Seleziona una pagina

Una donna del Michigan ha usato il suo cellulare per registrare il suo ragazzo in video mentre stava caricando una pistola e minacciando di ucciderla pochi istanti prima che la polizia dicesse che è stata colpita a morte all'interno di un furgone parcheggiato nel suo vialetto.

Il video girato da India Mackey appena un giorno dopo il suo 20esimo compleanno mostra il diciottenne Kevin Dixon che si pulisce le impronte dai proiettili mentre sedeva sul sedile del passeggero di un veicolo.

Secondo WDIV-TV, Mackey stava registrando Dixon intorno alle 17:30 di martedì mentre i due erano seduti su un furgone e litigavano vicino alla loro casa nel sobborgo di Warren a Detroit.

Pensi che io stia giocando, eh? Ti colpirò con questi 45 giri a punta cava, dice Dixon nel video.

ATTENZIONE: CONTENUTI GRAFICI

India Mackey (a sinistra), 20 anni, ha usato il suo cellulare per registrare se stessa e il suo ragazzo, Kevin Dixon (a destra), 18 anni, mentre stavano litigando in un furgone parcheggiato davanti alla loro casa a Warren, nel Michigan, martedì

Nel video si vede Dixon mentre pulisce le impronte dai proiettili e minaccia Mackey

Il video mostra anche Dixon che carica una pistola. Le autorità affermano che pochi istanti dopo che Mackey ha interrotto la registrazione, le hanno sparato a morte

Dopo che Mackey ha smesso di registrare, Dixon le ha sparato a morte, secondo le autorità.

Questo video è stato girato da una donna che verrà uccisa tra pochi istanti, ha detto a WXYZ-TV il procuratore della contea di Macomb Eric Smith.

È incredibile per me.

L'idea che sta tirando fuori il proiettile, cancellando le sue impronte digitali, mostrandoglielo.

Dopo che Dixon ha sparato a Mackey, è sceso dall'auto e ha spostato il suo corpo sul sedile del passeggero, affermano i pubblici ministeri.

Le autorità affermano che Dixon ha poi chiamato sua madre con il telefono Mackeys che ha usato per registrare le sue minacce.

Dixon avrebbe chiesto a sua madre di prendere la pistola usata per uccidere Mackey.

Dixon ha quindi iniziato a guidare il suo furgone con un Mackey ferito ancora all'interno.

Dixon (a sinistra) rischia un omicidio di primo grado, portando un'arma nascosta e accuse di reato con armi da fuoco. Se condannato, rischia l'ergastolo. Mackey è visto bene

Dixon e Mackey si frequentavano da circa un anno e vivevano insieme nel sobborgo di Warren, a Detroit, secondo il padre di Mackeys.

Mackey è stato trovato con ferite da arma da fuoco sul sedile del passeggero del furgone dopo che la polizia di Eastpointe ha fermato Dixon per guida irregolare circa 20 minuti dopo la sparatoria, secondo le autorità. È stata portata d'urgenza in ospedale, dove è stata dichiarata morta

Alla fine è stato fermato dalla polizia nella vicina Eastpointe per aver guidato in modo irregolare.

Gli agenti hanno poi notato un'emorragia di Mackey sul sedile dei passeggeri, secondo le autorità.

È stata portata d'urgenza in un ospedale locale, dove è stata dichiarata morta.

Dixon affronta l'omicidio di primo grado, portando un'arma nascosta e accuse di reato con armi da fuoco.

Se condannato, rischia l'ergastolo.

La madre di Dixon è stata anche accusata di aver agito come complice dopo il fatto e di aver manomesso le prove.

Giovedì Dixon è stato trattenuto senza vincolo nel carcere della contea di Macomb durante la sua citazione in giudizio.

Le sue prossime date in tribunale sono il 5 dicembre e l'11 dicembre.

Il padre di Mackey, Joseph Polk, ha detto a WJBK-TV di aver avvertito sua figlia di non uscire con Dixon.

Il giovane non mi piaceva e ho ricevuto le vibrazioni sbagliate da lui, ha detto Polk.

Gliel'ho detto, le ho parlato, le ho detto, non è quello che fa per te, piccola.

Mackey era uno degli otto figli di Polks. Ha detto che Mackey e Dixon si frequentavano da circa un anno.

Cerco di essere orgoglioso di essere un protettore, ma non puoi proteggere i tuoi figli da chi interagiscono, ha detto Polk.

Ho provato, ho provato.