Seleziona una pagina

Il marchio britannico di stivali Hunter è stato sbattuto dai clienti per gli stivali che si staccano e si spaccano, con migliaia di persone che affermano di aver faticato a ottenere un rimborso.

Gli acquirenti hanno sollevato dubbi sulla qualità degli stivali di fascia alta che costano fino a 85 dopo che la finitura opaca dei loro stivali di gomma ha iniziato a staccarsi.

Inondazioni di clienti affermano di essere ancora in attesa di entrare in contatto con il suo team di assistenza clienti, mesi dopo che si è verificato un problema tecnico sul sito Web di Hunter a novembre, che non ha permesso loro di ottenere un rimborso.

Gli acquirenti hanno definito terribile il servizio clienti dell'azienda nonostante il marchio abbia un mandato reale e sia uno dei preferiti di celebrità come Kate Moss e Alexa Chung.

L'azienda con sede a Edimburgo ha esternalizzato la produzione in Asia nel 2008, con i famosi stivali che ora si ritiene siano prevalentemente realizzati in Cina.

Hunter si è scusato per l'errore tecnico e insiste sul fatto di aver mantenuto gli stessi valori, processo di produzione e qualità, nonostante la produzione si sia spostata altrove.

Il marchio britannico Hunter è stato criticato per il suo terribile servizio clienti dopo che gli acquirenti hanno faticato a ottenere un rimborso a causa di un problema tecnico. Alcuni si sono lamentati del fatto che i loro stivali di gomma hanno iniziato a staccarsi (nella foto)

Hunter è stato colpito da reclami su Twitter da parte di acquirenti che non sono riusciti a contattare il suo team di assistenza clienti.

Aristy Zorbas ha commentato: Molto deluso dal tuo punto di vista sugli articoli difettosi. Vergognatevi Cacciatori per non credere nel vostro marchio e per non voler sistemare le cose.

Tracy Glaser ha aggiunto: @HunterBoots molto delusa dal tuo servizio clienti e dagli ordini online. servizio clienti scadente 25 minuti in attesa.

Nel frattempo, Katheryn Gordon ha scritto: Rispondi a qualcuno? Penseresti che con la quantità di continui reclami potresti intensificare il tuo gioco del servizio clienti #theworst.

Alcuni clienti hanno riferito che la finitura opaca le stava staccando gli stivali (nella foto)

Una persona si è lamentata che c'erano dei buchi nei suoi stivali otto mesi dopo l'acquisto

Gli stivali Hunter sono diventati un fiocco britannico dopo essere stati avvistati su innumerevoli celebrità.

La principessa Diana ha indossato gli Hunter Originals nelle sue foto di fidanzamento con il principe Carlo prima del restyling, mentre Meghan Markle è stata vista fare commissioni con loro nella piovosa Londra l'anno scorso.

L'azienda ha dovuto affrontare problemi di flusso di cassa nel 2006, a causa degli elevati costi di produzione, ma il marchio ha visto una rinascita di popolarità nel 2007, con vendite in aumento dell'85%.

L'anno successivo, Hunter prese la decisione di trasferire la sua produzione in Asia, con i suoi stivali che ora si ritiene siano prevalentemente fabbricati in Cina.

Il suo sito web afferma che i suoi prodotti sono realizzati da stabilimenti fornitori situati in Cina, India, Indonesia, Italia, Tailandia, Turchia e Vietnam, nonché nel Regno Unito.

Si pensa che la rinascita del marchio negli ultimi dieci anni sia dovuta agli stivali Hunter indossati da innumerevoli celebrità, che sono state avvistate mentre li indossavano mentre guadavano il fango in festival musicali come Glastonbury.

Innumerevoli celebrità sono state avvistate con gli stivali nel corso degli anni, inclusa Kate Moss al Festival di Glastonbury

La modella Kate Moss è stata accreditata di averli resi belli di nuovo dopo aver abbinato i suoi a minuscoli hotpants al festival nel 2005.

Altri hanno seguito l'esempio, tra cui Alexa Chung, Ellie Goulding, Lily Allen, Cara Delevingne, Suki Waterhouse, Emma Watson e Stella McCartney.

Tuttavia, l'account ufficiale di Hunters è stato inondato di lamentele sulla qualità degli stivali.

Jonathan Layzell, 38 anni, ha scoperto che i suoi stivali di gomma Hunter si erano separati a novembre dopo appena otto mesi di usura.

Hanno sostituito un paio precedente che si è diviso anche dopo 18 mesi dopo la morte della gomma, provocando la fuoriuscita degli stivali.

Il signor Layzell, dal nord-est del Somerset, ha dichiarato: Al momento Hunter afferma che non vi è alcun difetto con il secondo paio che ha iniziato a perdere. Penso che sia il mio quarto paio.

Molti clienti si sono lamentati dopo aver lottato per ottenere un rimborso a causa di un problema tecnico

Alcuni hanno anche descritto come i loro stivali si sono staccati e spaccati

Mia cognata ne aveva un paio che è durato otto anni e mia madre forse due o tre paia in 25 anni, quindi sembra che ci sia un cambiamento nella qualità e sicuramente nella durata.

Dice che gli è stato offerto uno sconto del 20% sul suo prossimo paio, ma preferirebbe fare acquisti altrove.

Ha aggiunto: Sono frustrato dal fatto che un'azienda con una forte reputazione storicamente e che produceva stivali di buona qualità, comodi e funzionali al passato non sembra più in grado di farlo.

Il buono sconto del 20 per cento non mi interessa perché fino a quando non sarò rassicurato sulla qualità che preferirei acquistare altrove, il che è un vero peccato. Che modo di gestire un'impresa.

La denuncia del signor Layzell è una delle dozzine di simili sulla pagina Twitter di marchi famosi.

Kim ha rivelato come i suoi stivali Hunter avevano iniziato a sbucciarsi dopo 18 mesi, commentando: È il primo e l'ultimo paio Ill possiede. Sono di scarsa qualità e ottieni solo una pessima garanzia.

I clienti hanno condiviso foto di stivali in cui la finitura opaca ha iniziato a staccarsi

Alix Clarkson ha avuto lo stesso problema, con la finitura opaca che si staccava dai suoi stivali, che erano un regalo di Natale nel 2016.

Ha detto: ho anche stivali regolabili e le cinghie si sono rotte. Ancora nessuna perdita, ma non li uso molto spesso ma non c'è un vero motivo per cui dovrebbero erodersi. Tutto ciò che ho ricevuto da Hunter sono e-mail automatiche.

Nel frattempo, anche gli stivali di Stephanie Bridwaters sono durati solo un anno prima che si separassero.

Ha detto: sono di pessima qualità, i miei stivali sono durati poco più di un anno e stanno morendo e si rompono.

Il servizio clienti è assolutamente spaventoso, non sono affatto interessati ad aiutare. Stai semplicemente pagando per il nome.

Consiglio a tutti di stare alla larga da questi stivali di gomma estremamente costosi e non adatti allo scopo.

Hunter ha recentemente esternalizzato parte della sua produzione nel 2008 in Cina a causa dell'aumento dei costi, ma il marchio afferma che un paio dei suoi stivali Original sono ancora realizzati a mano da 28 parti

Hunter iniziò la sua attività come North British Rubber Company nel 1856 e fino a poco tempo aveva la sua fabbrica a Dumfries, in Scozia.

Descritto come un marchio storico britannico, Hunter detiene diversi warrant reali come fornitore di calzature impermeabili ed è uno dei preferiti del set da caccia.

L'azienda è stata costretta ad esternalizzare la produzione nel 2008 a causa dell'aumento dei costi e si ritiene che i famosi stivali siano realizzati principalmente in Cina.

L'analista al dettaglio di Planet Retail, Natalie Berg, ha affermato che Hunter dovrebbe prestare molta attenzione agli standard del servizio clienti.

Ha detto: I social media rafforzano quel vecchio adagio nella vendita al dettaglio secondo cui il cliente è il re.

Può essere rapido e in qualche modo gratificante per gli acquirenti esporre pubblicamente i propri problemi, ma questo spesso porta ad aspettative irrealistiche quando si tratta di tempi di risposta poiché molti acquirenti si aspettano che i loro problemi vengano risolti all'istante.

Tuttavia, i clienti affermano di essere rimasti delusi dalla qualità dei loro stivali. Nella foto c'è un paio di stivali di gomma spaccati

I social media possono non solo esporre ma anche amplificare qualsiasi problema di qualità o servizio, portando potenzialmente a danni a lungo termine alla reputazione di un marchio.

Una portavoce di Hunter si è scusata per essere scesa al di sotto del livello di servizio clienti che ci si dovrebbe aspettare.

Ha affermato in una dichiarazione: Alla fine di novembre, un guasto tecnico al nostro sito Web globale ha impedito a una percentuale significativa di clienti di completare il modulo di reso automatico online.

Di conseguenza, chiunque volesse restituire il prodotto è stato ridotto a chiamare le linee telefoniche del nostro servizio clienti. Questo errore tecnico ha coinciso con il nostro periodo di scambio più importante dell'anno.

Non eravamo preparati per questo e quindi si è verificato un notevole arretrato di chiamate. Abbiamo adottato misure per aumentare il personale, che nell'ultima settimana è ulteriormente aumentato.

Ha continuato: Come marchio britannico di 160 anni, prendiamo molto sul serio le aspettative dei nostri clienti e la nostra reputazione. Hunter è sempre stato orgoglioso della sua qualità e della produzione assemblata a mano.

Gli stivali Hunter sono diventati un fiocco britannico nel corso degli anni, sostenuti da celebrità come Alexa Chung

In effetti, a settembre 2017 abbiamo esteso la garanzia di fabbricazione dei nostri stivali Wellington Original da 12 mesi a 24 mesi. Il nostro stivale Original continua ancora oggi ad essere realizzato nello stesso modo tradizionale di come era nel luogo di nascita del marchio, la Scozia.

La produzione si è spostata in Asia nel 2008 per salvaguardare il futuro di questo marchio storico, ma lo ha fatto mantenendo i valori, il processo di produzione e la qualità stabiliti nel corso di molti decenni in Scozia.

Indipendentemente dalla geografia, un paio di stivali Hunter Original sono ancora realizzati a mano da 28 parti e assemblati in un periodo di 3 giorni; un processo che non è cambiato in modo significativo nel corso della vita dei prodotti.

Qual è la storia dietro gli stivali di gomma Hunter?

Nel 1856, l'azienda allora nota come North British Rubber Company fu fondata dall'imprenditore americano Henry Lee Norris.

L'azienda è cresciuta da soli quattro membri del personale a oltre 600 entro la metà degli anni '70 dell'Ottocento.

All'inizio della prima guerra mondiale, la produzione aumentò notevolmente poiché all'azienda fu chiesto di fornire robusti stivali di gomma ai soldati.

L'azienda è stata nuovamente incaricata di realizzare stivali di gomma per i soldati durante la seconda guerra mondiale.

Hunter viene fornito con il sigillo di approvazione reale, dopo aver ricevuto un Royal Warrant su appuntamento da Sua Altezza Reale il Duca di Edimburgo nel 1977. La compagnia ha successivamente ricevuto un Royal Warrant dalla Regina nel 1986.

Nel 2004, Hunter è diventata per la prima volta una società a sé stante, dopo essere stata rilevata da un gruppo di investitori. Negli anni era passato di mano più volte.

L'azienda è entrata in amministrazione amministrativa nel 2006 dopo aver sofferto di problemi di flusso di cassa a causa degli elevati costi di produzione.

È stato acquistato da un consorzio privato, con la produzione che si è trasferita in Asia nel 2008.

Lo stivale Original Green Wellington è stato creato per la prima volta nel 1956 e rimane ancora uno dei modelli più popolari del marchio.

Man mano che il marchio Hunter fortunatamente cresce e ottiene successo in tutto il mondo, i nostri volumi aumentano chiaramente e con un numero maggiore di stivali prodotti c'è un potenziale maggiore di difetti di fabbricazione.

Siamo stati molto orgogliosi di annunciare che i livelli di difetto dei nostri prodotti sono i più bassi che siano mai stati. Tuttavia, come con tutti i marchi, possiamo migliorare e ci sforziamo di farlo quotidianamente, spingendo a migliorare i nostri livelli di qualità stabiliti per offrire la migliore esperienza possibile ai nostri clienti.

Inevitabilmente di tanto in tanto si verificheranno difetti del prodotto, ma è nostro impegno e dovere nei confronti dei nostri clienti che, quando lo fanno, reagiamo in modo rapido ed efficace per risolvere la situazione. È quest'area che stiamo attivamente migliorando.

Gli stivali di gomma furono indossati e resi popolari da Arthur Wellesley, il primo duca di Wellington, e divennero comuni tra l'aristocrazia all'inizio del XIX secolo.

Maggiori informazioni su DailyMail.co.uk

  • Categorie
  • Tag

Notizia