Seleziona una pagina

Una donna sopraffatta dall'invidia è stata incarcerata per 13 anni per il brutale omicidio della sorella modella di 17 anni.

Elizaveta Dubrovina, 22 anni, ha accoltellato la sorella Stefania almeno 189 volte, recidendole l'orecchio destro, ha stabilito un tribunale.

Gelosa dell'aspetto delle sue sorelle, si è pugnalata gli organi vitali e si è cavata gli occhi, secondo i rapporti sul caso.

Elizaveta, nella foto qui in tribunale mentre riceve la sua condanna, è stata dichiarata colpevole di omicidio con particolare crudeltà

Elizaveta Dubrovina, 22 anni, ha affondato un coltello negli organi vitali della sorella almeno 189 volte e si è cavata gli occhi

La sorella di 17 anni, Stefania (nella foto sia a destra che a sinistra), era una modella e sua sorella era gelosa del suo bell'aspetto, secondo la corte

Nella foto il corpo di Stefania Dubrovina dopo che sua sorella aveva finito con lei. È morta sul colpo per le ferite riportate e la perdita di sangue

Elizaveta è stata dichiarata colpevole di omicidio con particolare crudeltà da un tribunale della città russa di San Pietroburgo.

Un video mostra la donna inespressiva che viene ammanettata in una gabbia di vetro prima di essere portata via per iniziare la pena.

A causa di relazioni personali ostili, l'imputata ha pugnalato sua sorella almeno 189 volte con un coltello nei suoi organi vitali e le ha tagliato l'orecchio destro, secondo una dichiarazione della procura della città.

Stefania, nella foto, è stata uccisa nella casa del suo amante Alexey Fateev mentre usciva per comprare del vino per la coppia

Il corpo di Stefania, nella foto, è stato sferzato con un coltello mentre il ragazzo di 17 anni era temporaneamente fuori casa

Le immagini mostrano Elizaveta, a sinistra, e Stefania, a destra, che si abbracciano in una discoteca. Il giudice della sentenza ha detto che Elizaveta era gelosa del bell'aspetto delle sue sorelle

La vittima è morta sul posto per ferite multiple e perdita di sangue

Il tribunale ha ritenuto colpevole Dubrovina e l'ha condannata a 13 anni in una colonia penale.

Elizaveta è stata detenuta per l'orribile omicidio nel 2016, ma è stata inviata per cure psichiatriche obbligatorie.

Elizaveta, nella foto, è stata detenuta nel 2016 per l'orribile omicidio, ma è stata inviata per test psichiatrici. Quest'anno è stata ritenuta idonea a sostenere un processo

I rapporti del tribunale affermano che Elizaveta aveva aggredito sua sorella, Stefania (nella foto), in una rabbia invidiosa alimentata dalla droga

Quest'anno è stata ritenuta idonea ad affrontare il processo.

Stefania è stata uccisa nella casa del suo amante Alexey Fateev, che ora ha 44 anni, mentre lui era uscito a fare la spesa.

Ha raccontato di aver trovato il corpo nudo e sanguinante di Stefania dopo essere tornato da un negozio dove aveva comprato del vino.

Quando Fateev è tornato dal negozio ha arrestato Elizaveta, nella foto, per impedirle di scappare dalla polizia

La corte ha deciso che l'omicidio è stato particolarmente crudele a causa della scriccatura degli occhi di Stefania (nella foto).

Durante la strage ha inflitto almeno 189 pugnalate alla sorella alla testa, al collo, al busto, alle braccia e alle gambe di Stefania Dubrovina (nella foto)

Ha arrestato Elizaveta per impedirle di fuggire prima di consegnarla alla polizia, ha detto.

In una dichiarazione in tribunale i pubblici ministeri hanno affermato che la sorella ha agito con particolare crudeltà strappando gli occhi a Stefania.

Ha deriso sua sorella, facendole sopportare un dolore lancinante a causa della sua antipatia.

Le due sorelle possono essere viste qui con la Stefania più giovane, nella foto a destra, e la maggiore Elizaveta, nella foto a sinistra

Elizaveta ha copiato l'immagine della sorella minore con lo stesso colore di capelli, lo stesso rossetto

Durante il massacro, ha inflitto almeno 189 pugnalate a sua sorella alla testa, al collo, al busto, alle braccia e alle gambe.

Elizaveta ha copiato l'immagine della sorella minore con lo stesso colore di capelli, lo stesso rossetto.

Ci sono fotografie di entrambe le sorelle che si abbracciano ma non c'è dubbio che la sorella maggiore invidiasse la minore.

Gli assistenti del tribunale hanno affermato che, nonostante le foto delle due sorelle che si abbracciano, la maggiore, Elizaveta, nella foto, era decisamente invidiosa della sorella minore

Entrambe le sorelle avevano trascorso del tempo negli orfanotrofi da bambine. La loro zia ha detto che è stata una tragedia così scioccante e che il suo sangue si è trasformato in ghiaccio quando ha sentito

Entrambe le sorelle avevano trascorso del tempo negli orfanotrofi da bambine.

La loro zia Ekaterina Dubrovina ha definito la morte di Stefania una tragedia scioccante.

Il mio sangue si trasforma in ghiaccio, disse.

Lo showman di San Pietroburgo Stas Baretsky, 45 anni, che aveva conosciuto le sorelle, ha detto che la pena detentiva era eccessiva e ha affermato che c'era stato un errore giudiziario.

Spero che la sentenza venga riconsiderata, poiché credo che lei non sia colpevole, ha detto.