Seleziona una pagina

La madre di un'adolescente scomparsa la cui scomparsa ha rivelato un giro sessuale incestuoso in Alabama ha parlato della sua continua ricerca di sua figlia in una nuova docuserie sul vero crimine, dicendo che i bambini della sua famiglia sarebbero stati più al sicuro al crack house.

In anteprima su Peacock il 26 agosto, Monster in the Shadows esplora le teorie sulla scomparsa di Brittney Wood, 19 anni, scomparsa dopo essere andata a trovare suo zio Donnie Holland nel 2012.

Due giorni dopo, Donnie si è ucciso usando una pistola che possedeva Brittney. La scomparsa dell'adolescente e la morte di suo zio hanno portato le forze dell'ordine a scoprire un contorto anello sessuale guidato da Donnie e coinvolto tre generazioni della sua famiglia.

True crime: la nuova docuserie Monster in the Shadows è incentrata sulla scomparsa di Brittney Wood, 19 anni, scomparsa dopo essere andata a trovare suo zio Donnie Holland nel 2012

Mistero: due giorni dopo la scomparsa di Brittney, Donnie è stata trovata nel bosco con una pallottola nella parte posteriore della testa. La sua morte è stata giudicata un suicidio

Se non puoi fidarti della tua famiglia di chi puoi fidarti? La madre di Brittney, Chessie, chiede nel trailer della serie in tre parti.

Brittney, che ha lasciato una figlia di due anni, non è stata vista da quando è andata a trovare Donnie nella zona del fiume Styx il 31 maggio 2012. È stata avvistata l'ultima volta in macchina con suo zio a Tillmans Corner.

Crimine: il caso ha portato le forze dell'ordine a scoprire un contorto giro di sesso infantile guidato da Donnie e coinvolto tre generazioni della sua famiglia

Il corpo di Donnie è stato trovato nel bosco con un colpo di pistola nella parte posteriore della testa pochi giorni dopo. La morte è stata giudicata un suicidio.

Sulla scia della scomparsa di Brittney, undici persone sono state arrestate con l'accusa di stupro, abusi sessuali su minori di 12 anni, incesto e sodomia.

I sospetti erano membri della famiglia Brittney o direttamente associati a loro, inclusa sua madre, Chessie; suo fratello, Derek Wood; Nelton Butch Morgan; suo zio Dustin Kent; La moglie di Dustin, Mendy Kent; la moglie di suo zio Donnie, Wendy Holland; Giacomo Cumbaa; Randall Scott Wood; e Jennifer Moore.

Gli investigatori credono che Brittney possa essere andata a trovare suo zio per confrontarsi con lui sugli abusi sessuali, ma cosa le è successo quel giorno rimane un mistero.

La madre di Brittney ha sempre sostenuto la sua innocenza e per anni ha accusato il defunto cognato Donnie di aver ucciso sua figlia.

Scomparsa: Brittney, che ha lasciato una figlia di due anni, non è stata più vista da quando è andata a trovare Donnie nella zona del fiume Styx il 31 maggio 2012

Chessie è stata accusata di due capi di imputazione per sodomia e abuso sessuale di un bambino di età inferiore ai 12 anni, ma si è dichiarata colpevole di un'accusa minore e ha lasciato il tribunale per un reato minore.

Le prossime docuserie si concentrano sulle teorie sulla scomparsa di Brittney, inclusa la speculazione che sia stata abusata dalla sua famiglia e che stia per smascherare l'anello sessuale infantile.

Ora, guardando indietro, sarebbero stati più al sicuro al crack house, dice Chessie nel trailer della docuserie, presumibilmente parlando delle vittime minorenni del circolo sessuale.

È opinione diffusa che Donnie abbia ucciso Brittney e poi se stesso, ma si è anche ipotizzato che sia stata rapita e venduta per traffico sessuale.

Straziante: Brittney ha lasciato una figlia di due anni quando è scomparsa

Crimini: sulla scia della scomparsa di Brittney, undici persone sono state arrestate con l'accusa di stupro, abusi sessuali su minori di 12 anni, incesto e sodomia

Guardando indietro: nel trailer della serie in tre parti, la madre di Brittney, Chessie (dietro, al centro) afferma che i bambini della sua famiglia sarebbero stati più al sicuro nella crack house

La polizia stava indagando sull'abuso prima della scomparsa di Brittney.

I detective hanno detto all'epoca che Brittney e una delle presunte vittime si sono scambiati messaggi su Facebook in cui si discuteva di abusi il 27 maggio 2012.

Dopo che Brittney ha chiesto, come stai? Dimmi cosa sta succedendo. Non so cosa sia vero e cosa hai detto, la vittima ha affermato di essere stata violentata da Randall, Dustin e Donnie.

Ti amo, mi dispiace, rispose Brittney.

La presunta vittima ha scritto più messaggi a Brittney il 28 maggio e il 30 maggio, ma non ha ricevuto risposta.

Mostri: Donnie gestiva il giro del sesso infantile con sua moglie, Wendy Holland, prima di uccidersi

Vita dietro le sbarre: Wendy è stata condannata a 219 anni di carcere dopo essere stata condannata per sodomia, abusi sessuali e torture su minori nel 2015

Mantenimento dell'innocenza: Chessie è stata accusata di due capi di imputazione per sodomia e abuso sessuale di un bambino di età inferiore ai 12 anni, ma si è dichiarata colpevole di un'accusa minore e ha lasciato il tribunale con un reato minore

Famiglia: al fratello di Brittney, Derek Wood (a sinistra), è stato concesso lo status di criminale giovanile dopo essere stato accusato di stupro di secondo grado e sodomia di secondo grado. Suo zio Dustin Kent (a destra) ha ricevuto due diverse condanne a 17 anni di reclusione per crimini sessuali

Nell'ottobre 2012, un detective della polizia ha testimoniato nel caso contro Dustin. La corte ha sentito che ha violentato un parente all'età di 13 anni nel 2008 mentre suo padre lo guardava.

Secondo il detective, il padre ha portato la giovane fuori con il suo camion sostenendo che avrebbero comprato un criceto da un negozio di animali.

Invece, hanno preso Dustin e sono andati in una zona industriale.

Quando l'auto si fermò, Dustin si tolse i vestiti e compì un atto sessuale su di lei prima di violentarla mentre suo padre guardava, il sergente. Scott Congleton ha testimoniato.

Continuava a dirgli di smetterla. Non l'ha fatto, ha detto il detective.

Mistero: gli investigatori credono che Brittney possa essere andata a trovare suo zio per affrontarlo sull'abuso sessuale

Dustin è stato condannato a 17 anni di carcere nel novembre 2015 dopo essere già stato condannato a 17 anni in un'altra contea per reati sessuali.

Abuso: è stato riferito che Brittney (nella foto da bambina) è stata abusata sessualmente dal fidanzato di sua nonna quando era una ragazza

Nel 2013, AL.com ha riferito che c'erano almeno quattro vittime del presunto abuso. Gli ufficiali hanno affermato che alcune delle vittime avevano meno di 12 anni quando sono avvenuti gli attacchi ed erano imparentate con gli arrestati.

Il procuratore capo della contea di Mobile, l'assistente del procuratore distrettuale Nicki Patterson, ha detto al notiziario che le sospette vittime erano state affidate in affidamento ove necessario.

Praticamente tutti in questa famiglia allargata stavano facendo sesso tra loro e facendo sesso con i bambini, disse Patterson a WKRG.com in quel momento.

Il caso ha preso un'altra svolta nel 2014, quando è stato riferito che Brittney è stata violentata e maltrattata dal fidanzato di sua nonna quando era una ragazzina.

L'abuso sessuale è durato due anni fino a quando un'undicenne Brittney lo ha accusato di averla aggredita nel 2003.

Negli anni che seguirono, un certo numero di parenti di Britney furono condannati al carcere per il loro coinvolgimento nel giro di abusi sessuali su minori.

Candid: Chessie ha parlato della sua ricerca di Brittney e dell'anello sessuale infantile della sua famiglia nella docuserie che sarà presentata in anteprima su Peacock il 26 agosto

Plea: Il mio obiettivo è sempre stato trovare Brittney Wood, dice Chessie nel trailer

Mentre sua madre ha lasciato il tribunale con un reato minore, a suo fratello, Derek, è stato concesso lo status di criminale giovanile, il che significa che la sua condanna è stata nascosta al pubblico.

Derek è stato inizialmente accusato di stupro di secondo grado e sodomia di secondo grado.

Come uno dei leader del circolo sessuale, la moglie di Donnie, Wendy Holland, è stata condannata a 219 anni di carcere dopo essere stata condannata per sodomia, abusi sessuali e torture su minori nel 2015.

È passato quasi un decennio da quando Brittney è scomparsa e Chessie continua a sperare che venga trovata.

Mi piacerebbe trovare mio figlio, dice nella serie. Il mio obiettivo è sempre stato trovare Brittney Wood.