Seleziona una pagina

Come abbiamo notato, l'oblio sembra essere presente nella famiglia Mosley. Possiamo ora ripristinare una serie di episodi e affermazioni che Max Mosley, che ha ereditato la maggior parte della ricchezza di suo padre, ha dimenticato o scelto di cancellare dalla sua storia per quelle che si potrebbero pensare essere ovvie ragioni.

Ma prima torniamo alle elezioni suppletive di Moss Side del 1961 e al suo ruolo di comandante della campagna, come lo descrisse un giornale.

Tale deferenza era stata a lungo dovuta ai clan Mosley in città.

Per diversi secoli, la famiglia aristocratica possedette quella che oggi è il centro di Manchester. Oggi c'è una Mosley Street nel centro della città.

Walter Hesketh , candidato senza successo del British Union Movement alle elezioni suppletive parlamentari di Moss Side , nella foto con Max Mosley, allora il suo agente

Nel 1846, il 2° Baronetto vendette i suoi diritti feudali sulla terra alla corporazione locale per l'equivalente odierno di 22 milioni. Ma le storie di famiglia e di città continuerebbero ad intrecciarsi.

Alla Free Trade Hall di Manchester nel settembre 1935, Sir Oswald fece una delle sue dichiarazioni pubbliche più inequivocabilmente antisemite.

In un discorso in cui attaccava la risposta critica della Gran Bretagna all'intervento coloniale dell'Italia fascista nell'Africa orientale, disse: Su tutta la disputa abissina si alza la puzza di petrolio; e più forte anche del fetore dell'olio è il fetore dell'ebreo.

I Mosleys di Manchester fecero di nuovo notizia nell'autunno del 1961 con la morte del parlamentare Tory per Moss Side.

Il collegio aveva una grande popolazione nera. Ciò lo rese un obiettivo elettorale primario per il Movimento sindacale, il partito del dopoguerra di Sir Oswald Mosley.

Essendo stato nella rosa dei candidati, Max Mosley, 21 anni, è stato annunciato come agente elettorale dell'UM. Era il suo primo lavoro dopo la laurea.

Quell'estate Mosley era stato pubblicizzato dal quotidiano Action virulentemente razzista di UM come uno della nostra grande squadra di oratori.

In effetti, due settimane prima del giorno delle elezioni di Moss Side, Max aveva parlato alla Sheffield University.

Un ritaglio di giornale tenuto presso la Biblioteca Wiener del Consiglio dei Deputati degli ebrei britannici, l'archivio dell'Olocausto più antico del mondo, riporta ciò che ha detto al suo pubblico studentesco: che rimandare residenti neri del Regno Unito nelle Indie occidentali mi sembra una soluzione così semplice e ragionevole, aggiungendo le persone di colore hanno un tenore di vita diverso.

Questo opuscolo è stato prodotto a sostegno di un certo Walter Hesketh. Nel novembre 1961, il signor Hesketh era il candidato parlamentare dei movimenti sindacali per Moss Side. L'opuscolo, una copia identica del quale si può trovare anche nella Biblioteca del movimento della classe operaia nella vicina Salford, costituisce una lettura istruttiva

Dando prove al processo sulla privacy del 2008, Max è stato sprezzante nei confronti dell'episodio di Moss Side, dicendo: Mio padre me lo ha offerto come lavoro per le vacanze dopo aver lasciato Oxford.

È stato abbastanza divertente.

Nella sua autobiografia del 2015, ha scritto che si trattava di un nuovo breve ma interessante diversivo.

Ma oltre a dire al lettore che il suo candidato ha ottenuto un voto rispettabile (in effetti, ha perso il suo deposito), il libro di Mosley dice poco di più su quella campagna. Per scoprire la realtà delle elezioni suppletive bisogna andare negli archivi.

Per la popolazione nera di Moss Side, che era al centro della letteratura elettorale razzista di Max con i suoi appelli alla deportazione, l'esperienza è stata piuttosto meno divertente.

Al processo sulla privacy del 2008, il signor Mosley ha descritto il suo candidato Walter Hesketh come un uomo abbastanza rispettabile. . . un uomo abbastanza gentile.

Nella sua autobiografia del 2015, Mosley ha ricordato Hesketh come una persona del tutto ragionevole.

Nel 1961, il Guardian riferì che il candidato della messaggistica unificata ha risposto alla maggior parte delle domande della stampa tramite il signor Mosley. E Mosley, piuttosto che Hesketh, ha persino rappresentato la messaggistica unificata in un dibattito sui candidati all'Università di Manchester.

Ma il 24 ottobre 1961, il Manchester Evening Chronicle condusse un'intervista al signor Hesketh in cui il candidato esponeva le politiche del Partito. Hesketh ha detto al giornale: Non c'è dubbio che la questione delle persone di colore qui sia il problema principale. . . Suggeriamo che coloro che sono venuti a vivere qui dopo il 1945 siano rimandati a casa.

Il volantino è stato prodotto a sostegno del candidato del Movimento sindacale Walter Hesketh nel 1961

Ha aggiunto: Gli uomini di colore che hanno sposato donne bianche dovrebbero riportare le loro mogli a casa o lasciarle qui.

A proposito dei figli dei matrimoni interrazziali, il del tutto ragionevole Mr Hesketh si è offerto volontario che la questione era un problema speciale che avrebbe dovuto essere approfondito.

Il 30 ottobre 1961, otto giorni prima del voto, lo stesso Sir Oswald Mosley arrivò in tournée a Moss Side.

Secondo un rapporto apparso sul Guardian il giorno successivo, il leader fascista è stato avvicinato da un residente di colore e gli è stato detto: Non ho incontrato alcun problema qui finché non sei arrivato tu.

Il giornale gemello dei Guardiani, il Manchester Evening News, ha citato anche Max Mosley, al quartier generale della campagna locale.

Parlando della politica di messaggistica unificata nei confronti dei residenti neri, il giornale riporta che Max ha affermato che voleva una legge per rimandarli tutti da dove venivano, questo è ciò che sosteniamo. Non la chiamereste deportazione; gli avrebbero semplicemente detto di andare.

Alle urne una settimana dopo, Moss Side disse ai Mosley dove andare. Sir Oswalds Party ha perso il suo deposito dopo essersi assicurato solo il 5,2% dei voti. Ma loro e i loro seguaci non dovevano essere scoraggiati.

Nel 1962, il rispettabile Hesketh e altri tre membri di UM furono multati per aver causato danni dolosi a una stazione di polizia locale che aveva confiscato i loro fucili.

Hesketh ha detto alla polizia all'interno della stazione: hai sentito parlare di Mosley? Sono in grado di portare qui 100 uomini e fare a pezzi il posto se necessario per trovare le armi.

Un'importante indagine del Mail oggi svela il passato razzista e teppista dell'ex boss della Formula Uno Max Mosley

Lo stesso anno, Hesketh si candidò senza successo al consiglio comunale, utilizzando per la sua letteratura elettorale una versione dell'opuscolo pubblicato da Max Mosley contenente insulti razziali.

Nel frattempo, Max era alla magistratura cittadina che cercava e non riusciva a convincere un consigliere laburista a mantenere la pace dopo che avrebbe minacciato i neofascisti.

Walter Hesketh ha continuato ad avere problemi con la legge. Voleva creare un esercito privato di camicie nere, ma alla fine fu incarcerato per frode nel 1967. Tale era la sorte di questo assiduo seguace di Sir Oswald Mosley.

Secondo le sue memorie di famiglia del 1983, il fratellastro maggiore di Nicholas Mosley Max aveva detto in faccia al padre che quello che stava facendo non era solo sbagliato, ma anche squallido.

Nicholas ha ricordato Sir Oswald che ha risposto alla sua stessa critica: Non ti parlerò mai più. Né lui, per molti anni. Max dal canto suo è rimasto fedele a suo padre e alla sua memoria.

Nicholas Mosley ha affermato che dopo la pubblicazione del suo libro di memorie del 1983, un Max furioso ha fatto circolare a sua madre Diana Mosley e ad altri membri della famiglia un dossier di recensioni del libro e una lettera in cui accusava Nicholas di un lavoro ascia.

La lettera di Max in effetti mostrava la passione del risentimento contro di me: ma non era questo un segno della riluttanza della famiglia a guardare una verità su mio padre? Nicholas scrisse nella sua successiva autobiografia del 1994, Efforts At Truth.

Davanti a una commissione parlamentare ristretta che indagava sulla privacy nel 2009, Max Mosley ha avuto l'opportunità di rinnegare le opinioni dei suoi padri fascisti. Ma tutto quello che avrebbe ammesso era che forse suo padre aveva esagerato qualunque cosa significasse.

È stato molto meno critico in un'intervista rilasciata nel 1997, quando il suo profilo sui media era più modesto di oggi.

Parlando dell'opposizione di suo padre alla Gran Bretagna che combatteva la Germania nazista, Max disse: Avrebbe fatto un patto con Hitler per proteggere l'Impero e avrebbe potuto avere ragione.

Ha aggiunto: Quando la polvere si posa e le cose orribili vengono dimenticate, guarda bene.

Sfidato dall'idea agghiacciante che cose così terribili possano mai essere dimenticate, Max Mosley ha aggiunto: Le cose più terribili svaniscono con il tempo.

Siamo spiacenti, al momento non accettiamo commenti su questo articolo.

Maggiori informazioni su DailyMail.co.uk

  • Categorie
  • Tag

Notizia