Seleziona una pagina

La famiglia contorta che ha scioccato il mondo per il suo culto dell'incesto nel New South Wales ha condiviso foto malate online.

Sei anni dopo che le autorità hanno scoperto per la prima volta il caso di abusi sui minori più depravato d'Australia, Betty Colt, uno pseudonimo di corte, ha condiviso foto sui social media con il motto di famiglia incollato sul fondo.

La matriarca Colt ha condiviso una sua foto su Facebook con i membri della famiglia.

La famiglia contorta che ha scioccato il mondo per il suo culto dell'incesto nel New South Wales ha condiviso foto malate online (al centro della foto di Betty Colt)

Sei anni dopo che le autorità hanno scoperto per la prima volta il caso di abusi sui minori più depravato d'Australia, Betty Colt (nella foto), uno pseudonimo di corte, ha condiviso le foto sui social media con il motto di famiglia

Anche altri membri del culto dell'incesto, incluso il nipote di Betty Colts, hanno condiviso le foto usando il motto di famiglia (nella foto)

Le foto avevano una grafica rosa e cuori d'amore che incorniciavano la parte inferiore della foto insieme alla frase l'amore fa una famiglia, ha rivelato News Corp.

Un quiz su Facebook compilato da Betty Colt ha anche descritto la donna come una mamma divertente i cui figli la adorano perché non c'è mai un momento di noia con (lei) in giro.

La famiglia di 38 persone è stata separata dai funzionari dopo essere stata trovata a vivere in condizioni squallide nel 2012 senza acqua corrente, servizi igienici o elettricità, a 328 km a ovest di Sydney.

Gli ufficiali del welfare hanno rimosso 12 bambini innati, analfabeti e malnutriti dal campo nella boscaglia, inclusi cinque figli di Betty Colts, uno che ha concepito con suo padre.

Molti dei bambini non sapevano lavarsi i denti, dormivano in letti sporchi tra mozziconi di sigaretta e cibo in decomposizione, non potevano lavarsi i capelli o usare la carta igienica e presentavano deformità facciali.

Una volta in cura, hanno raccontato ai funzionari di orribili abusi sessuali da parte di adulti e fratelli nelle fattorie isolate, su bambini di appena 12 anni.

La matriarca Colt ha condiviso una sua foto su Facebook con i membri della famiglia e un quiz sul suo essere una mamma divertente che non è mai noiosa

La famiglia di 38 persone è stata separata dai funzionari dopo essere stata trovata a vivere in condizioni squallide nel 2012 senza acqua corrente, servizi igienici o elettricità, a 328 km a ovest di Sydney

Gli ufficiali del welfare hanno rimosso 12 bambini inbred, analfabeti e malnutriti dal campo nella boscaglia (nella foto), inclusi cinque dei bambini di Betty Colts, uno che ha concepito con suo padre

Il giudice Peter Johnstone, presidente della Corte dei bambini del NSW, ha proibito a Betty Colt, ad alcuni dei suoi fratelli e sorelle e a sua figlia Raylene di vivere con alcuni membri della famiglia

Il giudice Peter Johnstone, presidente della Corte dei bambini del NSW, ha proibito a Betty Colt, ad alcuni dei suoi fratelli e sorelle e a sua figlia Raylene di vivere con alcuni membri della famiglia.

Tuttavia, Betty Colt ha continuato a condividere messaggi e cuori d'amore sui social media in cui un membro della famiglia ritenuto essere suo figlio ha anche pubblicato una foto con lo stesso amore che fa un adesivo di famiglia, secondo la pubblicazione.

Anche altri membri del culto dell'incesto, tra cui il nipote di Betty Colts, Karl, hanno condiviso le foto usando il motto di famiglia.

La matriarca di famiglia ha trascorso un anno in prigione nel 2014 per aver tentato di rapire due dei suoi figli, Bobby, 15 anni, e Billy, 14, dall'affidamento.

Mentre alcuni membri della famiglia, tra cui Tammy, il figlio maggiore di Betty, si sono trasferiti e hanno iniziato nuove relazioni.

Altri membri incestuosi del culto, Jed e Karl Betty, sorella di Marthas, sarebbero rimasti in contatto con la zia.

Maggiori informazioni su DailyMail.co.uk

  • Categorie
  • Tag

Notizia