Seleziona una pagina

La socialite di Manhattan, accusata di aver colpito in testa un uomo con la sua borsetta lucida dopo aver fatto commenti antisemiti nei confronti della madre delle vittime, si sta dirigendo in tribunale.

Jacqueline Kent Cooke, 30 anni, è apparsa martedì presso il tribunale penale di New York per la sua prima udienza nel caso, che è proseguita fino al 23 ottobre, a quel punto l'ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan ha detto a DailyMail.com.

L'assistente del procuratore distrettuale Neil Greenwell è stato incaricato del caso e chiede a Cooke di ricevere tre mesi di prigione per l'attacco a Matthew Haberkorn.

È la figlia del defunto Jack Kent Cooke, che un tempo aveva partecipazioni nei Washington Redskins, Los Angeles Lakers e Los Angeles Kings.

Cooke è rimasta in silenzio per la maggior parte del procedimento mentre era in piedi accanto al suo difensore pubblico con un pudico fodero nero e scarpe nude.

S

Povera ragazzina ricca: Jacqueline Kent Cooke, 30 anni, è apparsa in tribunale martedì (sopra) e ha appreso che il suo caso sarà processato

Problemi in vista: il padre di Cooke è il defunto Jack Kent Cooke, che possedeva i Washington Redskins, e il procuratore distrettuale di Manhattan ha confermato a DailyMail.com che il caso sarà processato

Scena: ha presumibilmente colpito in testa Matthew Haberkorn con la sua borsa di vetro da $ 300 fuori da un elegante ristorante dell'Upper East Side Caravaggio (Cooke a sinistra, Haberkorn a destra nel video dell'attacco)

Cooke è accusato di aver aggredito Haberkorn, 52 anni, fuori dal ristorante Caravaggio di Manhattan il 31 dicembre dello scorso anno.

L'avvocato, che vive con la sua famiglia a Redwood City, in California, afferma che i guai con Cooke sono iniziati quando sua madre si stava riprendendo il cappotto dopo il pasto a Caravaggio.

Sbrigati, ebreo, ha detto Cooke alla nonna di 77 anni che sostiene Haberkorn.

Sbrigati, ebreo, ho dei posti dove stare.

Haberkorn ha deciso di confrontarsi con Cooke sulla dichiarazione all'esterno che ha detto, ed è stato allora che lo ha colpito in testa con la sua clutch a specchio Lulu Guinness intorno alle 23:45 secondo un portavoce del NYPD.

Il video ripreso dalla figlia mostra Haberkorn sanguinante dalla testa pochi istanti dopo la presunta aggressione.

Cooke nel frattempo può essere visto sdraiato a terra e lottando per alzarsi in piedi.

Mi hai chiamato fottuta puttana, mi hai chiamato fottuta, si sente Cooke urlare nel video.

Haberkorn poi guarda Cooke e grida: Mi hai chiamato un fottuto ebreo.

Sua figlia nel frattempo può essere sentita gridare di non toccarlo mentre il ragazzo di Cookes avvolge le sue braccia attorno all'uomo.

Cooke sembra provare a colpire Haberkorn, a quel punto cade di nuovo a terra.

Mentre il suo ragazzo avvolge Haberkorn con le braccia, Cooke sembra alzarsi e poi cadere mentre lei gli dà un altro colpo.

Cooke quindi si precipita verso l'uomo e cerca di tirarlo a terra, il che si traduce di nuovo con la sua caduta sul marciapiede.

Stai gettando una donna a terra, il fidanzato di Cookes urla ad Haberkorn.

Cooke e l'uomo poi scappano con Cooke che urla autodifesa e Haberkorn che dice che vuole chiamare la fottuta polizia.

La sua pagina Instagram, che è riservata, rivela che si sta preparando a lanciare la sua nuova attività Cane Casa.

Offrirà letti per cani premium per cani premium.

Cooke in precedenza ha lavorato per la designer di scarpe Isa Tapia come direttore delle pubbliche relazioni e del marketing.

Bambina: pochi istanti prima dell'attacco, Cooke avrebbe detto alla madre dell'uomo di affrettarsi ebreo mentre stavano aspettando fuori dal guardaroba (Cooke e sua madre dopo la sua nascita con una foto di suo padre sul comodino)

Mossa: Cooke afferma di essere stata fraintesa e in realtà ha detto: Scusami, devo farcela (Cooke è stata presa in custodia a gennaio)

Famiglia: sua madre Suzanne era la terza delle quattro mogli di Jack Kent Cook, sposando l'uomo d'affari milionario quando lei aveva 31 anni e lui 74 nel 1987 (Cooke sopra nel 1994)

Sua madre Suzanne era la terza delle quattro mogli di Jack Kent Cookes, sposò l'uomo d'affari milionario quando lei aveva 31 anni e lui 74 nel 1987.

I due divorziarono dopo soli 72 giorni e Suzanne in seguito diede alla luce una figlia Jacqueline.

Jack ha sposato Marlene Ramallo Chalmers, la sua quarta moglie, nel 1990 e di nuovo nel 1995 dopo aver divorziato da lei tre anni nel loro matrimonio.

I due si erano sposati al momento della morte di Jack.

Tuttavia ha provveduto ai suoi due figli, Jacqueline e John Kent Cooke Sr, che ora ha 75 anni.

Il suo terzo figlio, figlio Ralph, morì due anni prima di suo padre all'età di 58 anni per insufficienza epatica.

John e Ralph sono nati entrambi durante il primo matrimonio del padre con Barbara Jean Carnegie.

Quando i due divorziarono nel 1979 dopo 45 anni, Barbara ricevette un accordo record di 42 milioni di dollari.

John Sr è stato lasciato con l'interesse su $ 10 milioni e altri $ 15 milioni da pagare in diversi anni da suo padre nel suo testamento.

Ha anche ricevuto quasi tutti i beni di suo padre, inclusi vestiti, un orologio Patek Phillipe, il suo argento sterling, oggetti d'antiquariato, gioielli, opere d'arte e qualsiasi mia automobile, a parte la mia Bentley Continental del 1962, come detto mio figlio, nella sua sola ed assoluta discrezione, sceglierà.

Quella Bentley di cui sopra è stata lasciata a Ralph.

Jacqueline non ha ricevuto beni materiali, nonostante abbia avuto uno stretto rapporto con suo padre negli ultimi anni della sua vita.

I due non si incontrarono fino all'età di tre anni, ma iniziarono a scambiarsi lettere nei suoi ultimi anni.

Jacqueline ricevette anche molto meno denaro di suo fratello, ma molto più della quarta moglie di suo padre e della sua stessa madre, che furono entrambe tagliate fuori dal testamento.

Chalmers in seguito fece causa con successo per $ 20 milioni, una considerevole paga per la bellezza boliviana che fu quasi espulsa nel 1986 per traffico di cocaina. Alla fine ha comunque elaborato un accordo con la CIA e la DEA che l'ha tenuta fuori di prigione e negli Stati Uniti.

Al momento della morte di suo padre, a Jacqueline Cooke è stato lasciato un fondo fiduciario di $ 5 milioni, strutturato per pagarle $ 25.000 all'anno fino a quando non ha raggiunto i 16 anni, quando il pagamento annuale è balzato a $ 50.000, ha riferito il Washington Post nel 2007.

Quando compirà 21 anni, i pagamenti saliranno a $ 100.000. A 35 anni inizierà a ricevere somme annuali pari all'8 per cento del trust, attualmente valutato a più di 6 milioni di dollari.

Jacqueline all'epoca stava citando in giudizio gli amministratori di suo padre, incluso suo fratello, dicendo che la sua educazione doveva essere coperta dal trust e non doveva uscire di tasca sua.

Sua madre ha detto che il pagamento annuale ricevuto da sua figlia doveva invece essere il suo denaro in giro.

Jacqueline ha intentato una causa contro gli amministratori subito dopo la morte di suo padre, con gli avvocati che si sono assicurati che il pagamento di Chalmers non avrebbe avuto un impatto sull'eredità delle giovani ragazze.

Aveva 10 anni all'epoca.

Nel 2008, una Jacqueline di 20 anni è stata arrestata dalla polizia a Boston e accusata di operare sotto l'influenza e di operare senza licenza.

È stata fermata dalla polizia dopo essere uscita da una tavola calda senza pagare il conto secondo Boston.com e ha avviato la sua macchina nonostante le loro istruzioni di non accendere il veicolo.

Prima di salire in macchina perché non riusciva a trovare un taxi, Cooke è uscita in strada, ha sollevato la gonna ed ha esposto le sue natiche agli agenti.

Mentre era prenotata, chiese se sapessero chi fosse suo padre e minacciò di farsi togliere i badge, affermando: un miliardo di dollari fa molto.