Seleziona una pagina

Iniziamo tutti la nostra carriera professionale al livello base con la speranza che un giorno raggiungeremo una designazione migliore. È come salire passo dopo passo la scala per godere del piacere di arrivare in cima. Ogni manager che vediamo oggi era una volta uno stagista in qualche azienda fino a quando non ha ottenuto una promozione ottenendo buoni risultati. La crescita è una parte essenziale non solo della vita, ma anche delle nostre occupazioni. Con ogni designazione aggiornata derivano responsabilità e entrate migliori. Ammettilo o no, tutti noi abbiamo margini di miglioramento, non importa quanto siamo professionali o la quantità di esperienza che abbiamo. Non c'è limite alla crescita e all'avanzamento verso migliori opportunità.

Conosciamo tutti le lotte di rinomate icone del mondo degli affari e medici di tutto il mondo. Le persone di successo cercano sempre la crescita e il miglioramento. Che si tratti di un medico, un'infermiera, un radiologo o anche il tuo normale falegname, tutti cercano modi per migliorare e soddisfare i propri clienti. Nel settore sanitario, la salute dei pazienti è la massima priorità. La direzione implementa sempre nuovi metodi modificando le proprie politiche o introducendo tecnologie per il comfort dei pazienti e degli operatori sanitari. Lavorare in un settore aziendale può comunque sopportare un errore, che è reversibile, ma un piccolo errore nel sistema sanitario può causare un disastro. Quando parliamo di settore sanitario, ci riferiamo a situazioni di vita e di morte senza alternative.

Anche infermieri e medici possono sperimentare il burnout e possono cadere preda dello stress. Questi oneri fisici ed emotivi possono portare a prestazioni inferiori rispetto al solito. Molte ragioni possono influenzare le nostre prestazioni lavorative, ma ciò non significa che non possiamo lottare per tornare ad essere l'asso del nostro gioco. L'industria sanitaria ha molti posti di lavoro per infermieri e medici e sappiamo tutti della carenza di infermieri in questi tempi cruciali. Molti aspiranti infermieri cercano somiglianze tra i diplomi BSN e MSN per mappare la loro crescita professionale e le opportunità future.

Tutti affrontiamo i nostri minimi professionali prima o poi, ma possiamo sempre migliorare le nostre capacità e prestazioni. Se stai sperimentando blues professionale come infermiera, ecco alcuni modi per migliorare le tue prestazioni lavorative.

  1. Stabilire un obiettivo

Il nostro cervello risponde in modo più efficace per fissare obiettivi e scadenze rispetto a lavorare in modo casuale. Mentre siamo nella nostra vita professionale, uno dei modi solidi è quello di fissare piccoli obiettivi. Ad esempio, se hai un rapporto da allineare e inviare alla tua testa, invece di passare l'intera giornata, fissa qualche ora per quel rapporto. Questi piccoli obiettivi ti aiuteranno nelle tue attività quotidiane, ma possiamo anche fissare obiettivi per il nostro futuro. Pensi a come vuoi vedere la tua vita professionale? Lavorerà tutta la vita come infermiera di livello base, o ti piacerebbe lavorare come infermiera di viaggio o educatore? Una volta stabiliti i tuoi obiettivi, prova a cercare i metodi e i modi per raggiungerli. Parla con i tuoi colleghi e supervisori per ottenere i loro consigli e iniziare a lavorare verso i tuoi obiettivi.

  1. Sviluppare il ragionamento e il pensiero critico

La professione infermieristica non può sopravvivere senza il pensiero critico e le capacità di problem solving degli infermieri. Dovrebbero essere in grado di adattarsi ai cambiamenti in diversi scenari e intraprendere azioni rapide secondo necessità. Pensare fuori dagli schemi è utile quando hai a che fare con una situazione di vita o di morte. Cerca di osservare l'ambientazione di ogni stanza e dove mettono le provviste necessarie. Conoscere la posizione di elementi essenziali critici come guanti, maschere e altri strumenti ridurrà la procedura e ti aiuterà a concentrarti e concentrarti sulla condizione del paziente. Nel caso in cui non ci sia un medico disponibile sul campo, un infermiere deve essere in grado di valutare la diagnosi e il suo effetto sulla durata della vita del paziente e quali misure può adottare.

  1. Non ignorare la tua salute

Se noi stessi non siamo sani, non possiamo fornire assistenza ai nostri pazienti. Il campo medico è davvero un posto difficile in cui lavorare. Gli infermieri spesso ottengono l'effetto più di un medico poiché interagiscono continuamente con i pazienti e creano una sorta di connessione con loro. Se un paziente muore, non è solo la famiglia a sentirsi triste, ma anche gli infermieri ne ricevono l'effetto. Lo stress e la depressione sono evidenti in una tale professione e lavorare per lunghe ore può esporre al burnout. Cerca di riservare a te stesso una piccola pausa per uno spuntino dove puoi mangiare e recuperare le energie. Fai delle pause tra le lunghe ore di lavoro per evitare sforzi fisici sul tuo corpo. Prenditi del tempo per meditare o fai una camminata veloce per avere una maggiore concentrazione ed energia.

  1. Entra a far parte di un comitato

Un altro modo per migliorare le tue prestazioni lavorative è entrare a far parte di un comitato. Puoi modificare le tue prestazioni incontrando e parlando con nuove persone che lavorano nel tuo stesso campo. Tieni d'occhio le opportunità di entrare a far parte di un club o comitato che può offrirti visibilità con nuove persone diverse dal tuo posto di lavoro o darti la possibilità di partecipare alle loro riunioni per scambiare conoscenze ed esperienze.

  1. Continua ad imparare

L'apprendimento è un processo senza fine e ci aiuta sempre a migliorare e crescere ulteriormente verso l'eccellenza. La nostra valutazione annuale ci fornisce una panoramica dei nostri punti di forza e di debolezza. Invece di aspettare una valutazione ogni anno, conduci la tua autovalutazione e l'analisi SWOT ogni tre mesi. In questo modo, avrai un'idea delle tue aree grigie e potrai adottare misure per superare le tue sfide e cogliere le opportunità. Se ti imbatti in corsi brevi o diplomi che possono migliorare le tue credenziali professionali, non esitare ad accedere all'apertura e ad acquisire maggiori conoscenze. Se hai solo una laurea, puoi iscriverti a un programma di master, che aprirà percorsi più professionali ed esperienza e competenza.

Conclusione

Se pensi che entrare nel settore sanitario ti lascerà stagnante o con poca crescita professionale, allora non è certo il caso. La professione infermieristica offre ampie opportunità di prosperare, ma non possiamo eccellere senza una migliore prestazione lavorativa. Un'efficace gestione del tempo, un migliore coordinamento e una guida reciproca possono alleviare gli ostacoli che affrontiamo sul posto di lavoro.

  • Categorie
  • Tag

Salute