Seleziona una pagina

Una donna che ha frequentato Matthew Dolloff (nella foto) per tre anni dal 2010 al 2013 ha rivelato il suo shock nell'apprendere del suo arresto per aver sparato a morte a un veterano della Marina durante una manifestazione di Patriot Muster in un'intervista esclusiva con DailyMail.com

La guardia di sicurezza senza licenza che ha sparato e ucciso un veterano della Marina durante una manifestazione di Patriot Muster ha partecipato alle proteste di Occupy Denver e ha condiviso opinioni di estrema sinistra sui social media, ha appreso DailyMail.com.

Martedì, l'ex fidanzata di Matthew Dolloff ha parlato con DailyMail.com in esclusiva, condividendo il suo shock per la notizia del suo coinvolgimento nella sparatoria fatale del sabato insieme a diversi dettagli sul loro tempo insieme.

L'ex ragazza, che ha chiesto di rimanere anonima, è uscita con Dolloff subito dopo il liceo dal 2010 al 2013. Durante quel periodo sono stati entrambi pesantemente coinvolti in Occupy Denver, la filiale locale di Occupy Wall Street e hanno trascorso quasi due anni a protestare contro la disuguaglianza economica nel cuore della città, disse.

Ha detto di aver perso i contatti con Dolloff dopo che si erano lasciati e non aveva pensato a lui negli anni prima di questo fine settimana, quando il 30enne ha fatto notizia a livello nazionale dopo aver sparato a Lee Keltner sabato pomeriggio fuori dal Denvers Civic Center, dove la polizia I sostenitori di Patriot Muster hanno affrontato i contro-manifestanti di Black Lives Matter e Antifa.

La stazione televisiva locale 9News ha assunto Dolloff per proteggere il personale che copriva le proteste dei duelli attraverso la società di sicurezza Pinkerton, che ha affermato di averlo subappaltato da un'altra agenzia che ha rifiutato di nominare. Domenica è stato confermato che Dolloff non aveva la licenza per prestare servizio come guardia di sicurezza privata.

Le voci hanno iniziato a circolare rapidamente online secondo cui Dolloff era motivato a uccidere da convinzioni di estrema sinistra, alimentate da dozzine di post liberali che ha condiviso su un account Facebook che la sua ex ragazza ha confermato essere sua.

Ma sabato il dipartimento di polizia di Denver ha detto che Dolloff non aveva affiliazioni note con Antifa o Black Lives Matter e la sua ex ragazza ha fatto eco a questa affermazione.

Matt non è Antifa o associato a BLM, ha detto a DailyMail.com martedì. Condivide molte delle stesse opinioni e sì, è stato fortemente coinvolto in Occupy Denver/Wall Street ma, da quanto ne so, non è stato coinvolto in alcun attivismo negli ultimi cinque e più anni.

Non posso davvero parlare di chi sia oggi, ma se è qualcosa come il Matt che ricordo, è davvero un bravo ragazzo che farebbe di tutto per aiutare qualcuno che ha bisogno. Ti darebbe la maglietta di dosso se ne avevi bisogno. Non posso difendere le sue azioni sabato, ma non è un cattivo ragazzo.

L'ex ragazza ha anche smentito le voci secondo cui un tatuaggio sul polso di Dolloff fosse correlato ad Antifa. Ha detto che è stato suo cugino a fare il tatuaggio a Dolloff quando uscivano insieme e che il simbolo nero era il logo di una compagnia musicale per cui lavorava chiamata sub.mission.

L'ex fidanzata di Dolloffs ha detto di essere stati entrambi fortemente coinvolti nel movimento Occupy Denver per due anni tra il 2011 e il 2012. Dolloff (al centro in nero) è visto partecipare a una manifestazione a Denver nel 2012 in una foto sulla sua pagina Facebook

Si vede Dolloff scarabocchiare il 99% sul marciapiede con il gesso durante una manifestazione di Occupy Denver nel 2011. L'ex fidanzata di Dolloffs ha detto che la coppia è stata coinvolta in Occupy Denver nei primi giorni del movimento nel 2011, dicendo: Eravamo lì praticamente tutto il tempo

Un uomo identificato da Getty Images come Dolloff viene visto con in mano una bandiera americana piegata a un raduno di Occupy Denver nel 2011

La pagina Facebook di Dolloff e i registri pubblici esaminati da DailyMail.com mostrano che gestisce un'attività in proprio a Elizabeth, in Colorado, chiamata Lavender Moon Farm, dove alleva bestiame e api con sua moglie. Nella foto: Dolloff e sua moglie vendono i loro prodotti a base di miele a una fiera nel marzo 2019

Dolloff è visto nella sua fattoria a Elizabeth in una foto pubblicata sulla pagina Lavender Moon Farm nell'aprile 2019. La sua ex ragazza ha detto che il tatuaggio sul suo polso non è correlato ad Antifa, contrariamente alle speculazioni online

Le foto scattate da un fotografo del Denver Post hanno catturato il momento in cui Dolloff ha sparato e ucciso Keltner sabato pomeriggio fuori dal Denver Art Museum, dove i sostenitori della Patriot Muster pro-polizia hanno affrontato i contro-manifestanti di Black Lives Matter e Antifa. La stazione televisiva locale 9News ha assunto Dolloff per proteggere il personale che copriva le proteste dei duelli attraverso la società di sicurezza Pinkerton, che ha affermato di averlo subappaltato da un'altra agenzia che ha rifiutato di nominare

Le riprese del sabato sono state catturate in una serie di 71 immagini da un fotografo del Denver Post, che mostrava Keltner che schiaffeggiava Dolloff e gli lanciava un getto di mazza in faccia prima che la guardia alzasse la pistola e sparasse, facendo barcollare all'indietro il manifestante.

Dolloff è rimasto visibilmente sbalordito quando si è immediatamente arreso alla polizia antisommossa che si è precipitata ad arrestarlo. È stato ammonito con l'accusa di omicidio di primo grado ed è detenuto presso il Downtown Detention Center senza alcun vincolo.

Una dichiarazione giurata di arresto non sigillata martedì affermava che Keltner era entrato in una disputa verbale con un uomo di 27 anni in cui urlava e assumeva una postura, portando gli altri a credere che la disputa sarebbe diventata fisica.

Un uomo di 60 anni è intervenuto per esortarli a fermarsi prima che Dolloff iniziasse un alterco con Keltner mentre stava ancora litigando con l'uomo di 27 anni.

Una pagina Facebook che si ritiene appartenga a Dolloff contiene dozzine di post con opinioni liberali e critiche a Donald Trump risalenti a diversi anni fa

In un post del 2017 Dolloff ha scritto FTP, che comunemente sta per f*** the police

Keltner ha schiaffeggiato Dolloff in testa e Dolloff ha tirato fuori una pistola semiautomatica e ha sparato a Keltner mentre Keltner gli scaricava spray al peperoncino, afferma il documento.

Un avvocato che rappresenta la famiglia Dolloffs, Doug Richards, ha detto che stava agendo per legittima difesa quando ha sparato a Keltner, dicendo che l'uomo armato temeva per la sua vita quando ha visto la vittima sollevare la maglietta, potenzialmente cercando la propria arma. La polizia ha detto di aver recuperato due armi da fuoco dalla scena, ma non ha confermato a chi appartenessero.

L'ex fidanzata di Dolloffs ha rifiutato di speculare sulle circostanze della sparatoria, ma ha detto: Non era mai stato conosciuto per essere violento. È strano vedere l'intero paese avere un'opinione su di lui, quando in realtà lo conosco e chi è come persona.

I registri pubblici esaminati da DailyMail.com mostrano che Dolloff è coinvolta in una piccola attività di produzione di bestiame e miele chiamata Lavender Moon Farm dal 2014. Dolloff vive a tempo pieno nella fattoria di Elizabeth, in Colorado, secondo i vicini che hanno parlato con FOX31.

Nelle foto sulla pagina Facebook di Dolloffs e in una pagina per Lavender Moon, Dolloff si prende cura di vari animali insieme a una donna che la sua ex ragazza ha confermato essere sua moglie.

Il profilo Facebook includeva anche dozzine di post politici risalenti al 2011 in cui Dolloff, un democratico registrato, inveiva contro i repubblicani tra cui il presidente Trump e il Texas Sen Ted Cruz e esortava i suoi seguaci a votare per Bernie Sanders durante la corsa alle primarie presidenziali del 2016.

Ha anche condiviso diverse foto dei raduni di Occupy Denver nel 2011 e nel 2012. In una foto dell'ultimo anno, lo si vede alzare il pugno sopra una folla mentre tiene una bandiera americana piegata e indossa una spilla con la scritta: Siamo il 99%.

L'ex fidanzata di Dolloffs ha detto che la coppia è stata coinvolta in Occupy Denver nei primi giorni del movimento nel 2011 e ha continuato a presentarsi per eventi nei due anni successivi. Eravamo lì praticamente tutto il tempo, ha detto.

Dolloff è rimasto attivamente impegnato in politica anni dopo, secondo i post sulla sua pagina Facebook.

Nella primavera del 2016, Dolloff ha condiviso diverse foto di un raduno della campagna di Sanders, insieme ad alcuni post in cui chiedevano ai suoi amici di votare per il candidato progressista.

Dolloff, 30 anni, (a sinistra) viene incarcerato con l'accusa di omicidio di primo grado per aver sparato a Lee Keltner (a destra). Parlando con DailyMail.com martedì, l'ex ragazza di Dolloffs ha detto: Non posso difendere le sue azioni sabato, ma non è un cattivo ragazzo

Nel giugno di quell'anno, ha condiviso uno screenshot di Trump in un'intervista alla CNN, sottotitolando: F***o questo ragazzo.

Poche settimane dopo, ha condiviso il seguente incontro: si è imbattuto in un tifoso di Trump con un bottone Trump sulla maglietta. Ho detto loro che mi piace il loro essere un pulsante razzista. Non avevano niente da dire. #f***trump [sic].

Alcuni giorni dopo l'insediamento di Trump nel gennaio 2017, Dolloff ha scritto: Fammi capire bene, il ramo esecutivo non ascolta il ramo giudiziario, quindi non ci sono più controlli ed equilibri. Dittatura fascista adesso??

Nello stesso anno ha pubblicato un collegamento YouTube intitolato: L'infermiera dello Utah urla mentre viene ammanettata dal poliziotto per essersi rifiutata di prelevare sangue sul paziente. Nella didascalia Dolloff ha scritto: FTP, che sta per F*** the police.

Dopo che Dolloff è stato nominato sospettato della sparatoria del sabato, gli utenti dei social media hanno setacciato la sua pagina Facebook alla ricerca di prove dell'estremismo liberale, scovando molti dei post sopra menzionati.

La madre di Keltner, Carol, si è unita al coro di speculatori critici nel suo stesso post su Facebook domenica, accusando che suo figlio è stato ucciso perché sosteneva la polizia e dicendo: La sinistra è andata lontano.

Il profilo Facebook di Dolloffs e il profilo di Lavender Moon Farms hanno mostrato diverse foto di lui con sua moglie

In un post del 2017, Dolloff ha condiviso che lui e il suo partner avevano entrambi ottenuto licenze di caccia

Sparsi tra i post politici di Dolloffs ci sono dozzine di foto di lui con sua moglie. Non è chiaro quando si siano sposati, ma una foto indicava che il matrimonio si è svolto in estate.

Il suo profilo Facebook ha anche un collegamento alla pagina Facebook di Lavender Moon Farms, che contiene più foto della coppia.

I registri pubblici hanno mostrato che Dolloff vive allo stesso indirizzo elencato nella pagina di Lavender Moon Farms. L'indirizzo è stato cambiato lunedì dopo che i troll hanno iniziato a pubblicare commenti negativi sulla pagina di Lavender Moon.

Il vicino di casa di Dolloff, Van Decastro (nella foto) ha parlato con FOX31 lunedì. Decastro ha detto di aver osservato spesso Dolloff mentre si esercitava a sparare nel cortile delle fattorie

Molte delle foto mostravano Dolloff che sparava a bersagli nella fattoria, oltre a giocare con pecore, cani e galline. In un post del 2017, Dolloff ha condiviso che lui e sua moglie avevano entrambi ottenuto licenze di caccia.

Il profilo di Lavender Moon Farm ha diversi post che invitano i follower a visitare lo stand delle coppie al Tanner Gun Show, insieme a foto di barattoli di miele e altri prodotti di marca.

I vicini che vivono vicino a Lavender Moon Farm hanno confermato che Dolloff viveva lì ma hanno detto che non sapevano molto di lui.

Hanno un sacco di pecore. Hanno i tacchini e, a parte questo, l'anno scorso avevano un campo di canapa che hanno cercato di coltivare, ha detto a FOX31 il vicino Van Decastro.

Decastro ha detto di aver osservato spesso Dolloff mentre si esercitava a sparare nel cortile delle fattorie, che era modellato sui legami ferroviari.

Lo guardavo qui fuori tutto il tempo mentre tirava al bersaglio al suo raggio d'azione, ha detto, notando che anche gli altri vicini si sono divertiti a praticare il tiro al bersaglio. Hanno usato ogni tipo di pistola. Hanno usato pistole e AR-15, fucili e hanno sparato ai bersagli.

L'ufficio dello sceriffo della contea di Elbert lunedì ha confermato che Dolloff aveva una licenza di trasporto nascosta valida al momento delle riprese del sabato. Lo sceriffo Tim Norton ha detto di essersi trasferito per annullare la licenza dopo la sparatoria.

I vicini che vivono vicino alla Lavender Moon Farm (nella foto) hanno confermato che Dolloff viveva lì ma hanno detto che non sapevano molto di lui, a parte il fatto che si prendeva cura del bestiame e si divertiva a uscire al suo poligono di tiro

Pinkerton ha rilasciato la dichiarazione sopra lunedì

Pinkerton: la società di sicurezza che ha incaricato l'assassino di Patriot Muster

Pinkerton è stato messo sotto i riflettori dopo che è stato rivelato che 9News ha utilizzato la società di sicurezza per assumere Matthew Dolloff.

L'azienda è stata fondata come Pinkerton National Detective Agency a Chicago nel 1850 dallo scozzese Allan Pinkerton.

Al culmine del suo potere all'inizio del XX secolo, Pinkerton era la più grande agenzia di polizia del paese.

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti appaltava il lavoro investigativo a Pinkerton negli anni '70 dell'Ottocento, prima che l'Anti-Pinkerton Act del 1893 vietasse al governo di assumere persone affiliate all'azienda.

Pinkerton si è guadagnato la reputazione di intimidire i lavoratori delle fabbriche mentre aiutava le aziende a tenere i sindacalisti fuori dalle loro operazioni.

Oggi, la parola Pinkerton è ancora associata ai conflitti sindacali, ma l'azienda concentra gli sforzi sull'intelligence sulle minacce, sulla gestione del rischio e sulla protezione dei dirigenti.

La società è stata acquistata dalla società di sicurezza svedese Securitas AB nel 1999. La sua sede è ora situata ad Ann Arbor, nel Michigan.

Non è chiaro come Dolloff sia stato assunto per lavorare come sicurezza per 9News nonostante non fosse autorizzato a lavorare come guardia di sicurezza, secondo il Dipartimento delle accise e delle licenze di Denvers.

Pinkerton ha detto che non ha assunto direttamente Dolloff e lo aveva contratto da un'altra società, che ha rifiutato di nominare.

La società di sicurezza inoltre non ha risposto alle domande su come avrebbe potuto contrarre qualcuno senza una licenza valida.

L'ufficio del procuratore di Denver City ha affermato che sia Pinkerton che 9News potrebbero essere incriminati per l'assunzione di Dolloff.

Le circostanze relative alla sparatoria di sabato sono ancora sotto inchiesta.

Il dipartimento di polizia di Denver ha affermato che una sorta di alterco verbale è emersa tra Dolloff e Keltner nei momenti precedenti lo sparo.

Richards, l'avvocato che rappresenta la famiglia Dolloffs, lunedì ha insistito sul fatto che agiva per legittima difesa perché temeva per la sua sicurezza quando ha visto Keltner infilarsi la maglietta.

Ha detto che le immagini della scena hanno mostrato che Dolloff ha messo il suo corpo tra Keltner e il produttore di 9News che stava lavorando per proteggere.

Penso che sia importante riconoscere che questo è qualcuno che partecipa alla protesta e lavora per proteggere i diritti del Primo Emendamento, ha detto Richards.

Non era presente per conto di alcuna organizzazione o per portare avanti un'agenda politica. Puoi vedere nelle immagini che ha messo il suo corpo tra il manifestante e il giornalista.

Matt stava facendo tutto ciò che doveva fare e tutto ciò per cui era stato addestrato.

La polizia ha detto che due pistole e una mazza sono state trovate sulla scena del crimine, ma lunedì ha rifiutato di rilasciare ulteriori dettagli su quanto accaduto, incluso a chi appartenessero le pistole, perché non vogliono danneggiare le indagini in corso, il portavoce del dipartimento Jay Casillas disse.

Il documento che espone le ragioni dell'arresto di Dolloffs è rimasto sigillato fino a martedì.

È comparso in tribunale domenica, dove gli è stato negato il legame.

Una straordinaria serie di immagini ha catturato il momento in cui Dolloff, una guardia di sicurezza privata che lavora per News9, ha sparato e ucciso il manifestante Patriot Muster identificato dai membri della famiglia come Lee Keltner. Nell'immagine sopra, Keltner (a sinistra) sembra schiaffeggiare Dolloff (a destra) mentre tiene in mano una lattina di mazza

Una seconda immagine mostrava Keltner che schierava la mazza contro Dolloff, che aveva estratto una pistola dalla cintura. Dolloff è stato contratto dalla stazione televisiva locale News9 tramite Pinkerton, un investigatore privato e un'agenzia di sicurezza

Keltner barcolla all'indietro dopo che Dolloff ha sparato con la sua arma nella nuvola di mazza, colpendo e uccidendo il manifestante

Dolloff depose la sua arma e sembrò dire a un produttore di 9News che doveva indietreggiare mentre la polizia antisommossa si precipitava verso di lui

Dolloff cadde in ginocchio e si arrese immediatamente dopo aver sparato a morte all'uomo che lo aveva colpito

CHI SONO I PATRIOT MUSTER Manifestanti?

Patriot Muster è il nome dato agli attivisti pro-polizia che hanno partecipato ai raduni organizzati da John Tiegen, un ex guardia di sicurezza privata dei Marine e della Blackwater.

Il gruppo si è formato durante l'estate quando Denver, insieme a dozzine di altre città negli Stati Uniti, è stata scossa dalle proteste contro il razzismo e la brutalità della polizia.

Patriot Muster ha fatto notizia a luglio quando ha ospitato una manifestazione di Back the Blue che è precipitata nel caos quando i manifestanti hanno iniziato a scontrarsi con i contro-manifestanti. Tiegen ha accusato i contro-manifestanti di aver lanciato lattine di zuppa contro i suoi seguaci.

Tiegen ha organizzato un altro raduno Patriot Muster sabato al Denver Civic Center, con lo slogan: Alzati, mostrati.

Lo slogan presentava somiglianze con la risposta del presidente Donald Trump quando gli è stato chiesto di condannare i suprematisti bianchi e i Proud Boys. Invece di sconfessarli, disse: Stai indietro e resta in attesa.

I manifestanti di Black Lives Matter guidati dai comunisti di Denver hanno risposto creando il proprio raduno nello stesso luogo, soprannominato BLM-Antifa Soup Drive.

La manifestazione della zuppa doveva essere ironica in risposta a Tiegen che accusava i manifestanti di sinistra di lanciare lattine.

Tiegen ha prefigurato la violenza all'evento di venerdì, dicendo a KNUS: Non entrerò lì per fare violenza, ma sarò pronto a fare violenza.

La madre di Keltner, Carol, ha espresso la sua rabbia e il suo crepacuore in un post su Facebook domenica, sostenendo che suo figlio è stato assassinato perché ha sostenuto la polizia.

Mio figlio Lee era al raduno dei patrioti oggi a Denver, ha scritto Carol nel Northeast Arkansas Tea Party Group. Dopo il raduno una persona dalla parte di BLM e Antifa si è avvicinata a lui, ha detto alcune brutte parole e poi gli ha sparato alla testa.

È stato assassinato perché ha appoggiato la polizia. Con lui c'era il figlio di 24 anni. Mi sono trasferito in Arkansas perché il Colorado è diventato troppo costoso e liberale. La sinistra è sfuggita di mano.

La sorella di Keltner, Suzan Keltner, domenica ha detto che suo nipote ha lottato per farcela dopo aver assistito alla morte di suo padre.

Era mio fratello, il mio unico fratello, ha detto Suzan al New York Post. Ha servito anche il nostro Paese.

Anche Jay Keltner, uno dei figli di Lees, ha postato la tragedia su Facebook, scrivendo: Non posso credere che i miei padri se ne siano andati. Questo non sarà mai giusto #RIP.

Ha anche cambiato la sua foto di copertina in un video dell'incidente mortale che mostra suo padre che spruzza la mazza a Dolloff.

Jay Keltner ha detto al Denver Post che suo padre non era un membro di nessun gruppo ed era lì per radunarsi per il dipartimento di polizia come aveva fatto in precedenti proteste.

Un amico di Keltner che ha parlato con FOX31 descritto come il ragazzo che ti avrebbe tolto la maglietta dalla schiena. Non solo qualcuno che è stato ucciso durante una protesta.

L'amico, che ha chiesto di rimanere anonimo, ha detto di non essere a conoscenza del coinvolgimento di Keltner in alcun gruppo politico.

Per quanto ne so, in 20 anni, non l'ho mai saputo che fosse un razzista. Un orgoglioso americano? Sì. Ma un razzista? No, hanno detto.

L'amico ha anche chiesto perché Dolloff abbia sentito il bisogno di sparare a Keltner, dicendo: Mace non è una forza mortale. Come puoi essere fucilato per averlo fatto?

I momenti che hanno preceduto la sparatoria sono stati catturati in un video pubblicato sui social media, che mostrava Keltner impegnato in un incontro urlante con un altro uomo che si credeva fosse con il gruppo di contro-manifestanti di Black Lives Matter e Antifa.

Il contro-manifestante, che indossava una maglietta Black Guns Matter, si sente dire a Keltner: F***o mi mazza, mentre gli astanti tentano di allontanarli l'uno dall'altro.

Il contro-manifestante continua a gridare mentre Keltner esce dall'inquadratura del video. Pochi secondi dopo risuona uno sparo e si vede Keltner sdraiato sul marciapiede.

I momenti precedenti la sparatoria sono stati catturati in un video pubblicato sui social media, che mostrava Keltner impegnato in un incontro urlante con un altro uomo che si credeva fosse con un gruppo di manifestanti di Black Lives Matter e Antifa che si sono presentati al museo d'arte per affrontare via con la folla di Patriot Muster

Nei video e nelle foto della sparatoria, Keltner è stato visto indossare una maglietta con la scritta BLM seguita da una frase oscena che sembrava prendere in giro il movimento Black Lives Matter. La maglia era parzialmente oscurata dal suo gilet militare senza maniche.

Domenica i propri cari hanno identificato Keltner (nella foto) come la vittima della sparatoria del Patriot Muster

Keltner possedeva la sua attività di produzione di cappelli personalizzati a Brighton chiamata Crossfire Hats, secondo The Sun.

Ha condiviso il suo amore per il mestiere in un'intervista al Denver Post nel 2015, dicendo: Tutto ciò che faccio è personalizzato. Faccio un cappello alla volta, lo faccio bene per quel cliente e poi passo al successivo.

In un video del 2012 Keltner ha descritto come teneva in vita l'Occidente, un cappello alla volta.

Amo essere un artista, ha detto. Creare cose nuove e diverse perché faccio tutto il lavoro da solo e lo faccio uno alla volta. È davvero speciale per quel cliente.

Diversi amici hanno reso omaggio a Keltner nei post sui social media, tra cui Laura Sanders, che lo ha descritto come un amorevole marito, padre e amico su Twitter.

Lee hai sempre avuto un grande senso dell'umorismo e hai sempre aiutato coloro che potevi, ha scritto Sanders in un post. Eri uno dei bravi ragazzi! Questo mondo è un posto più triste senza di te amico mio! Grazie 4 tutti i bei ricordi e momenti divertenti! Pregando 4 la tua famiglia! Eri un amico fantastico, marito e papà! Ti amo amico!

In un altro tweet Sanders ha scritto: Mi mancherai per sempre mio caro amico! La tua vita presa da un codardo! Sei stato un marito, padre e amico fantastico! Mi mancheranno le nostre conversazioni e la tua faccia ridente e sorridente! Riposa in pace Lee! Tanto amore.

I registri del tribunale mostrano che Keltner ha precedenti penali che risalgono a più di un decennio. Il suo ultimo contatto con la legge risale al 2016, quando è stato accusato di condotta disordinata/combattimento in pubblico. Prima di ciò, si è dichiarato colpevole di aver violato un ordine di protezione nel 2008.

I suoi cari hanno descritto Keltner (sinistra e destra) come un marito amorevole, padre e amico che aiutava sempre le persone bisognose. La madre di Keltner, Carol, ha detto che è stato ucciso perché ha appoggiato la polizia

Nei video e nelle foto dell'incidente, Keltner è stato visto indossare una maglietta con la scritta BLM seguita da una frase oscena (nella foto) che sembrava prendere in giro il movimento Black Lives Matter

Maggiori informazioni su DailyMail.co.uk

  • Categorie
  • Tag

Notizia