Seleziona una pagina

La polizia visiterà il luogo nel bosco dove un testimone ha detto di aver visto l'assassino della moglie Russell Causley bruciare qualcosa su un tappeto nel 1985 dopo che l'assassino è stato liberato nonostante non avesse rivelato dove si trova il corpo della sua vittima.

Russell Causley, 78 anni, ha ucciso sua moglie Carole Packman, 40 anni, a Bournemouth nel 1985, ed è sfuggito alla giustizia per quasi un decennio dopo la sua scomparsa, prima di diventare la prima persona nella storia legale britannica ad essere condannata per omicidio senza cadavere.

Il testimone Jay Fellows, 49 anni, ha detto che stava pedalando attraverso la New Forest in quel momento da adolescente quando ha visto un tappeto avvolto attorno a un oggetto che veniva bruciato in un pozzo del fuoco da un uomo che era sicuro al 100% fosse Causley.

Ha condotto gli agenti sulla scena, ma la polizia ha detto che le prove non erano sufficienti per scavare nonostante la figlia della signora Packman, Sam Gillingham, 51 anni, li esortasse a farlo.

Ma ora la polizia ha accettato di tornare sul posto con la famiglia Packmans, secondo il Daily Mirror. Oggi la polizia ha detto a MailOnline che non è stata presa alcuna decisione se effettuare o meno una perquisizione.

Russell Causley (al centro) con sua moglie Carole Packman (a sinistra) e la figlia Sam Gillingham (a destra). L'assassino di 78 anni ha ucciso sua moglie quando aveva 40 anni a Bournemouth nel 1985

L'ex ingegnere aeronautico Causley è stato catturato dalla polizia solo quando ha fatto un tentativo fallito di fingere la propria morte come parte di un'elaborata frode assicurativa.

Causley è stato incarcerato due volte per l'omicidio della signora Packmans nel 1996 e, dopo una condanna annullata, di nuovo nel 2004.

Cosa è successo a Carole Packman?

Carole Packman è scomparsa dalla sua casa di famiglia a Bournemouth nel 1985.

Sua figlia Sam Gillingham, allora 16enne, è tornata a casa da scuola per trovare un biglietto, presumibilmente di sua madre, insieme alla sua fede nuziale. La lettera diceva che stava lasciando la loro famiglia.

L'anno prima, Causley trasferì in casa la sua amante Patricia Causley e in seguito cambiò il suo cognome con il suo.

Non è stato fino a 10 anni dopo, quando Causley è stato incarcerato per due anni per aver tentato di fingere la sua morte in un incidente in barca che è stato ritenuto colpevole del suo omicidio. Presumibilmente ha fatto una confessione in cella di prigione, raccontando il perfetto omicidio della sua puttana moglie.

La polizia ha riaperto le indagini sulla scomparsa della moglie.

Causley è stato condannato per omicidio nel 1996, ma è stato annullato nel 2003.

Nel 2004, è stato dichiarato colpevole in un nuovo processo dopo che sua sorella ha detto di averlo sentito ammettere l'omicidio.

Ora all'età di 78 anni, è stato il primo assassino nella storia legale britannica ad essere ritenuto colpevole senza che il corpo della sua vittima fosse mai stato trovato.

La sentenza è stata annullata dalla Corte d'Appello prima che fosse ordinato un nuovo processo nel 2004, che ha visto Causley dichiarato colpevole e incarcerato per l'omicidio per la seconda volta.

Ma nelle ultime settimane è stato respinto un appello per tenerlo dietro le sbarre ed è stato liberato.

L'assassino, che è stato rilasciato dopo essere stato trattenuto all'HMP Littlehey nel Cambridgeshire, è stata la prima persona nella storia legale britannica ad essere condannata per omicidio senza cadavere.

Il signor Fellows ha detto al Mirror: ho riconosciuto i suoi capelli rossi e le basette, era sicuramente lui. Sono il più sicuro possibile di qualsiasi cosa nella mia vita che Causley fosse in quel punto.

Pensavo che quello che stava facendo quel ragazzo non fosse normale. Ricordo persino la luce del sole che tremolava tra gli alberi.

Ha detto che l'uomo ha aggiunto: Il mio cane è morto, sto bruciando il mio cane.

La signora Gillingham ha affermato che l'avvistamento del signor Fellows vicino a Ringwood nell'Hampshire a luglio o agosto si adatta ai tempi e ai luoghi.

Ha aggiunto: Ricordo di essere venuta a Ringwood come famiglia per portare a spasso i cani e arrampicarsi sugli alberi. La polizia dovrebbe almeno escluderlo e tranquillizzarmi.

Ma gli investigatori hanno detto che le date fornite dal signor Fellows, che ora è un manager del campeggio nel Jersey, non erano coerenti con la scomparsa della signora Packman il 15 giugno.

La polizia del Dorset ha detto a MailOnline che i suoi agenti della principale squadra investigativa sulla criminalità si sono incontrati con il signor Fellows il 21 giugno 2017 e hanno viaggiato insieme in un'area di terra adiacente a Hightown Lake vicino a Ringwood, alla fine di Watership Drive.

Un portavoce ha dichiarato: "Sono state condotte ulteriori indagini con i proprietari terrieri precedenti e attuali, sono state raccolte immagini aeree storiche ed è stato chiesto consiglio ai consulenti di ricerca presso la National Crime Agency.

Tenendo conto di tutte queste informazioni è stato stabilito che l'area descritta nella sua intervista e identificata agli agenti non assomigliava all'area che esisteva all'epoca.

Mentre è possibile identificare un'area generale, non è possibile una posizione specifica per consentire una ricerca realistica. Anche i tempi della scomparsa e della presenza del testimone in zona non erano coerenti.

La polizia ha scritto alla signora Gillingham nel maggio 2018 per aggiornarla sull'indagine.

Un portavoce ha aggiunto: Non possiamo iniziare a immaginare il dolore e il dolore che la signora Gillingham e la sua famiglia hanno sopportato negli ultimi 30 anni dopo l'omicidio di Carole Packman.

Questo caso è stato esaminato a fondo in diverse occasioni dalla polizia del Dorset. La famiglia Caroles è alla disperata ricerca di cosa le sia successo e dov'è il suo corpo. La polizia del Dorset continuerà a lavorare con la famiglia per raggiungere questo obiettivo.

La figlia di Carole Packmans Sam Gillingham (a destra) e suo figlio Neil (a sinistra) tengono una foto della signora Packman a Londra (foto d'archivio)

Sam Gillingham (a sinistra) aveva 16 anni quando sua madre Carole Packman (a destra) fu assassinata nel 1985

Risposta completa della polizia del Dorset alle affermazioni di un nuovo testimone

Il 27 giugno 2017 gli investigatori della principale squadra investigativa criminale hanno incontrato questo testimone e hanno viaggiato insieme in un'area di terra adiacente a Hightown Lake alla periferia di Ringwood nell'Hampshire. L'area in cui ci ha portato era alla fine di Watership Drive.

Ulteriori indagini sono state condotte con i proprietari terrieri precedenti e attuali, sono state reperite immagini aeree storiche ed è stato chiesto consiglio ai consulenti di ricerca presso la National Crime Agency.

Tenendo conto di tutte queste informazioni è stato stabilito che l'area descritta nella sua intervista e identificata agli agenti non assomigliava all'area che esisteva all'epoca.

Mentre è possibile identificare un'area generale, non è possibile una posizione specifica per consentire una ricerca realistica. Anche i tempi della scomparsa e della presenza del testimone in zona non erano coerenti.

Gli agenti hanno scritto alla signora Gillingham nel maggio 2018 per aggiornarla in merito alle nostre indagini su queste informazioni.

Non possiamo iniziare a immaginare il dolore e il dolore che la signora Gillingham e la sua famiglia hanno sopportato negli ultimi 30 anni dopo l'omicidio di Carole Packman.

Questo caso è stato esaminato a fondo in diverse occasioni dalla polizia del Dorset.

La famiglia Caroles è alla disperata ricerca di cosa le sia successo e dov'è il suo corpo. La polizia del Dorset continuerà a lavorare con la famiglia per raggiungere questo obiettivo.

Il segretario alla giustizia Robert Buckland aveva chiesto al Parole Board di riconsiderare la sua decisione il mese scorso di rilasciare Causley.

Anche la famiglia della signora Packmans si è opposta alla mossa, dicendo che l'assassino rappresentava un rischio continuo per la loro sicurezza.

Ma all'inizio di questo mese il Parole Board ha detto che un giudice senior aveva esaminato il caso e aveva concluso che il pannello originale aveva avuto ragione a raccomandare il rilascio di Causley.

Dissero che era in cattive condizioni di salute e che difficilmente sarebbe stato in grado di causare danni.

Neil Gillingham, 30 anni, nipote della signora Packman, che era anche conosciuta come Veronica, ha etichettato la decisione del Parole Board di rilasciarlo idiota e senza senso.

Ha detto: Il Parole Board sembra essere intenzionato a capovolgere la vita della mia famiglia. È assolutamente insensato e sono così arrabbiato che si è arrivati ​​a questo.

La decisione originale di concedere la libertà sulla parola a Causley era irrazionale, le loro ragioni sono completamente ridicole, incluso il fatto che ora ha 70 anni e ha avuto tre attacchi di cuore.

Mia madre è in lacrime e si sente come se avesse deluso sua madre. La nostra famiglia non è stata delusa dal caos di un sistema.

In tutta onestà non mi sarei mai aspettato che l'appello avesse successo perché la polizia e il Parole Board ci hanno completamente deluso così spesso.

Due mesi fa il Parole Board ha ritenuto che, sebbene il rifiuto di Causley di rivelare dove si trovassero i resti della signora Packmans fosse spietato, non ha aumentato il suo rischio per il pubblico.

Il signor Buckland ha impugnato la decisione, ma ieri il consiglio ha confermato di essere in linea con la sentenza dopo aver esaminato le prove, insistendo sul fatto che i funzionari del ministero della Giustizia sostenessero il rilascio.

La signora Packman è misteriosamente scomparsa dalla sua casa coniugale il giorno dopo essere stata da un avvocato per aver divorziato dal marito nell'estate del 1985.

A quel punto Causley aveva trasferito la sua amante in casa per vivere con la famiglia.

L'amante si è persino presentata come la signora Packman nel tentativo di convincere la polizia che era ancora viva.

Una fotografia di famiglia di Russell Causley che è stato ora rilasciato dalla prigione

Russell Causley (al centro) con la moglie Carole Packman (a sinistra) e la figlia Sam Gillingham (a destra)

Nel corso degli anni Causley, che ha diritto alla libertà condizionale dal 2012, ha ripetutamente cambiato il suo racconto di ciò che è successo a sua moglie.

Ha affermato di aver bruciato il suo corpo e di aver sparso le sue ceneri in vari luoghi a Bournemouth, ma in seguito ha ritrattato quella dichiarazione.

Un portavoce del Parole Board ha affermato di nutrire un'immensa simpatia per le famiglie delle vittime che non sono mai state trovate, ma ha aggiunto: Un giudice anziano del Parole Board ha respinto la domanda di riconsiderazione e ha ritenuto che la decisione del pannello originale fosse razionale , con ampia evidenza su cui il collegio potrebbe basare la propria decisione.

Nel respingere la riconsiderazione, il membro giudiziario del Consiglio ha commentato che il collegio aveva il diritto di ritenere che l'età dei prigionieri e le cattive condizioni di salute potessero ridurre il rischio di causare gravi danni.