Seleziona una pagina

Una donna brasiliana che ha ucciso e smembrato il marito traditore quasi un decennio fa ha raccontato il crimine nella sua prima intervista dopo la sua incarcerazione, dicendo che sogna ancora la sua testa mozzata insanguinata che le parla.

Elize Ramos Kitano Matsunaga, 47 anni, sta attualmente scontando l'ergastolo per l'omicidio di Marcos Kitano Matsunaga, CEO ed erede dell'azienda alimentare Yoki, il 19 maggio 2012.

L'ex infermiera ha sparato più volte al marito di 42 anni nel loro attico a So Paulo e in seguito ha smembrato il corpo. Ha messo i suoi resti mozzati in sacchetti di plastica e li ha sparpagliati a 20 miglia dalla loro casa.

Nella nuova docuserie Netflix Elize Matsunaga: Once Upon a Crime, l'assassino condannato ha dato un resoconto in prima persona del crimine, ammettendo che ancora non sa che tipo di emozione l'ha portata a premere il grilletto.

Nelle sue parole: Elize Ramos Kitano Matsunaga, 47 anni, è il soggetto della nuova docuserie Netflix Elize Matsunaga: Once Upon a Crime, che presenta la sua prima intervista in assoluto

Crimine: la madre brasiliana sta attualmente scontando l'ergastolo per l'omicidio del marito di 42 anni Marcos Kitano Matsunaga, erede dell'azienda alimentare Yoki

Elize è stata intervistata per una serie di quattro episodi mentre era in licenza dal carcere nel 2019. La madre di uno ha detto che voleva partecipare al documentario in modo che sua figlia conoscesse la sua versione degli eventi.

Rispetto le opinioni delle persone, prima di tutto. So che ci sono persone che capiscono cosa è successo e so che ci sono persone che mi disprezzano. So che ci sono persone che mi giudicano. E va bene. È la loro opinione, ha detto.

Ma, poiché ho passato tutti questi anni lontano da mia figlia, avevo paura di non incontrarla di nuovo. Quindi volevo avere l'opportunità di dirle cosa è successo davvero.

Ascolta, cara, ho cercato di essere diversa, ha detto alla telecamera, rivolgendosi a sua figlia. Ho cercato di non sbagliare, ma non ci sono riuscito.

Non c'è mistero dietro l'omicidio; Elize aveva già confessato gli orribili crimini. Invece, il documentario presenta la sua prima intervista da quando è stata incarcerata nel 2016 ed esplora come il suo racconto differisca dalle prove presentate dall'accusa al suo processo.

I membri della famiglia e i colleghi di Elizes sono stati intervistati, così come giornalisti, avvocati della difesa e dell'accusa e altri esperti che hanno coperto il caso.

Guardando indietro: Elize ha incontrato Marcos mentre lavorava come escort di fascia alta. Era ancora sposato con la sua prima moglie quando hanno iniziato la loro relazione

La serie true crime esamina anche la sua tumultuosa educazione. È cresciuta povera a Chopinzinho, nel Paran, ed è stata abbandonata dal padre quando aveva solo tre anni. Sua madre l'ha lasciata alle cure dei nonni e della zia fino all'età di 10 anni.

Il ricongiungimento di Elizes con sua madre e il nuovo patrigno è stato breve. Ha detto di essere scappata all'età di 15 anni perché il suo patrigno la stava abusando.

Quello che ho passato con il mio patrigno, non lo auguro a nessuna donna. Non lo auguro a nessuna persona, ha detto nella serie.

Elize ha iniziato a studiare per diventare infermiera poco più che ventenne, ma ha cambiato idea e ha deciso che voleva invece diventare un avvocato. Per pagare il college, si è trasferita a So Paulo ed è diventata una escort di fascia alta.

Marcos era sposato con la sua prima moglie quando ha incontrato Elize attraverso un sito web di escort. La coppia ha vissuto insieme per tre anni prima che il suo divorzio fosse finalizzato.

Dopo essersi sposati, Elize ha detto di aver appreso che era infedele e aveva pianificato di divorziare da lui, ma poi ha scoperto di essere incinta della loro figlia, Helena.

Primi giorni: Elize e Marcos hanno vissuto insieme per tre anni prima che il suo divorzio fosse finalizzato e si sono sposati

Matrimonio da favola: sposare Marcos sembrava un sogno diventato realtà per Elize, che è cresciuta povera ed è scappata di casa all'età di 15 anni

Quando ho dato la notizia, ha pianto, scusandosi con me. Si è inginocchiato, si è scusato e ha detto che non lo avrebbe mai più fatto, ha ricordato.

Elize in seguito sospettava che Marcos stesse ancora barando e assunse un investigatore privato che lo sorprese in un ristorante con la sua amante.

Il 19 maggio 2012, Marcos è andato a prendere Elize dopo che lei ed Helene hanno trascorso tre giorni a trovare sua nonna malata. La famiglia e la tata sono state viste arrivare insieme nel loro condominio.

Le ultime immagini a circuito chiuso di Marcos vivo lo mostrano mentre prende a calci l'ascensore con apparente frustrazione quando quella sera è andato a prendere la pizza nell'atrio.

L'unica persona che sa per certo cosa gli è successo nei suoi ultimi momenti è Elize. Secondo lei, hanno litigato perché lei lo ha affrontato sulla sua amante, rivelando che aveva assunto un investigatore privato per seguirlo.

Difficile: dopo essersi sposati, Elize (nella foto a Venezia, Italia) ha detto di aver appreso che era infedele e aveva pianificato di divorziare da lui, ma poi ha scoperto di essere incinta della loro figlia

Omicidio: Elize ha sparato a Marcos più volte nel loro attico a So Paulo, in Brasile, il 19 maggio 2012, dopo aver presumibilmente litigato per la sua infedeltà

Elize ha affermato che era furioso e l'ha schiaffeggiata, minacciando di portarle via sua figlia se lo avesse lasciato. Ha insistito sul fatto che aveva paura di lui quando è andata a prendere la pistola che tenevano in un armadietto.

La mia reazione è stata di lasciare la stanza e prendere la pistola perché avevo paura di quello che mi avrebbe fatto, ha detto.

Tuttavia, uno degli amici di Marcos ha affermato nelle docuserie che l'affare non era violento e non era il tipo da perdere la calma.

Elize ha detto che stava per rimettere a posto la pistola, ma poi ha sentito Marcos venire verso di lei. Ha affermato che l'ha presa in giro e l'ha chiamata per nome mentre lei gli puntava la pistola, dicendo che non aveva il coraggio di premere il grilletto.

Non so ancora dirti che tipo di emozione mi ha fatto premere quel grilletto. Non posso descrivertelo. L'ho sentito, poi ho premuto il grilletto, ha detto. Non posso nemmeno dirti cosa ho provato perché l'ho visto crollare, e in quel momento sembrava che il mondo si fosse fermato.

Ha ricordato di aver visto suo marito in una pozza di sangue e di essersi resa conto di averlo ucciso, dicendo: avevo voglia di saltare, urlare e strapparmi i capelli. Non sapevo cosa fare.

Prove: le ultime immagini a circuito chiuso di Marcos vivo lo mostrano mentre prende a calci l'ascensore con apparente frustrazione quando è andato a prendere la pizza nell'atrio la notte in cui è stato ucciso

Crimine raccapricciante: in seguito si vede Elize entrare nell'ascensore con tre valigie che contenevano i resti dei suoi mariti

Orribile: l'ex infermiera ha tagliato il corpo in sette pezzi e li ha messi in sacchetti di plastica prima di sparpagliarli sul ciglio della strada a 20 miglia dalla loro casa

Elize, che ha partecipato a una rievocazione dell'omicidio che è stato descritto nella serie, ha stimato che fosse a circa sei piedi di distanza da lui quando gli ha sparato.

Tuttavia, il rapporto dell'autopsia ha concluso che Marcos è stato colpito da colpi di arma da fuoco a distanza ravvicinata a causa delle bruciature sulla sua pelle.

Elize non ha sparato solo a suo marito; ha trascinato il suo corpo in una stanza degli ospiti e lo ha diviso in sette parti: la testa, due braccia, il busto, l'inguine e due gambe e le ha riposte in sacchetti di plastica nel corso delle ore.

Potevo solo pensare a nasconderlo. Devo portarlo via di qui, ma come farò? Quindi, ho avuto la sfortunata idea di smembrarlo, ha ammesso Elize, che era solita cacciare con Marcos.

Il rapporto dell'autopsia diceva che Marcos era ancora vivo quando il suo corpo è stato tagliato, ma Elize ha insistito sul fatto che era morto quando lo ha smembrato.

Se fossi stata in grado di pensare in modo chiaro, solo per un secondo lì, non l'avrei mai fatto, ha detto dell'atto raccapricciante. Non c'è un solo momento, un solo giorno, che non ci penso. È sempre lì, memorizzato nella mia testa. Ho persino sognato la sua testa che mi parlava, la sua testa coperta di sangue, che parlava con me.

Problema: il 4 giugno 2012, Elize è stata arrestata dopo che i tabulati telefonici l'hanno collocata nel luogo esatto in cui sono stati trovati i resti di Marcus

Colpevole: Elize ha confessato di aver sparato a morte a suo marito e di aver fatto a pezzi il suo corpo per disfarsene

Affermazioni: Elize (nella foto al suo processo) ha detto che ancora non sa che tipo di emozione l'ha portata a premere il grilletto, ma ha insistito che l'omicidio non fosse premeditato

Il filmato della sicurezza nel loro edificio mostra Elize che entra nell'ascensore con tre valigie che contenevano i resti dei suoi mariti.

Ha lanciato le sue parti del corpo lungo una strada fuori So Paulo. Alcune parti del corpo non sono mai state recuperate. Ha quindi pulito il loro appartamento con un disinfettante.

Quando la famiglia Marcos ha iniziato a preoccuparsi dopo la sua scomparsa, ha affermato che era scappato con la sua amante. Tuttavia, nove giorni dopo il suo omicidio, sono state scoperte la sua testa e altre parti del corpo, il che lo ha portato all'identificazione.

Il 4 giugno 2012, Elize è stata arrestata dopo che i tabulati telefonici l'hanno collocata nel luogo esatto in cui sono stati trovati i resti di Marcus. Ha confessato di avergli sparato a morte e di aver fatto a pezzi il suo corpo per disfarsene.

Il suo processo è iniziato a maggio 2016, con la difesa e l'accusa che hanno dipinto due immagini selvaggiamente diverse. Mentre gli avvocati di Elizes hanno sostenuto che si trattava di un crimine passionale, i pubblici ministeri hanno affermato che l'omicidio era premeditato.

Nella serie, Elize ha negato che l'omicidio fosse premeditato, dicendo che se avesse intenzione di uccidere suo marito, gli avrebbe sparato durante un viaggio nel Mato Grosso.

A chi credere? Il processo di Elizes è iniziato a maggio 2016, con la difesa e l'accusa che hanno dipinto due immagini selvaggiamente diverse. I suoi avvocati hanno sostenuto che fosse un crimine passionale

Vivere in prigione: Elize è stata condannata a 19 anni di carcere e sta scontando la pena nel penitenziario femminile di Trememb

Conclusione: ci sono crimini molto più barbari dei miei, molto più scioccanti dei miei, ma nessuno li menziona, ha detto Elize alla fine della serie. Nessuno ne parla perché la vittima non era ricca

Ci siamo andati a caccia diverse volte. Gli avrei sparato con un calibro .12 nel mezzo di un villaggio indigeno. Dubito che qualcuno lo troverebbe, disse. Se l'avessi premeditato, non l'avrei mai fatto a casa mia.

Elize è stata condannata a 19 anni di carcere e sta scontando la pena nel penitenziario femminile di Trememb.

Ci sono alcuni segreti che porterò nella mia tomba, ha detto del mistero di ciò che è successo tra lei e suo marito quella notte.

Alla fine della serie, Elize ha suggerito che l'omicidio avesse fatto notizia solo perché suo marito era ricco.

I tipi di crimini che ho appreso in prigione, ci sono crimini molto più barbari del mio, molto più scioccanti del mio, ma nessuno li menziona, ha detto. Nessuno ne parla perché la vittima non era ricca. La vittima era una persona normale. Qualcuno povero.

Se fosse stato il contrario, per esempio, se avessi perso la vita in questa situazione, non Marcos, sarebbe stato qui a parlarne? lei chiese. Ci sarebbero stati riflettori su di lui e persone ansiose di sapere, e la vittima, Elize? Chi sarei?