Seleziona una pagina

La mente contorta di un assassino a sangue freddo e molestatore di bambini è stata rivelata attraverso una serie di lettere scritte a mano che ha scritto da dietro le sbarre.

Daniel James Holdom ha scritto la raccolta dall'interno della sua squallida cella di prigione al Goulburn Correctional Center, nelle zone rurali del New South Wales.

Tra i crimini atroci dei 43 anni c'erano i brutali omicidi della sua ragazza Karlie Pearce-Stevenson e di sua figlia, Khandalyce, nel 2008.

Holdom stava scontando una condanna a quattro anni per l'aggressione sessuale di una bambina di otto anni quando è stato accusato degli omicidi.

Nelle lettere appena rivelate, pubblicate per la prima volta da The Sunday Telegraph, Holdom incolpa la sua serie di scelte malvagie su un'infanzia violenta e su una successiva dipendenza da alcol e droghe.

La mente contorta di Daniel James Holdom è stata rivelata attraverso una serie di lettere scritte a mano che ha scritto da dietro le sbarre

Tra i crimini atroci dei 43 anni c'erano i brutali omicidi della sua ragazza Karlie Pearce-Stevenson e di sua figlia, Khandalyce (nella foto a sinistra e a destra)

Sono stato costantemente colpito con pugni, cinture, fibbie per cinture e pezzi di legno intorno alle gambe o sulle mani. Mi avrebbe sbattuto la testa attraverso le porte dell'armadio, io sarei scappato per scappare solo perché la polizia mi portasse direttamente a casa, ha scritto.

Le lettere di Holdoms hanno rivelato come vagava per l'Australia, stabilendosi ad Alice Springs con una donna a metà degli anni 2000.

Entrambi abbiamo avuto un buon lavoro dopo 12 mesi tu (sic) ho ricominciato a drogarmi. Poi alla fine del 2008 ha avuto un (sic) incidente tra Alice Springs e Adelaide che ha sconvolto tutta la mia vita, ha scritto.

Holdom stava scrivendo di un incidente nel settembre 2008, quando dopo aver usato metanfetamine a una festa, si è schiantato con un'auto che ha ucciso due dei bambini della donna.

Ho preso a usare molte droghe quando ho preso da (sic) a (the) ACT che non stavo affrontando affatto. Ci sono voluti un paio di tentativi per overdose della mia vita, ha scritto delle settimane dopo l'incidente.

Sebbene sia stato accusato dell'incidente, Holdom ha incolpato la sua ragazza per non averlo perdonato.

Holdom stava scontando una condanna a quattro anni per l'aggressione sessuale di una bambina di otto anni quando è stato accusato dell'omicidio

Due anni dopo, i resti della figlia Khandalyces di Karlie Pearce-Stevenson di due anni furono trovati in una valigia sul lato di un'autostrada nell'Australia meridionale rurale

Ha incontrato la signora Pearce-Stevenson mentre la sua ragazza era ancora in ospedale per riprendersi dalle ferite riportate nell'incidente.

Subito dopo, la coppia stava con uno dei parenti di Holdoms a Canberra quando il 14 dicembre 2008 ha attirato la signora Pearce-Stevenson nella foresta statale di Belanglo nelle Highlands meridionali del NSW.

Ha calpestato la gola della giovane madre e le ha schiacciato la trachea prima di fotografare il suo corpo e lasciarlo nella foresta.

Le foto scattate quel giorno furono trovate anni dopo da una donna nota a Holdom su una scheda di memoria SD.

Lo scheletro della signora Pearce-Stevensons è stato trovato nella foresta demaniale di Belanglo nell'agosto 2010.

I rapporti suggeriscono che la giovane Khandalyce (nella foto) sia stata probabilmente soffocata prima che il suo corpo fosse riposto nella valigia nera in cui i suoi resti furono trovati quasi sette anni dopo

L'ex tossicodipendente, che martedì pomeriggio si è dichiarato colpevole del duplice omicidio, ha aggredito una donna nel 1999

Due anni dopo, i resti di sua figlia Khandalyces di due anni furono trovati in una valigia sul lato di un'autostrada nell'Australia meridionale rurale.

Tuttavia, non è stato fino al 2015 fino a quando i corpi non sono stati formalmente identificati.

Negli anni precedenti ai raccapriccianti omicidi, Holdom aveva già stabilito una significativa fedina penale.

L'ex tossicodipendente, che martedì pomeriggio si è dichiarato colpevole del duplice omicidio, ha aggredito una donna nel 1999.

Ha fatto irruzione nella sua stanza una notte e ha tentato di soffocarla con un cuscino, prima di provare a strangolarla.

Con un metodo stranamente simile all'omicidio di Khandalyce Pearce di due anni, Holdom ha tentato di fissare con del nastro adesivo la bocca della donna per reprimere le sue urla.

È stato condannato per il crimine nel 2000.

Gli efferati crimini di Daniel James Holdom

1999: Daniel Holdom si intrufola nella stanza di una donna e tenta di soffocarla con un cuscino e del nastro adesivo.

2000: Holdom viene condannato per quel crimine.

2001: Holdom viene condannato per aver violato un ordine di violenza arrestato. Continua a perseguitare la sua vittima.

Settembre 2008: Holdom è l'autista coinvolto in un incidente stradale mortale. La sua passeggera resta legata alla sedia a rotelle. Entrambi i suoi figli sono morti nello scontro.

14 dicembre 2008: Karlie Pearce-Stevenson viene uccisa e il suo corpo viene scaricato nella famigerata foresta statale di Belanglo, nel New South Wales.

19 dicembre 2008: Khandalyce Peace viene soffocata e il suo corpo viene gettato in una valigia. I suoi resti vengono scaricati sul lato di un'autostrada nell'Australia meridionale.

29 agosto 2010: nella foresta demaniale di Belanglo vengono scoperti resti non identificabili.

Aprile 2013: Holdom aggredisce sessualmente una bambina di otto anni in un caravan park del New South Wales.

Luglio 2015: i resti sono stati scoperti da un automobilista di passaggio sulla Karoonda Highway, nell'Australia meridionale.

21 ottobre 2015: la polizia identifica la madre e la figlia e collega i casi.

28 ottobre 2015: Holdom è accusato dell'omicidio di Karlie Pearce-Stevenson.

Dicembre 2015: Holdom è accusato dell'omicidio di Khandalyce Pearce.

31 luglio 2018: una settimana prima dell'inizio del processo per il duplice omicidio, Daniel Holdom confessa entrambi i crimini.

Maggiori informazioni su DailyMail.co.uk

  • Categorie
  • Tag

Notizia