Seleziona una pagina

Le famiglie delle persone ancora scomparse dopo il crollo di un condominio a Miami sono state portate sul posto per vedere i lavori di recupero con una serie di parenti che urlavano il nome dei loro cari nella speranza che li sentissero.

I parenti sono stati portati in autobus alle rovine dell'edificio Champlain Towers South a Surfside, in Florida, domenica mattina. Una volta lì, i cari della studentessa scomparsa Nicole Langsfeld hanno iniziato a urlare il suo nome, apparentemente nella speranza che potesse ascoltarli e rispondere.

Langsfeld e suo marito Luis Sadovnic sono tra le 152 persone ancora disperse dopo che l'edificio di 12 piani è crollato giovedì mattina presto. Finora è stato confermato che nove persone sono morte, con otto di queste vittime identificate dai medici legali.

La giornalista della CNN Faith Karimi, che ha assistito alla visita straziante della domenica, ha twittato: Ad alcuni parenti di coloro che sono scomparsi a Surfside è stato permesso di visitare il luogo del crollo questo pomeriggio. (L'area è transennata).

I parenti di Nicole Langsfeld nella foto con suo marito Luis l'hanno chiamata per nome mentre visitavano il luogo del crollo del condominio di Miami domenica, nella speranza che la persona amata potesse sentirli

Nicole e Luis non si vedono da quando il condominio di 12 piani in cui vivevano è crollato nelle prime ore di giovedì scorso

La coppia è tra le 152 persone ancora disperse. Finora nove persone sono state confermate morte, tra i timori che il bilancio delle vittime finale salirà molto più in alto

Lo zio di Nicole Langsfeld mi ha detto che quando sono arrivati ​​lì, si sono alternati urlando il suo nome, sperando di sentirli sotto le macerie.

Karimi ha poi condiviso i dettagli su Nicole datile dallo zio della donna scomparsa. Ha twittato: Era divertente e intelligente e amava tutti i tipi di animali. Se avesse potuto, avrebbe spostato un elefante in quell'appartamento.

Le speranze stanno cominciando a svanire che qualcuno venga salvato vivo dalle macerie, con altre quattro delle nove persone finora confermate morte domenica sera.

Sono la madre Anna Oritz, 46 anni, e suo figlio Luiz Bermudez, 26 anni, che soffriva di distrofia muscolare e non riusciva a camminare.

Sono stati nominati come vittime anche Leon Oliwkowicz, 80 anni, e sua moglie Christina Beatriz Elvira Oliwkowicz, 74 anni. Tutti i resti tranne quelli di Elvira sono stati estratti dall'edificio distrutto sabato, con Elviras scoperto domenica.

Anna Ortiz, a sinistra, e suo figlio Luis Bermudez, a destra erano tra le quattro nuove vittime del disastro del crollo del condominio di Champlain Towers chiamato domenica sera

Anche Leon Oliwkowicz e sua moglie Christina sono stati identificati come vittime del crollo della torre domenica sera

Altre quattro vittime precedentemente nominate sono Stacie Fang, 54 anni, il cui figlio quindicenne Jonah Handler è stato filmato mentre veniva estratto vivo dalle macerie.

Antonio Lozano, 83 anni, e sua moglie Gladys, 79 anni, sono stati uccisi, così come Manny LaFont, 54 anni. Una persona i cui resti sono stati estratti dalla torre crollata deve ancora essere identificata.

Le famiglie sono state portate in autobus sulla scena della tragedia dopo che un parente arrabbiato ha affrontato il governatore della Florida Ron DeSantis riguardo a quelli che secondo lei erano sforzi inadeguati per cercare di salvare i loro cari.

Quello scontro, catturato sabato, ha visto la donna dire: non basta.

Immagina se i tuoi figli fossero lì dentro. Te ne andrai di qui e farai una bella foto. So che stai facendo tutto il possibile, ma non è abbastanza.

I parenti sono raffigurati mentre vengono portati in autobus al luogo di recupero domenica, dopo che alcuni si sono lamentati di non aver fatto abbastanza per cercare di salvare i loro cari scomparsi

Spiegando lo scopo della visita domenicale, un portavoce di Miami-Dade Daniella Levine Cava ha detto: È un momento privato e profondamente emozionante per le famiglie.

DeSantis e altri funzionari hanno sottolineato che gli equipaggi hanno lavorato 24 ore al giorno da quando la torre è crollata, spesso in condizioni di pioggia, e affrontano il delicato compito di cercare di estrarre possibili sopravvissuti da cumuli di macerie senza ferirli ulteriormente.

Le squadre di soccorso di Israele e Messico si sono unite alle squadre di ricerca e soccorso altamente qualificate di Miami. Il sindaco di Surfsides Charles Burkett ha sottolineato che spera ancora in salvataggi miracolosi dalle macerie, dicendo: Mi aspetto miracoli. Mi aspetto molti miracoli.

Penso che tutti crediamo e ci aspettiamo miracoli.

I lavoratori setacciano tra le macerie del sito domenica, con i lavoratori che cercano di salvare eventuali sopravvissuti senza metterli a rischio di ulteriori ferite dalle macerie

Il sindaco di Surfside Charles Burkett afferma di aspettarsi miracoli nei prossimi giorni quando le persone verranno salvate, anche se le speranze stanno svanendo che qualcun altro verrà tirato fuori vivo

Squadre provenienti da Israele e Messico si uniranno a squadre di ricerca e soccorso locali di grande esperienza nella speranza di trovare sopravvissuti

Anche Levine Cava ha suonato una nota di ottimismo mentre ha fornito gli ultimi aggiornamenti sulla ricerca lunedì sera.

Ha detto che le squadre ora hanno un accesso molto maggiore al cumulo di macerie, con il bel tempo che aiuta a velocizzare il loro lavoro.

I soccorsi sono stati anche in grado di spegnere gli incendi che attualmente covano sotto le macerie.

Levine Cava ha detto: È fonte di ispirazione per tutti noi e per le persone in tutto il mondo. Il loro lavoro, tenere sotto controllo un incendio e il fumo, è stato molto fondamentale e il bel tempo di oggi sono stati due sviluppi molto positivi nella ricerca e hanno permesso allo sforzo di ricerca e soccorso di andare avanti senza alcune delle sfide precedenti che abbiamo affrontato

Stanno lavorando attivamente alla trincea e in realtà è stato estremamente utile per la posizione dei corpi

Il sindaco ha anche invitato le famiglie dei dispersi a presentare denuncia alla polizia sui loro cari, in modo che gli investigatori potessero raccogliere campioni di DNA per aiutare a identificare eventuali resti che in seguito avrebbero multato.

Leo Soto, che ha perso un amico nel disastro, è stato tra i suoi cari che hanno reso omaggio in un santuario improvvisato venerdì. Ha continuato a crescere durante il fine settimana

Sono in corso le indagini sulle cause del crollo. Le Champlain Towers erano in fase di riparazione nell'ambito di un processo di ricertificazione obbligatorio di 40 anni per l'edificio, costruito nel 1981.

Il sospetto è attualmente concentrato sulla piscina rialzata del complesso, che si diceva perdesse ed erodesse le sue fondamenta di cemento, ma gli investigatori affermano che è troppo presto per trarre conclusioni definitive.