Seleziona una pagina

La modestia è una rarità nel rock n roll. Ma per essere uno scrittore di successo, un produttore e una rock star, Jeff Lynne non mostra nessuno dell'ego gigantesco normalmente associato a quei lavori. Potrebbe spiegare perché il 71enne frontman degli ELO ha indossato occhiali da sole per la maggior parte degli ultimi 40 anni. Suppongo che sia una specie di meccanismo per nascondersi, confessa Lynne. Ma non sono così male come una volta. E in realtà ho bisogno di occhiali adesso. Non posso farne a meno.

Lynne è un ragazzo dietro le quinte nel cuore, che preferisce la solitudine dello studio al tappeto rosso di Hollywood. Dopo mezzo secolo di successi nelle classifiche, il Brummie barbuto preferisce ancora una tazza di tè britannico sulla fessura cava del famoso flûte di champagne.

Ha la villa di Beverly Hills, i 50 milioni di album venduti, i leggendari amici e i capelli sospettosamente castani, ma Lynne è riservata e riservata.

Ha la villa di Beverly Hills, i 50 milioni di album venduti, i leggendari amici e i capelli sospettosamente castani, ma Jeff Lynne è provocatoriamente riservato e schivo.

Nel corso degli anni Settanta ha creato una moltitudine di successi nella Top Ten, tra cui Mr Blue Sky, Roll Over Beethoven, Evil Woman e Livin Thing. Ora sta lanciando la sua prima nuova collezione in quattro anni, From Out Of Nowhere, che ricorda la lussureggiante formula ELO di un tempo. Ma alcune cose non cambiano mai. La scrittura di Lynnes ha ancora una sensazione di solitudine. Ciò deriva dalla mia adorazione da eroe di Del Shannon e Roy Orbison, spiega. Roy in particolare ha passato un periodo solitario, e quando ero un ragazzino, a circa 13, 14 anni, questo ha avuto una grande influenza su di me.

Lynne si avvicinò agli Orbison nel supergruppo degli anni Ottanta, i Traveling Wilburys, con George Harrison, Tom Petty e Bob Dylan. Quando hai conosciuto Roy, era molto diverso dall'aspetto lucido, rivela Lynne. Potrebbe fare uno sketch dei Monty Python fino in fondo, con tutte le voci.

Quando stavamo facendo quella canzone You Got It, Roy l'ha cantata bene per tutto il primo tentativo, ma ero davvero terrorizzato dal fatto che non avessimo registrato tutto. Ma l'abbiamo fatto, per fortuna.

Lynne negli anni Ottanta con il supergruppo The Traveling Wilburys, con George Harrison, Tom Petty, Roy Orbison e Bob Dylan

Ora sono rimasti solo due Wilbury, Lynne e Dylan, dopo la morte di Orbison (1988), George Harrison (2001) e Petty due anni fa. Tom è morto troppo giovane, sospira tristemente Lynne.

Ti chiedi se a Lynne piacciono ancora i suoi amici quando lavora oggi. Sono sicuro che a un certo punto penso sempre a loro, dice, aggiungendo che può sentire lo spirito del Dylan molto vivo quando sono a casa a cercare di pronunciare le parole. Te lo dico io, non vuoi che Bob vada in giro quando scrivi i testi.

Lynne ricorda anche il suo amico Harrison con affetto. Sono stato un grande amico di George per dieci anni, sorride Lynne. Mi ha chiesto se lavorerei al suo album Cloud Nine ma ha detto: Ti va prima di andare in vacanza? Quindi, siamo andati in Australia per assistere al Gran Premio di Adelaide. È stato un bel viaggio.

Lynne è un ragazzo dietro le quinte nel cuore, che preferisce la solitudine dello studio al tappeto rosso di Hollywood

Paul McCartney descrive Lynne come una musicista divertente, timida, sempre così intelligente, fantastica e una vera merda! Quindi, Lynne ride quando parafraso Alan Partridge per chiedere: gli ELO erano la band che avrebbero potuto essere i Beatles? John Lennon era solito dire questo genere di cose.

Lennon era un grande fan di ELO, definendoli i figli dei Beatles su una stazione radio di New York nel 1974. Gli piaceva particolarmente Showdown, descrivendo la canzone come un bel lavoro.

La melodia ELO preferita di Lennons presenta anche alcuni dei migliori chitarristi di Lynnes. L'ho fatto con la chitarra di Marc Bolans, una Gibson Firebird. Era nello studio successivo ed è entrato.

Come produttore, Lynne è molto orgoglioso del lavoro che ha fatto su Free As A Bird, il singolo che ha promosso l'album The Beatles Anthology 1 nel 1995. I tre Beatles rimasti hanno registrato intorno al demo tape di Lennons 1977 e hanno creato una nuova traccia, con l'assistenza di Lynnes . Ho dovuto solo improvvisare e trovare alcune cose per farlo funzionare, dice. L'ho fatto a tarda notte, alle 3 del mattino in studio, solo io e l'ingegnere, perché non volevo farlo davanti a Paul e George. Ma sono venuto il giorno dopo e Paul mi ha abbracciato e ha detto: Ce l'hai fatta, ben fatto!

Era super, quello, dice piano. Davvero, davvero bello.

From Out Of Nowhere uscirà venerdì. Jeff Lynnes Radio 2 In Concert sarà trasmesso in diretta su BBC Radio 2 e BBC Sounds il 7 novembre