Seleziona una pagina

Immagina un Natale eccentrico a Downton Abbey. Un vero abete luccica in ogni stanza, i fuochi ruggiscono e i lacchè corrono per corridoi infiniti. Sul tavolo della sala da pranzo c'è una spettacolare lingua di bue da festa, prosciutti arrostiti e una testa di cinghiale ripiena. La famiglia si riunisce in salotto per l'aperitivo Veuve Clicquot e ciotoline di mandorle e anacardi. I bambini stanno nella scuola materna almeno fino a quando non sono abbastanza grandi per comportarsi in modo corretto a tavola.

Questa, come avrai intuito, non è una famiglia normale, perché la matriarca con una corona in testa fatta di carta, invece che d'oro e gioielli è la Regina. Non sorprende che sia immensamente rispettosa della tradizione natalizia, come so per esperienza.

Meghan e la famiglia reale prenderanno il loro posto anche se i posti non sono assegnati, anche per la regina alle 13 in punto. Il tavolo presenta tovaglioli bianchi inamidati piegati in modo elaborato, un candelabro d'argento con candele accese, decanter per vino e cracker rossi e dorati in ogni impostazione

Fan dei dolci: il dessert preferito della principessa Diana era un crpe souffl

Per 15 anni sono stato chef personale di Sua Maestà e, in seguito, della Principessa Diana fino alla sua morte nel 1997, occupandomi dei reali per molti Natali e Capodanno. Fin dal mio primo Natale mi sono innamorato e incantato di Sandringham.

Quest'anno ci sarà un nuovo ospite quando i Royals si riuniranno nella tenuta di Sandringham a Norfolk la vigilia di Natale, nella forma dell'attrice fidanzata di Harrys, Meghan Markle. Cosa, mi chiedo, farà questa 36enne americana del rituale festivo che è a sua volta irriverente e formale e diverso da qualsiasi cosa abbia mai visto prima.

Meghan apprezzerà la macchina meticolosamente calibrata, un po' vittoriana che è il Natale di Sandringham? Non tutti lo fanno. La principessa Diana, ad esempio, la trovava troppo soffocante e claustrofobica, come spiegava quando, evadendo le formalità, scendeva a chiacchierare in cucina.

Senza dubbio sarà un'esperienza illuminante per Meghan, e forse anche per i Windsor

Anche i corgi erano 12 quando ero chef hanno menu individuali, di solito prevedendo una rotazione di coniglio fresco, manzo o pollo con riso e cavolo cappuccio

I preparativi natalizi per la famiglia reale iniziano con i menu, che vengono scelti dalla regina quando arriva a Sandringham. Ha dato due opzioni per ogni portata per ogni pasto durante il periodo festivo, ad eccezione del giorno di Natale, quando viene servita una tradizionale cena a base di tacchino. L'unico ingrediente proibito, su richiesta del Queens, è l'aglio forse con in mente i suoi effetti antisociali.

Anche i corgi c'erano 12 quando ero chef hanno menu individuali, di solito prevedendo una rotazione di coniglio fresco, manzo o pollo con riso e cavolo. Wed si riferisce scherzosamente ai lacchè responsabili dei cani, entrambi chiamati Paul, come Doggy One e Doggy Two.

Spesso la regina dava suggerimenti. Se il principe Andrea fosse venuto, si sarebbe assicurata che servissimo il suo gelato al mango Mango Melba preferito con mango a fette e salsa di lamponi, mentre la torta di biscotti al cioccolato preferita da Williams sarebbe stata protagonista per il tè pomeridiano.

La prima volta che i Royals si riuniscono la vigilia di Natale è per il tè pomeridiano alle 16:00, spesso nell'ornato saloon Sandringham sotto il suo soffitto squisitamente dipinto. Si tratta di una torta grande, solitamente una torta allo zenzero o un pan di spagna al miele e panna; una torta alla frutta si sarebbe scontrata con la torta di Natale dei giorni successivi

C'era spazio per qualche gentile sotterfugio da parte mia, almeno quando si trattava della mia principessa preferita, la principessa Diana. Come potevo assicurarmi che il suo preferito, un crpe souffl dabricot, un soffice pancake alla marmellata di albicocche, fosse nel menu? La risposta è stata di suggerirlo come opzione insieme a quello che sapevo non sarebbe piaciuto alla regina, come il pain aux pruneaux (pane alle prugne con gelatina). Ha funzionato. Alla principessa piaceva così tanto perdere i secondi, ma era terrorizzata all'idea di chiedere di fronte agli altri reali. Quindi sgattaiola in cucina più tardi dove gli sposi gliene daremo un po' di più.

C'era grande attesa per il cesto di Harrods, inviato in quei giorni come apprezzamento per gli affari dei Royals. Sarebbe arrivato la vigilia di Natale contenente ruote di Stilton, un intero foie gras en croute e altre prelibatezze esotiche.

Un anno, il principe Carlo fece inviare un cesto rivale, pieno di prodotti biologici dalla sua tenuta di Highgrove. Il Duca di Edimburgo è entrato in cucina e si è messo a curiosare, facendo domande.

Viene dal Principe di Galles, dissi. È il suo cibo biologico. Filippo alzò gli occhi al cielo. Dannatamente organico, borbottò e se ne andò.

La prima volta che i Royals si riuniscono la vigilia di Natale è per il tè pomeridiano alle 16:00, spesso nell'ornato saloon Sandringham sotto il suo soffitto squisitamente dipinto. Si tratta di una torta grande, solitamente una torta allo zenzero o un pan di spagna al miele e panna; una torta alla frutta si sarebbe scontrata con la torta di Natale dei giorni successivi. Tortini e focaccine sono accompagnati da finger sandwich (senza crosta, serviti in quadrati) ripieni di prosciutto e senape inglese, formaggio Sage Derby e pollo Branston Pickle o Coronation, con una tazza di tè Earl Grey.

Quest'anno ci sarà un nuovo ospite quando i Royals si riuniranno nella tenuta di Sandringham a Norfolk la vigilia di Natale, nella forma dell'attrice fidanzata di Harrys, Meghan Markle

Quindi, secondo una tradizione tedesca chiamata Heiligabend Bescherung, apriranno i loro regali. I regali, scherzosi e poco costosi piuttosto che sontuosi, sono accatastati su tavoli a cavalletto accanto alle targhette con il nome. Questa è una delle poche volte in cui i bambini potranno unirsi agli adulti.

La cena è un affare standard nella sala da pranzo.

Il giorno di Natale, le signore generalmente optano per una colazione leggera a base di frutta a fette, mezzo pompelmo, pane tostato e caffè consegnato nelle loro stanze, il vassoio del Queens viene consegnato esattamente alle 9:00.

I reali maschi, nel frattempo, scendono al piano di sotto nella sala da pranzo per un'abbondante colazione alle 8:30 con uova, pancetta e funghi, aringhe e rognoni alla griglia, per prepararli alla funzione religiosa delle 11 a Santa Maria Maddalena. Quando tornano, è direttamente nelle bevande pre-pranzo. È qui che Meghan potrebbe scoprire di poter richiedere un bicchiere del suo vino preferito, il Tignanello, un corposo rosso toscano.

La regina ha un gin e Dubonnet, mentre il principe Filippo ha una birra. Tutti gli altri sorseggiano un bicchiere di Veuve Clicquot (tranne l'astemio Prince Andrew) e sgranocchiano noci. Le tartine prima di un pranzo di Natale completo sono piuttosto disapprovate.

Meghan e la famiglia reale prenderanno il loro posto anche se i posti non sono assegnati, anche per la regina alle 13 in punto. Il tavolo presenta tovaglioli bianchi inamidati riccamente piegati, un candelabro d'argento con candele accese, decanter per il vino e cracker rossi e dorati in ogni ambiente uno spettacolo meraviglioso, anche se non mancano i tat natalizi altrove a Sandringham.

Il giorno di Natale, le signore generalmente optano per una colazione leggera a base di frutta a fette, mezzo pompelmo, toast e caffè consegnati nelle loro stanze il vassoio del Queens viene consegnato esattamente alle 9:00

I bambini mangiano separatamente nella scuola materna alle 12:30.

Oggi non c'è antipasto e il tacchino arrosto, tradizionalmente del macellaio locale Scoles a Dersingham, è al centro della scena. È l'unico giorno dell'anno in cui il capo chef può entrare nella sala da pranzo, per intagliare l'uccello a tavola.

Una volta finito, la regina gli offrirà un bicchiere di whisky e gli augurerà un felice Natale. Il tacchino viene servito con purè e patate arrosto, ripieno di castagne o salvia e cipolla, salsa di mirtilli e salsa di pane. Le verdure includono cavolini di Bruxelles, carote e pastinache arrosto. Alla regina piace bere il Gewurztraminer, un vino bianco aromatico.

L'etichetta da pranzo inglese è qualcosa che Meghan farebbe bene a osservare. Ad esempio, le forchette non dovrebbero essere tenute con la mano destra, né dovrebbero essere abbassate con i rebbi rivolti verso l'alto quando non sono in uso come è lo stile negli Stati Uniti. Gli americanismi saranno notati e scoraggiati.

I regali all'interno dei cracker aperti a pranzo sono più lussuosi della maggior parte, ma presumo che le battute non siano molto migliori della media. Mentre il tavolo è allegro, non è mai chiassoso.

Il budino di Natale, cosparso di acquavite fine e decorato con agrifoglio, viene portato nella sala da pranzo dall'amministratore del palazzo e acceso davanti a tutti.

Iniziavamo a fare i budini di Natale a settembre, quando tornavamo a Buckingham Palace da Balmoral.

Gli enormi lavelli in acciaio inossidabile della cucina vengono lavati meticolosamente in modo che possano essere usati come enormi ciotole.

Quello presentato il giorno di Natale viene spesso realizzato l'anno precedente, il che gli concede più tempo per maturare.

C'è molto alcol in esso, ma forse per ovvi motivi non vengono aggiunte monete o ninnoli. Nessuno vuole essere responsabile di un soffocamento reale. Il budino viene servito alle 14:00 con burro di brandy e salsa di brandy per buona misura.

Quindi Meghan sarà trattata con un sontuoso corso di formaggio con bottiglie di porto sul tavolo.

Lo Stilton sarà bucherellato con una forchetta e imbevuto di porto in modo che diventi viola e pastoso.

Di tanto in tanto, la principessa Diana vagava in cucina e parlava di musical e teatro.

Gli altri Royal si sarebbero addormentati e avrebbero dormito per un po', ma non per molto.

Un piccolo tavolo circolare è carico di cioccolatini di Charbonnel et Walker e i preferiti del Queens, Bendicks Bitter Mints

Dovevano riunirsi di nuovo alle 15:00 per il messaggio di Natale del Queens in televisione (anche se alcuni hanno colto l'occasione per passeggiare nel parco) e di nuovo alle 16:00 per un tè festivo. Ci sarà la torta di Natale, un ceppo di Natale al cioccolato, torte tritate con burro di brandy, focaccine e altri panini.

Tutti i reali sono straordinariamente disciplinati con il cibo. La maggior parte semplicemente pascola. Questo è un bene, perché la cena a buffet è un'ulteriore festa.

Servita alle 20:15, e preceduta dall'obbligo dell'aperitivo dalle 19:45, viene allestita nella sala da pranzo. Ma non c'è un rotolo di salsiccia o Quality Street in vista.

Quando ero lì era cucina tradizionale, Old English: testa di cinghiale ripiena su vassoi, lingua di bue e prosciutti bolliti e arrostiti, salmone e selvaggina. Come accompagnamento sono sufficienti patate condite in salsa olandese, pomodori a fette o foglie verdi. Un piccolo tavolo circolare è carico di cioccolatini di Charbonnel et Walker e dei preferiti del Queens, Bendicks Bitter Mints.

Quando ero lì era cucina tradizionale, Old English: testa di cinghiale ripiena su piatto, lingua di bue e prosciutti bolliti e arrostiti, salmone e selvaggina

Dopo che il buffet è stato servito alle 20:30, i compiti di 100 dipendenti sono terminati.

Ed è tempo di festa. Avremmo avuto una discoteca nella sala ricreativa, anche se il giorno successivo dovevamo alzarci entro le 6:30. Dopo un'abbondante colazione il giorno di Santo Stefano, gli uomini che cercano disperatamente di uscire di casa vanno a sparare.

La regina e le dame generalmente si uniscono a loro in un cottage della tenuta per un pranzo caldo a base di manzo bourguignon, o stufato di cervo, con purè di patate, cavolo rosso brasato e torta di mele. Friggevamo fette di budino di Natale nel burro non salato per fare uno spuntino.

La cena tende ad essere selvaggina di cervo, servita con patate e carote dauphinoise.

Il budino è solitamente a base di cioccolato per compiacere la regina, come una marquise al cioccolato o una torta alla perfezione al cioccolato, una creazione a più strati composta da panna, meringa e cannella.

È vero, niente di tutto questo si adatta facilmente a una dieta hollywoodiana. Ma se Meghan è qualcosa come me, si divertirà immensamente ogni membro dello staff del Queens la accoglierà, e sono sicuro che la cucina farà frusciare succo verde e semi di chia quando tutto il banchetto festivo sarà finito.

Darren McGrady è l'autore di The Royal Chef At Home: Easy Seasonal Entertainment (Bright Sky Press, 24.95).

Maggiori informazioni su DailyMail.co.uk

  • Categorie
  • Tag

Notizia