Seleziona una pagina

Tony McCluskie ha ucciso sua sorella prima di smembrare il corpo

Il padre dell'attrice assassinata di EastEnders Gemma McCluskie ha finalmente rinunciato ai suoi sforzi per perdonare suo figlio per l'omicidio delle stelle.

Anthony McCluskie aveva promesso di sostenere suo figlio, Tony, in seguito alla sua condanna per aver ucciso Gemma nella loro casa nel 2012.

McCluskie ha picchiato a morte sua sorella dopo una furiosa lite per la sua dipendenza dalla cannabis puzzolente, prima di usare coltelli e una mannaia per tagliarle gli arti e la testa e scaricarli separatamente in un canale.

Il loro padre inizialmente ha mantenuto la sua promessa e ha inviato regolarmente lettere a Tony all'HMP Highdown, nel Surrey, ma ora ha voltato le spalle dopo aver mostrato alcun pentimento per l'omicidio di sua sorella.

Ha detto al Daily Star Sunday: Ogni lettera era la stessa. Non mostra alcun rimorso, nemmeno un grammo di rimorso. Non fa il suo nome.

Sto cercando di sostenerlo e prendermi cura di lui, ma non mostra alcun rimorso.

E questo è tutto. Alla fine sono andato, ne ho abbastanza, Tony.

L'attrice è stata uccisa al ritorno dall'inaugurazione del nuovo Royal London Hospital di Whitechapel

In quell'ultima visita ho detto, ne ho abbastanza di te. Ho detto, sono andato, sono fuori dalla tua vita ora.

Anthony McCluskie ha finalmente rinunciato ai suoi sforzi per perdonare suo figlio, Tony, per l'omicidio delle stelle

Gemma, 29 anni, era stata lasciata a capo della casa di famiglia a Shoreditch, a est di Londra, quando sua madre Pauline è stata ricoverata in ospedale con un'infezione da MRSA dopo un intervento chirurgico per rimuovere un tumore al cervello.

L'attrice è stata uccisa al ritorno dall'inaugurazione del nuovo Royal London Hospital di Whitechapel.

Le riprese delle telecamere di sorveglianza hanno mostrato che il suo corpo stava avvolgendo una pesante valigia nel retro di un taxi. Quando l'autista gli ha chiesto cosa c'era dentro, McCluskie ha risposto: Mia sorella.

Il giudice al suo processo ha detto a McCluskie di essere responsabile di un omicidio a sangue freddo e determinato.

L'attrice, che ha lavorato part-time come barista, ha avuto successo nel ruolo di Kerry Skinner nella soap opera della BBC nel 2000, all'età di 17 anni.

Al contrario, suo fratello è passato da un lavoro manuale all'altro, più recentemente come lavavetri in grattacieli.

McCluskie trascorreva la maggior parte del tempo nella sua stanza, fumando fino a 15 spinelli di cannabis e bevendo fino a dieci pinte di birra chiara, arricchita con colpi di tequila, ogni giorno.

L'attrice, che ha lavorato part-time come barista, ha avuto successo nel ruolo di Kerry Skinner nella soap opera della BBC (nella foto) nel 2000, all'età di 17 anni.

Per quattro giorni ha agito come il fratello preoccupato, posando anche per fotografie con un poster di appello. E con uno stratagemma agghiacciante, McCluskie ha mandato un messaggio a sua sorella, fingendo di non sapere che era morta. Ha firmato un messaggio con amore ya xxx.

Il signor McCluskie ha aggiunto: Non fraintendetemi, penso ancora a lui. Ma ormai da oltre due anni non ho più contatti con lui. E non lo contatterò più.

Ho perso due figli, vero? Ho perso Gemma, l'amore della mia vita, e mio figlio maggiore, Tony, il mio primogenito.