auto durante il suo tentativo (ma fallito) di rapina alla stazione di servizio.

Quando ha voluto provare di nuovo in un negozio di alimentari, Jaila ha detto di nuovo che aveva bisogno del suo telefono per guidarlo. Una volta lì, è stata costretta di nuovo nel bagagliaio senza il suo telefono.

Jaila è stata in grado di sparare solo una linea veloce alla volta, dicendo al suo ragazzo che erano nella sua macchina e che non voleva che la polizia si avvicinasse con le sirene.

Non voglio che mi uccida, scrisse.

Per tutto il tempo, Tamir è stato in grado di rintracciare la posizione di Jailas e ha fornito aggiornamenti alla polizia lì. Mentre si avvicinavano, un agente nel parcheggio dove si era fermato il rapitore ha notato l'auto ferma, che corrispondeva alla descrizione che aveva sentito sullo scanner.

Quando l'ufficiale ha iniziato ad avvicinarsi all'auto, il rapitore lo ha visto e ha cercato di accelerare, ignorando le armi estratte e diverse auto lungo il percorso, contro le quali si è schiantato.

Alla fine, il rapitore si è schiantato contro una recinzione ed è riuscito a scappare a piedi. Jaila, però, era al sicuro e corse verso la polizia.

Preparati: Condividi la mia posizione può essere attivato tramite le impostazioni sulla privacy su un iPhone

Preparato: quando sono accesi, una persona può concedere a un singolo destinatario l'accesso a una posizione

Se non avessi ottenuto la posizione, chissà cosa sarebbe successo, ha detto il suo ragazzo in seguito. Facendolo da sola è stata in grado di superare in astuzia il cattivo.

Mentre Jaila pensa che una migliore sicurezza del parcheggio avrebbe potuto impedire il suo rapimento, la polizia di Carrollton ha comunque affermato in una dichiarazione che altri potrebbero imparare da lei e mantenere attivi i propri servizi di localizzazione.

Su un iPhone, questo può essere ottenuto andando su Impostazioni, Privacy e Servizi di localizzazione e attivando la funzione Condividi la mia posizione.

Le posizioni non vengono condivise a meno che un utente iPhone non scelga di inviarle, operazione che viene eseguita facendo clic sull'icona Applicazioni nella parte inferiore di un messaggio di testo, selezionando le app di Maps o Google Maps e accettando di inviare la posizione.

Sebbene il rapitore sia fuggito dalla scena, dieci ore dopo la polizia ha arrestato un uomo di nome Timothy Wilson.

È stato accusato di sequestro di persona, sequestro di autoveicolo, aggressione aggravata, stupro, sodomia aggravata, falsa detenzione e aggressione aggravata ai danni di un agente di polizia. Attualmente è in carcere in attesa di processo.

Maggiori informazioni su DailyMail.co.uk

  • Categorie
  • Tag

Notizia